BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Honegger, vogliamo certezze per i nostri lavoratori”

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord di Albino in merito all'accordo di programma Honegger.

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord di Albino in merito all’accordo di programma Honegger.

La Giunta guidata dal primo cittadino Luca Carrara è riuscita ad azzerare le garanzie occupazionali poste nel 2008, regalando, inoltre, a Zambaiti e Lombardini ben 750 mila euro. La Lega dice no!

Noi Abbiamo detto no!
Questo il chiaro messaggio che nell’ultimo consiglio comunale abbiamo voluto dare alla maggioranza di governo Albinese, targata Luca Carrara in merito all’Accordo di Programma Honegger. Una maggioranza di sinistra che, pur promettendo di tutelare i lavoratori, si rivela incapace di farlo in maniera seria, sicura ed appropriata, cercando, ovviamente, di scaricare le colpe su altri. Siano essi Regione, Sindacati, Comuni vicini.

Sicuramente Albino, come molti altri paesi della Valle Seriana, vive un periodo di difficoltà economico occupazionale. La Lega Nord, nel corso delle passate amministrazioni, aveva messo in campo progetti capaci di garantire il lavoro e addirittura di rilanciarlo: un esempio su tutti, il progetto Hi-Tex campus sottoscritto nell’Aprile 2008 dall’allora Sindaco, dalla Provincia, dalla Regione, dalla Comunità Montana, dai tre Sindacati confederali, dal Cotonificio Honegger e dalla Federazione Europea dei Tessili.

Lì dove oggi questa amministrazione concede la costruzione del centro commerciale, la Lega Nord aveva previsto una cittadella produttiva e di ricerca nel settore tessile. Un progetto in grado di garantire non soltanto il lavoro ai 400 dipendenti già impiegati all’interno dello stabilimento Honegger, ma addirittura implementare i posti di lavoro, favorendo ed incrementando produzione ed innovazione. Del progetto, a causa dell’incapacità del Sindaco Luca Carrara, non è rimasto nulla. Non v’è un reale piano aziendale, né tantomeno occupazionale, da parte della proprietà Honegger, ma il Sindaco Luca Carrara ha detto comunque sì, “accontentandosi” di 150 posti di lavoro, per giunta part-time, reimpiegati in strutture commerciali. Strutture commerciali di cui, ad oggi, il Comune di Albino non ha decisamente bisogno, e che saranno, pertanto, destinate ad un futuro sicuramente breve e non roseo. Ma c’è di più, Luca Carrara ed i suoi compagni rossoarancioni hanno regalato ai privati ben 750.000 euro degli Albinesi per assolvere ad un impegno già sottoscritto nel progetto Hi-Tex campus del 2008. Questo regalo ha il sapore della beffa visto il danno che gli Albinesi subiscono a causa della ridotta capacità occupazionale dell’accordo di Luca Carrara & compagni.

Quello che chiediamo al Sindaco ed alla sua maggioranza è quale sia l’interesse collettivo in questa sciagurata scelta politica.

L’atteggiamento del sindaco rivela una scarsa e preoccupante lungimiranza politica, che produrrà un irreparabile danno alla cittadinanza albinese con forti e gravi ricadute per gli anni a venire.
A tutto ciò abbiamo detto no.

Vogliamo certezze per i nostri lavoratori, non ci accontentiamo di briciole tra l’altro nemmeno sicure. Oltre agli scarsi benefici occupazionali cosa porterà questa scellerata decisione dell’attuale amministrazione? Sicuramente ad un peggioramento delle condizioni di vita degli Albinesi: oltre ad un incremento del traffico, ad un peggioramento sensibile della qualità dell’aria, sfumerà, infatti, anche il progetto voluto ed appoggiato dalla Lega Nord di rilancio di Piazzo, polmone verde di Albino, che prevedeva la realizzazione di un parco e la ristrutturazione delle cascine esistenti, ristrutturazione vincolata al mantenimento, da parte della proprietà dello stabilimento Honegger e delle cascine di ben 400 posti di lavoro.

Cosa ne sarà di quest’area? Grazie alla scelta della maggioranza rossoarancione di eliminare la tutela di Piazzo dall’accordo Honegger, non vi saranno particolari vincoli costruttivi su quest’area. A Piazzo, pertanto, potranno essere messi in atto interventi edificatori slegati da qualsiasi piano di rilancio produttivo.

