BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Luned?? la protesta degli inquilini delle case popolari

Dopo gli aumenti di affitto per le case popolari arriva la protesta degli inquilini contro la giunta Tentorio in programma alle 17.30 davanti a PalaFrizzoni.

Più informazioni su

Gli aumenti dell’affitto decisi dalla Regione Lombardia pesano sempre più sugli inquilini delle case popolari residenti nella città di Bergamo. Sempre più famiglie si trovano in gravissima difficoltà, accumulano debiti e molti vedono avviarsi ai loro danni le procedure di sfratto per morosità incolpevole.
Le causa di questa emergenza sociale è da ricercare: negli effetti della crisi economica (disoccupazione, cassaintegrazione, carovita) e negli aumenti di affitto cresciuti in questi anni in media del 39%. A questo si deve aggiungere la crescita enorme dell’affitto del box (in media quaduplicato) che è oramai uguale ai prezzi del mercato privato.
Nonostante questa vera e propria emergenza sociale, la Giunta comunale di Bergamo ha deciso di operare un taglio pesantissimo sul Fondo sociale a disposizione per aiutare le famiglie in difficoltà economica (nuclei con reddito sotto la soglia di povertà e che non riescono a più pagare l’affitto). Tale intervento nonostante sia previsto dalla Legge Regionale n. 27/2009 rischia di non venire assicurato a causa di tali tagli.
Tra i molti inquilini delle case popolari c’è indignazione e rabbia. Per questo motivo, lunedì 4 Luglio ore 17,30 a Bergamo alcune famiglie di assegnatari delle case Aler, sopratutto quelli che rischiano di essere sfrattati, si sono dati appuntamento difronte al Palazzo comunale di Bergamo in piazza Matteotti 3 per protestare e chiedere all’assessore alla casa Tommaso D’Aloia di ripristinare il Fondo e sostenere il reddito delle famiglie in difficoltà economica.
Durante il presidio si terrà una conferenza stampa in cui verranno presentate le richieste che le famiglie di inquilini intendono presentare all’assessore: gli inquilini avanzano la richiesta di incontrare l’assessore D’Aloia per illustrare le proprie rimostranze e richieste.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da SMETTETELA

    obiettivamente in ITALIA esiste la liberta ed ognuno può fare quel che vuole ovvio sempre nel rispetto della legge ma quando vedo persone che abitano in casa popolare e non hanno soldi per pagare l’affitto e le spese condominiali PIANGO ma quando mi prendono per i fondelli li faccio piangere perchè hanno PC,AUTO Nuove,Televisori di ultima generazione,scarpe nike,puma,e vestono firmati conosco chi propietario di distributore di benzina vive in case popolari non’è l’unico e non votano berlusconi

  2. Scritto da domenico

    Basta questa amminstrazione è indecente, sensibilità al sociale zero, anzi meno di zero.
    La gente non ha più soldi e questi di cosa si interessano di stadi e palazzetti. Ma vadano ………

  3. Scritto da walter

    ormai le case popolari stanno diventando sempre più per una casta e poi siamo sicuri che magari non hanno lavoro perchè non vogliono lavorare?

  4. Scritto da Bergamasca doc

    Non sono riuscita a comprare una casa perchè monoreddito con un bambino da crescere. Non ho avuto genitori che mi hanno aiutato e vivo in una casa popolare. Non dico che non ci siano quelli che ne approfittano (come sempre e ovunque), ma fare di tutta l’erba un fascio è da stupidi. Questa amministrazione non pensi allo stadio o a vendere patrimoni di tutti (vedi città alta), ma ai suoi cittadini più deboli

  5. Scritto da orgoglio senza pregiudizio

    Abito in una casa popolare ed ho sempre pagato l’affitto e le spese, ci mancherebbe altro. Con il mio stipendio campo la famiglia e ho comprato anche il PC a mio figlio. Le scarpe sono una firma Nike- tarocca, ma lui si accontenta perchè ha due dita di buon senso. Sto pagando la mia auto nuova a piccole rate, ne avrò per sette anni. Non vado in vacanza da quattro anni e non esco mai a mangiare neanche una pizza. Mia moglie non sa cosa sia una parrucchiera, ma è splendida lo stesso. Serve altro?

  6. Scritto da @7...

    se è vero… sarei felice di poter regalare a tua moglie una giornata benessere…ma solo se è vero

  7. Scritto da Giovanni

    Ma come hanno tagliato il fondo affitti? Ma lo stadio e il Palazzetto li fanno comunque, si vede quali sono le priorità di questa amministrazione.

  8. Scritto da Schifato

    Tagli agli inquilini in difficoltà, tagli alle pensioni, tagli alla sanità e all’assistenza. Forse è effettivamente il caso che i cittadini inizino a tagliare la carera di certi politici del centrodestra e della Lega, vadano a casa.