BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I leoni sanno ancora ruggire, conquistato l’Italian Bowl

A Torino i Lions battono i Titans di Romagna 15-6 coronando una stagione da sogno. Ora l'appuntamento ?? per l'anno prossimo in A1.

Più informazioni su

Dal baratro al paradiso. Per i Lions Bergamo, ripartiti dalla A2 dopo i cambiamenti societari arriva subito il successo e la promozione nel massimo campionato di Football Americano, il posto giusto per la squadra più titolata in Italia ed in Europa.

La cronaca.
Si dice che “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, ma questo si addice ormai alla squadra dei leoni orobici. Nuovo corso Lions e vecchie abitudini, potremmo infatti dire, visto che l’epilogo di questa stagione è stato l’ennesimo trionfo in una finale. I Lions lasciano il segno anche nel campionato LENAF A2. Nello splendido impianto “Primo Nebiolo” di Torino, i Lions Bergamo hanno battuto con il punteggio di 15-6 i Titans Romagna, dopo una partita combattutissima davanti ad un folto pubblico di cui più di 300 tifosi giunti da Bergamo.
Battaglia dominata dalle rispettive difese, vedi i parziali risicati ed un solo touchdown segnato in tutto l’incontro, ma il cuore dei Leoni alla fine ha prevalso. La partita è stata molto equilibrata, condita purtroppo da vari infortuni da una parte e dall’altra, il peggio è toccato al giocatore dei Lions Alba Mario al quale vanno i migliori auguri di pronta guarigione.
Nel 1° quarto sono i romagnoli a seganre per primi con un field-goal per il momentaneo 3-0. Ma i bergamaschi all’inizio del 2° quarto pareggiano subito con un altro field-goal ad opera di Ezio Marone, 3-3. Dominio assoluto delle difese, al punto che il giocatore dei Titans, ormai braccato nella propria end-zone si libera volontariamente del pallone per una safety che vale 2 punti sul tabellino Lions, 3-5, e così si conclude il primo tempo.
Nel 3° quarto è l’attacco Lions che finalmente segna l’unico touchdown dell’incontro, il che gli permette di ipotecare il risultato finale. Dopo una grandissima corsa di Andrea Ghislandi, premiato come MVP dell’incontro, è il QB Carlo Carminati a segnare con una corsa personale direttamente in touchdown, + trasf. da 1 punto di Marone per il 3-12.
A questo punto i romagnoli tentano il tutto per tutto e accorciano le distanze con un altro field-goal 6-12. Ma è l’ultimo sussulto dei Titani. Sono i Lions infatti a chiudere il match con un altro field-goal di Marone che fissa il punteggio sul definitivo 6-15.
Grande vittoria dei Lions Bergamo, che conquistano l’ultimo trofeo che mancava in bacheca. Difesa stratosferica, che, ricordiamo, nelle ultime sei gare a subito solo 9 punti e nemmeno un touchdown avversario. L’attacco, oggi bloccato dall’altra grande difesa, quella dei Titans, ha comunque fatto il suo dovere, e nel complesso ha segnato 202 punti nelle ultime 6 gare.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roby

    posso esprimere un cordiale, educato chissenefegra per questo sport che giustamente fatica a interessare il pubblico, essendo una americanata , penso per la stragrande maggioranza delle persone

  2. Scritto da presidente Lions

    MI dispiace il tuo commento, vieni a vederci al campo di allenamento per la nostra festa giovedì, e capirai che non è una “americanata” ma uno sport che , a Bergamo, ha portato più risutati di tutti gli altri strapagati sport, ma che soprattutto sul settore giovanile fonda le sue vittorie.

  3. Scritto da Claudio

    Grandi, grandissimi Lions. Tanti auguri a Mario e tantissimi complimenti a tutti, in particolare al miglior preparatore atletico di sempre… l’ineguagliabile Danny Zandò …. and I say YEAH

  4. Scritto da Romy

    Questo sport può piacere o non piacere, ma qualsiasi sport che unisce è degno di essere premiato aldilà dei successi agonistici…

    Complimenti ragazzi per la vittoria, ma soprattutto per l’impegno, la costanza e la passione.