Questo a parer nostro non significa governare ma piuttosto assecondare (calar le braghe) in maniera cieca un progetto senza futuro né garanzie, privo di sviluppo e di qualsiasi piano aziendale. In sostanza, un salto nel buio senza ritorno insomma.

A tutto ciò ed all’incapacità di questa amministrazione noi abbiamo detto no! Questa volta la responsabilità è soltanto loro e non potranno, come già fatto in passato, imputare la colpa di tali errori ad altri (Stato, Regione,Provincia o Sindacati).

Inutile strumentalizzare ed incolpare la Regione e la Provincia che hanno solo un ruolo di coordinamento. Sono i Comuni che devono essere i protagonisti delle scelte territoriali, pertanto non potranno mai essere nella condizione di subire le conseguenze delle scelte, ma solo di effettuarle nell’interesse della propria Comunità.
Il Sindaco di Albino e la sua maggioranza si sono preoccupati solo di screditare gli altri Enti partecipanti all’Accordo di Programma, anziché ammettere i propri errori e preoccuparsi di risolverli.

La responsabilità di questo danno è solo loro e gli elettori non potranno che tenerne conto.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da albinese

    …e se la matematica non è un’opinione un posto di lavoro vale 5.000 euro? (750.000/150)

  2. Scritto da bgdoc

    La programmazione dei centri commerciali e’ regionale (lega), la politica del lavoro impostata sul precariato e’ nazionale (lega), i fondi e la creazione di centri ricerca e sviluppo e’ anche nazionale (lega), gli interessi del’operatore Lombardini (che fa’ giustamente l’imprenditore) coincidono con quelli della Lega in altre aree, la lega fa’ come sempre il doppio gioco di finto governo (non decidono nulla di piu’ di qualche norma folcloristica) e finta opposizione (accodata a servire i potenti

  3. Scritto da .

    @ 25:il Sindaco di Albino,non è leghista poteva opporsi ed invece si è accodato con il suo collega non leghista di Nembro.

  4. Scritto da !

    @ 25,la politica del lavoro impostata sul precariato la avviata il Governo del sig Prodi,poi il sig Berlusconi ha finito bene il lavoro iniziato da altri. Non dimentichiamolo sarebbe un grosso errore!

  5. Scritto da Questo è un fatto.

    @ 18 il Sindaco leghista Bosatelli di Villadogna,insieme ad un Imprenditrice del Tessile,sta portando avanti una bellissima iniziativa che a fine Settembre dara lavoro a circa 30 Donne.

  6. Scritto da Parole al vento

    La verità è che gli Zambaiti non hanno un piano industriale e neppure più la mentalità industriale, per cui anche le proposte del tipo Hi-tex campus servivano solo a spillare soldi pubblici.
    La verità è che, al di là delle dichiarazioni di chi ha scritto l’articolo, non vi sono politiche governative e regionali a sostegno del lavoro.
    Anche un rifiuto non avrebbe evitato una chiusura che si avvicina.

  7. Scritto da c.g.

    L’accordo Honneger l’ha fatto la lega nella precedente amministrazione.
    Questa si è trovata a gestire decisioni già prese (dalla Lega) su cui mi risulta ben poco si poteva trattare.
    Alla demagogia non c’è limite!!!

  8. Scritto da V

    @ 30:si si,la colpa di tutto quando cé colpa,è sempre di quelli di prima… ma quando vi deciderete ad abbandonare questa mentalita da tifosi Ultras.

  9. Scritto da ???

    Mail 30 C.G. e per la parte riguardante il Comune di Nembro,la maggiore in questa impresina,la colpa è anche li dei leghisti al Governo del Comune di Nembro 10 anni fa?!

  10. Scritto da ol cgil...

    cg sei restato un po indietro qui non trattiamo del Valseriana Center,ma del nuovo Centro che sorgera nella proprieta Zambaiti ex Honegger. Li è tutta farina solo del sacco attuale Amministrazione.

