BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Celestino trionfa in Val Gardena

L'atleta della Axevo haibike Semperlux taglia per primo il traguardo della seconda edizione della S??dtirol Sellaronda HERO Mtb-Marathon.

Più informazioni su

Era il favorito della vigilia e Mirko Celestino ha confermato le aspettative, vincendo la seconda edizione della Südtirol Sellaronda HERO Mtb-Marathon, la competizione che oggi ha regalato a quasi 1600 biker una giornata da non dimenticare e che ha visto il portacolori del team Axevo Haibike Semperlux tagliare il traguardo di Selva di Val Gardena a braccia alzate. A completare il podio della prova lungo gli 82 chilometri del tracciato HERO la seconda piazza del bergamasco Juri Ragnoli del team Scott, l’ultimo ad arrendersi allo strapotere di Celestino, che ha ceduto 2’44” al vincitore. Terzo posto del russo Alexey Medvedev della formazione Elettroveneta Corratec in 4:35’06” che dopo una fuga iniziale ha lottato per restare in zona medaglia, lasciando ai piedi del podio l’altoatesino Johann Pallhuber. Il successo di Celestino, fresco bronzo dei mondiali marathon, è venuto dopo una fuga solitaria di Medvedev che aveva l’obiettivo di vincere il GPM di Danterceppies e che ha mantenuto il vantaggio fino al passo Campolongo quando, nella successiva discesa veniva preso dagli inseguitori capeggiati da Celestino. Nel gruppo si notava l’assenza di Massimo De Bertolis, uno dei pretendenti al successo finale, ritiratosi a causa di una doppia foratura nella prima discesa, quella del passo Gardena. La gara proseguiva con il ligure Celestino a dettare il ritmo e a fare sempre più selezione fino al passo Duron affrontato in solitaria. Nell’ultima discesa una fortuita collisione con uno spettatore ha causato al leader della corsa una caduta con una forte contusione al ginocchio destro: «Siamo caduti entrambi, io mi sono rialzato subito e ho proseguito quando questo signore mi ha detto che era tutto ok – ha commentato Celestino al traguardo – ma sono veramente felice di aver vinto una così bella gara». Celestino ha fermato il cronometro sul tempo di 4:26’07, migliorando di 20 minuti il tempo dello vincitore dello scorso anno, Klaus Fontana, oggi in gara con il pettorale 1 e settimo in classifica. Sul fronte femminile l’eroina di giornata è stata la tedesca Katrin Schwing del team Trek-Domatec che ha chiuso la HERO in 5:59’09”. Secondo posto per la connazionale Barbara Kaltenhauser in 6:12’57” e terzo gradino del podio per la vincitrice della scorsa edizione, Anna Ferrari del team Elettroveneta-Corratec in 6:20’08”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.