BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pianto dei bimbi, suono fastidioso

Il pianto di un bambino di meno di quattro anni è uno dei suoni più fastidiosi al mondo.

Più informazioni su

Qualsiasi genitore può confermarlo, ma ora i ricercatori lo hanno anche provato scientificamente: il piagnucolio di un bambino di meno di quattro anni sono uno dei suoni più fastidiosi al mondo.
RUMORE INSOPPORTABILE – Peggiore perfino dello stridore prolungato di una sega circolare che sta tagliando un pezzo di legno. E più difficile da ignorare dei versi delle baby sitter che cercano di tenere buoni i poppanti imitandone i suoni. Il suono di un bambino che piagnucola li supera tutti classificandosi al primo posto tra i più fastidiosi. A rivelarlo è una nuova ricerca pubblicata nell’ultima edizione della rivista specializzata on-line «Journal of Social, Evolutionary and Cultural Psychology».
IMPOSSIBILE CONCENTRARSI – L’indagine è stata condotta attraverso l’ascolto di discorsi registrati. Tutti i discorsi utilizzati nelle registrazioni erano in linguaggi stranieri sconosciuti ai volontari, per essere certi del fatto che a essere testato fosse l’effetto del loro rumore, e non il loro significato. I volontari hanno risolto il minor numero di problemi e fatto il maggior numero di errori mentre cercavano di ignorare il suono del piagnucolare dei bambini. Il tasso di errore è stato quasi il doppio rispetto a quelli commessi mentre nelle cuffie era trasmesso lo stridio della sega circolare.
«PROGETTATI» PER DISTURBARE – Come sottolineano Sokol Chang e Clark nella ricerca, «i suoni dei bambini sono stati concepiti da un punto di vista acustico per evocare una risposta nell’ascoltatore. E questo indica il fatto che sembra esserci qualcosa di intensificato nella struttura acustica del piagnucolio dei bambini piccoli, che li rende effettivamente in grado di distrarre chi ascolta».

(da yahoo.com)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.