  11. Scritto da mario

    Il comune di Albino ha tutti i poteri sul proprio territorio e se la delibera fosse stato un NO “quest’affare” non si faceva. Il sindaco Carrara a suo tempo ebbe a dire, in consiglio e sui giornali, che se il consiglio non approvava all’unanimità “l’affare” non era da fare. Staremo a vedere

  12. Scritto da Giuseppe A.

    3 nuovi Centri Commerciali Valseriana C. Alexander C. ed adesso questo Lombardini nel giro di poche centinaia di metri quadri,un appello ai Sindaci di Albino e Nembro:state uccidendo il piccolo Commercio,nei vostri paesi dopo le 22 cé un deserto fertile terreno per microcriminalita vandalismo etc,come i fatti recenti accaduti nei due comuni ben documentano. Fate in modo che il piccolo commercio torni nei vostri centri di paese.

  13. Scritto da l'osservatore

    Un tempo la sinistra difendeva i lavoratori, ora che ne è della sinistra? Il SEL di Vendola, che paventava un’opposizione dura a questa scelta infelice, ora da che parte sta? Ed i lavoratori pensano veramente di aver tutelato il posto di lavoro con questo misero accordo?

  14. Scritto da senza speranza

    Questa è il più incredibile delle iniziative commerciali della ns. provincia.A pochi metri da un altro centro che già a meno di 1 anno dall’apertura boccheggia.Scelte incomprensibili da parte di una classe politica che sa solo calar le braghe di fronte agli unici che possono salvare le casse comunali.Ma politica sarebbe anche idee, e possibilmente idee nuove!Unica soluzione è invece il centro commerciale,in questo caso senza alcun’altra garanzia.Regalando ai ns figli gli oneri per poi rottamarli

  15. Scritto da Lavoro

    Da quando la lega si interessa dei lavoratori ?

  16. Scritto da Gildo

    @ 15 Osservatore attento:bravo,Sinistra ECOLOGIA e Libertà di Albino cosa pensano di tutto ció? E poi riunire il Consiglio alla Honegger,in casa del “primo” interessato alla costruzione del C.C. dai… non avevate altro posto?

  17. Scritto da a

    Cominciate a tegliare i 5 miliardi all’anno di auto blu che usano anche i vostri amici verdi a Roma e proviamo a spenderli in altro modo e poi ne riparliamo. Grazie.

  18. Scritto da m.p.

    Sono sicuro che quelli che scrivo su questo blog in merito a questa presa di posizione hanno la memoria corta .
    la lega nord e’ sempre stata a fianco dei lavoratori sopratutto a quelli del comparto del tessile nel 2004 il ministro maroni ha varato un decreto ad hoc per i lavoratori del comparto del tessile in concerto con i sindacati, all’inizio della crisi del manifatturiero nel campo del tessile .
    ma si sa in politica la memoria e’ sempre corta, si guarda di piu’ alle contrapposizioni. Spiace

  19. Scritto da Daltonico

    @ 20 a chi:cosa centrano le auto blu,con le speculazioni edilizie ad Albino e Nembro,non fatene sempre un discorso Sinistra contro destra etc;qui si tratta di difendere il nostro territorio da inutili speculazioni,ció dovrebbe stare a cuore a chiunque e di qualunque colore!

  20. Scritto da NIK

    I sindacati hanno “sposato” l’idea imprenditoriale e non e’ vero che abbiano tutelato l’operaio/a, pure loro si sono lasciati trasportare dalle promesse di lavoro che verranno cancellate in brevissimo tempo, lasciando inoltre un eredita’ edificatoria SCANDALOSA

  21. Scritto da i comunisti

    I compagni sono troppo occupati a difendere immigrati e gay….la gente comune gli fa schifo a lorsignori…

  22. Scritto da V

    @ 9 fette di salame molto spesse:l’inizio del Valseriana C. è dei leghisti di allora,ma il completamento del “operina” volumetrie maggiorate etc è del attuale Ammistrazione di Albino,non dimentichiamo poi la promessa fatta anche li di assumere personale Disoccupato;tu sai quanti Disoccupati ha assunto il V.S. come promesso o è valsa la famosa Fideiussione…?!

  23. Scritto da Tom

    @8 Salumiere,”il NO del Comune di Albino non avrebbe fermato il progetto…” stai mentendo e lo sai.

