BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aribi: ???Uno scempio il taglio degli alberi al passo Ganda???

L???associazione che promuove l'uso della bicicletta critica il disboscamento in montagna in occasione del Giro d'Italia.

Più informazioni su

L’associazione Aribi, per il rilancio della bicicletta, spera che lo “scempio” avvenuto al passo Ganda prima del Giro d’Italia non si ripeta. Prima del passaggio della corsa rosa i tecnici della Provincia tagliarono centinaia di alberi ai bordi della strada, in entrambi i sensi di marcia, per circa sei chilometri. Un intervento giustificato con "motivi di sicurezza".

Spett.le Redazione,

a seguito della delibera dell’Assemblea del Direttivo di A.ri.bi, tenutasi in data 14 Giugno, esprimo a nome della nostra associazione la forte preoccupazione per l’opera di disboscamento compiuta nei pressi del Passo Ganda, in occasione del passaggio del Giro d’Italia.
Tale opera sicuramente aveva come intento solo quello di salvaguardare la sicurezza ma ha prodotto un notevole mutamento visivo ed ambientale esteso per alcuni chilometri e largo diversi metri , senza risparmiare splendide querce e castagni secolari, il tutto in nome delle normative vigenti.
A.ri.bi per statuto impegnata nella tutela dell’ambiente, non può restare a guardare in silenzio quindi condivide la preoccupazione convinta sempre più che la questione sia importante non tanto per lo scempio che è già stato compiuto, ma per gli alberi che si taglieranno in futuro.
Di fronte a questa triste prospettiva oltre che inquietante, considerato che:
• Le leggi vanno interpretate;
• Eventualmente possono essere cambiate;
• Le sentenze della cassazione hanno valore solo per le circostanze specifiche cui si riferiscono;
• L’articolo 9 della Costituzione afferma che la Repubblica tutela il paesaggio della nazione;
ci convinciamo sempre di più che è opportuno prendere posizione per il forte valore che ha per noi il connubio tra bicicletta e paesaggio.
L’auspicio è che in futuro a livello nazionale, si possano individuare dei percorsi altrettanto stimolanti ed impegnativi ma che non comportino il sacrificio di un patrimonio tanto prezioso quale “il verde” che caratterizza la nostra penisola.
A.ri.bi da un paio di anni ha interrotto anche la stampa di materiale cartaceo proprio per coerenza e perché sempre più convinta che, con la sensibilizzazione e la responsabilizzazione del singolo, si possono raggiungere risultati davvero inimmaginabili.
Anche attraverso la sensibilizzazione che si compie nelle scuole si spera di giungere al risultato sperato di un altissimo rispetto per l’ambiente che ci circonda, un rispetto di se e dell’altro.
Ringrazio per lo spazio concesso e per l’attenzione e auguro ai lettori di questo giornale e alla sua redazione una splendida estate magari in sella ad una semplice, non inquinante, economica, poco ingombrante …salutare..bicicletta!!

Claudia Ratti
Presidente di A.ri.bi, con i Consiglieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da EMIK

    la sicurezza dovrebbe essere garantita sui percorsi in discesa e non in salita come era a GANDA la motivazione è da ricercare da altre parti ,non meravigiamoci di certe cose in un paese ormai devastato dal cemento

  2. Scritto da atalo

    che schifo .. poi che dire , bergamo e provincia stanno , ma da anni , diventando sempre più brutte , pessime estetiche dei nuovi caseggiati , e tagli spesso indiscriminati di alberi ..

  3. Scritto da OJS

    Costituzione? tutela dell’ambiente e del paesaggio? ma secondo voi uno come Pirovano che si rimpilza a pranzo di bocconcini di orso in umido li capisce certi concetti?

  4. Scritto da lol

    Articolo disinformato al massimo:il giro d’italia non c’entra niente.Le piante sono state tagliate causa legge idiota per la sicurezza di veicoli e moto…

  5. Scritto da Guido

    Casualmente dopo il taglio degli alberi, qualcuno comicerà a costruire (Percassi???) nelle vicinanze!

  6. Scritto da Carpine

    Per un giorno di giro,hanno rovinato per sempre una delle nostre strade montane piu belle. E poi come non fare i “complimenti” a coloro che hanno verniciato sul asfalto decine di enormi Peni eretti e non,subito dopo Orezzo prima di Ganda;anche quelli per un bel po saranno li,ha ricordarci il lieto evento. Dimenticavo,complimenti anche ai leghisti,per le loro solite scritte cubitali pro lega etc.

  7. Scritto da .

    @11,se è come tu scrivi,perché tagliare Alberi anche a Valle della strada oltre che a Monte:io temo proprio che il giro centri,hanno agevolato riprese da Elicotteri etc. e poi le bellissime Piante d’alto fusto tagliate non arrecavano nessun pericolo,a meno che non fossero cadute,ma la cosa era molto difficile visto che li il passaggio di Auto etc è molto raro.

  8. Scritto da sepp

    è una vergogna sconcertante!!!
    bisogna ripiantare immediatamente alberi nuovi sulla strada. poi, per punizione, quattro volte quelli tagliati nei dintorni della strada.

  9. Scritto da !

    Ormai il “Latte” è stato versato,e sé anche asciugato…!

  10. Scritto da Olmo

    ….vedrete le frane che verranno giù dove sono state tagliate le piante così senza criterio!! bhè, se non altro qualcuno ci guadagnerà costruendo muraglioni…..

  11. Scritto da luca, sorisole

    Io a quelli che hanno tagliato gli alberi taglierei qualcos´altro….
    C´è infatti il rischio che si riproducano

  12. Scritto da Faggio

    Mi e vi domando,possibile che nessuno Comune di Gazzaniga,Comunitá Montana Valle Seriana,CFS di Vertova,Volontari Vari,CC di Fiorano,popolazione del posto,abbia pensato anche soltanto pensato,di opporsi a questo scempio verso l’Ambiente?!

  13. Scritto da W L'AMBIENTE

    IL CAI CHE TANTO AMA LA MONTAGNA E SI PREOCCUPA SOLO DEI MEZZI MOTORIZZATI DOVE E’ ?
    SEMPLICE DOVE ARRIVANO I SOLDI TACE E DACCONSENTE……
    CHE VRGOGNA

  14. Scritto da expaul

    mi aspetto tagli cosmici in provincia, dove non mancano viali alberati; una deforestazione al napalm risolverebbe ogni cosa…

  15. Scritto da Tom

    Invito tutti quelli che amano la Natura,ad andare a vedere sul posto cosa è stato fatto,queste cose lasciano veramente senza parole e schifati.

  16. Scritto da comitato "non votiamo più la lega" di clusone

    è incredibile questa roba qui!!