BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pirovano su Orio: ???Sposiamoci con Milano, Brescia e Verona???

Niente pi?? matrimonio all???italiana tra Orio e Milano, si punta all???allargamento anche ad Est. Il presidente della Provincia Ettore Pirovano ?? convinto che sia una strada percorribile.

Se la metafora fosse quella delle nozze si potrebbe parlare addirittura di “trigamia”. Niente più matrimonio all’italiana tra Orio e Milano, si punta all’allargamento anche ad Est. Se n’è già parlato in un incontro tra sindaci a fine maggio, ora il presidente della Provincia Ettore Pirovano è convinto che sia una strada percorribile. “Fino a poco tempo fa sembrava una Mission impossible, invece alla luce dei nuovi sviluppi che hanno portato al nuovo Cda dell’aeroporto Catullo e i rapporti che intercorrono tra rappresentanti delle istituzioni sembra che ci sia la possibilià di trattare tutti insieme appassionatamente – spiega il presidente -. Non si parla assolutamente di fusione, ma di un progetto che potrebbe avere una valenza importante a livello nazionale e internazionale. E allo stesso tempo garantirebbe il controllo strategico di Orio per i bergamaschi e il decentramento delle potenzialità che questi aeroporti hanno facendo in modo che tutti possano godere dell’utile”. Una trattativa che sulla carta sembra essere molto complessa. “Ci siamo già sentiti a livello informale ed è imminente una riunione con tutti i soci bergamaschi perché sono loro i sovrani. Noi come Provincia non siamo a capo di niente, le decisioni spettano alla maggioranza”. Durante il Consiglio provinciale di lunedì sera Pirovano è intervenuto per tranquillizzare ancora una volta chi scongiura la svendita di Orio al Serio: “L’univoco indirizzo sempre dato dal Patto di Sindacato a chiunque abbia trattato per trovare il miglior accordo, sia tecnicamente sia politicamente, è stato quello dell’interesse della Bergamasca, prevedendo il futuro per quanto non sia facile. Oggi l’indirizzo non dovrebbe essere dissimile dalla teoria che stiamo utilizzando per la soluzione del problema dei rifiuti: non siamo innamorati di nessuno e cercheremo di accasarci con chi garantisce la maggiore elasticità di movimento e la tutela dell’autodeterminazione dello scalo di Orio. Oggi come non mai ci sono ottime probabilità di trovare un accordo che comprenda tutti. Solo il 27 giugno scorso è stato rinnovato il CdA del Catullo di Verona, che comunque ha meno della metà dei passeggeri rispetto a Orio. Orio è il terzo scalo per merci e il quarto per passeggeri. Sea continua ad essere un nostro interlocutore, ma per la prima volta negli ultimi tempi si è affacciata la possibilità di un accordo generale, non solo con Sea, non solo con Brescia, non solo con Verona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da COSTITUZIONALE

    Perchè non aboliamo le province e dimettiamo i pianisti?
    Che ne dice Pirovano, glissa?

  2. Scritto da Capire!

    Le alleanze strategiche sono commerciali e non politiche e si fondano su una conoscenza di un piano industriale e non su chi si deve sedere su una talpoltrona. Aveva ragione l’Ing. I. Testa, quando diceva che la politica deve starne fuori. Io qui sento solo parlare Pirovano o Tentorio, come se fossero loro presidente e amministratore delegato. Voglio sentire il parere di Radici o di Mentasti e non le chiacchiere di un politico, aeroportualmente e commercialmente incompetente!

  3. Scritto da m.m.

    Dopo aver nominato, guarda caso poco prima della debacle amministrativa, i novelli amministratori leghisti non sanno più da che parte sbattere?
    Quelle nomine saranno all’altezza della gestione di Ilario Testa?
    Pare difficile e complicato visto che pendono dai vari Pirovano del caso. Un duplicato delle complicazioni con Rea?

  4. Scritto da gio

    alla faccia del defedralismo

    perche i milanesi varesini devono venire a comandare a bergamo ??

    l aeroporto e di bergamo fa profitto e deve rimanere dei bergamaschi

    incredibile la lega piu centralista dei dittatori per non parlare del vostro clienteralismo peggio dell eudeur

  5. Scritto da giorgio

    A questo punto è lecito porre una domanda: quanto tempo servirà a questi personaggi per distruggere quello che con fatica e con tanta genialità ha costruito un manager non politico come l’ing. Testa?
    Non potrebbe proprio Pirovano rinunciare al doppio incarico e tornare a fare il parlamentare? Potrebbe sempre votare che Ruby è la nipote di Mubarak, che i deputati hanno diritto a prendere il doppio dei Lord ma lasciare che la nostra provincia sia amministrata da persone capaci. Ma ci sono?

  6. Scritto da Andrea

    Siamo sicuri che l’operazione sia cosi’ vantaggiosa per Bergamo? non è che svuoteranno il nostro scalo a favore degli altri??? ahhh ma è vero il 2 luglio iniziano i saldi…e questa classe politica sa solo svendere o occupare cadreghe!

  7. Scritto da tobia

    Condivido ciò che che dice “costituzionale”:
    Quando si ABOLISCONO LE PROVINCIE? E’ il mercato e non i presidenti delle provincie, che decidono il successo o meno di una infrastruttura. Siamo stufi di pagare stipendi esagerati a questi politici.
    Io proporrei un tetto di 1000 euro a tutti. come i comuni cittadini….

  8. Scritto da polaroid

    quando si chiede conto a Pirovano della compatibilità ambientale dell’aeroporto ci dice che non può intervenire sulle scelte della SACBO, se c’è invece da spartirsi delle poltrone è in prima fila nel dare la propria disponibilità…

  9. Scritto da berghem

    questa è una pu…..ta che vuole la lega….

  10. Scritto da bruno

    ue Pirovano , ma questa e’ poligamia ! e’ contro legge

  11. Scritto da Mah!

    A fronte di quale piano industriale ? Perchè ?

  12. Scritto da julius

    finalmente un pirovano concreto e interessante…
    non mi piace la persona, però stavolta è nel giusto, bisogna essere onesti…