  24. Scritto da OL GIOAN

    X S.F.S La delibera di ieri sera ha strvolto il territorio di Albino in quanto Piazzo sara’ EDIFICATO con 33.000 MC, una bazzecola, inoltre promette(le promesse di assunzione sono sempre aleatorie anche se si firmano dei contratti) l’idustriale di assorbire 150 persone. Dimenticavo il comune per le assunzioni ha pagato all’industriale 750.000,00 euro, pero’ con tutti questi favori il comune ricevera’ circa un milione di euro. Dimmi chi ha fatto l,affare?

  25. Scritto da contraddizioni

    Ehi, leghisti. L’accordo di programma è stato firmato, ed esaltato, dall’assessore regionale al Territorio Daniele Belotti. Vi risultra che sia iscritto al vostro partito? Se sì, perchè non andate da lui a protestare? Avete paura o è solo disinformazione? Coraggio, dai, non vi manca la baldanza. Sono sicuro che saprete cantargliele di brutto al Belotti. Non vedo l’ora di assistere allo spettacolo.

  26. Scritto da silavana

    certo che vedere amministratori di centrosinstra (Nembro e Albino) fare centri commerciali e dimezzare l’occupazione sono come i servi dei padroni. vergogna!

  27. Scritto da stefano dentella

    ad Albino sono tutti d’accordo, destra e sinistra. Chi guarda solo da una parte è in malafede. Atrtorno al tavolo che ha dato vita a questo obbrobrio giocato sulla pelle degli operai c’erano rappresentanti di entrambi gli schieramenti. Diciamo le cose come stanno.

  28. Scritto da concreto

    X contr..Ei comunista, la Regione ha avvallato il parere tecnico, ma la parte politica e amministrativa ed il rispetto del territorio spetta solo al Consiglio Comunale di Albino.
    La maggioranza non ha tutelato i lavoratori (erano 400 ora 150 e a par-time) e nemmeno la parte produttiva hanno cancellato col la loro alzata di mano più di un secolo di vita lavorativa insomma il nome HONEGGER non ci sarà più. Bravi Comunisti

  29. Scritto da PANK

    No caro Dentella le cose non stanno come tu dici, la Lega ha VOTATO NO a questa proposta dell’imprenditore “speculatore” ha votato NO perchè i lavoratori non sono TUTELATI (il loro posto durerà al massimo 2 anni), e il territorio della ns. città sarà DEVASTATO. Alla faccia!

  30. Scritto da dipendente

    Per “UN PUGNO DI DOLLARI ” svendono il nostro territorio e mandano allo sbaraglio i lavoratori della Ditta Honegger questi sono gli amministratori di Nembro ed Albino ed hanno lostesso colore politico di sinistra. Dovrebbero arrossire

  31. Scritto da albinese

    Chi scrive sottolinea che Albino non ha necessità di centri commerciali e forse dimentica il Centro Valseriana,ancora in fase di costruzione, dove avrebbero dovuto trovare occupazione tanti lavoratori, che ex Honegger, ma poi i questi pochi effettivamente assunti (vedi dipendenti dei vari negozi), e si affida ad un aleatorio ed incerto PROGETTO di un campus ed al rilancio (EDILE) di piazzo?
    Beh, effettivamente, di certezze ne ha proprio bisogno!

  32. Scritto da ALBINESE (senza fette di salame)

    Se non sbaglio il progetto parte del Comune di Nembro col totale avvallo e appoggio (ovvio visto che c’è di mezzo Lombardini) della Regione e della Provincia (LEGA E PDL) . Il NO di Albino non avrebbe fermato il progetto. Riguardo il progetto Campus com’è che dal 2008 se ne sono perse le tracce? Bufala leghista? In malafede si citano i 400 posti di lavoro quando chi conosce la realtà Honegger sa che alla proprietà da tempo non interessa il lavoro “industriale ” ma solo l’attività finanziaria o

  33. Scritto da senza fette di salame

    quella immobiliare. Alla LEGA albinese lo stesso giochetto del centro commerciale però andava bene per il progetto Valseriana Center impostato quasi 10 anni fà. E quando mai è scesa in piazza (o ha operato fattivamente in Amministrazione) l’eroica Lega Nord quando si è capito che si iniziava a smantellare quella attività industriale per salvare i posti di lavoro? IPOCRITI COME SEMPRE !!!