Ozono

Legambiente: torniamo a parlare i qualit?? dell’aria

L'intervento dell'associazione ambientalista dopo la pubblicazione dei dati sull'ozono in Bergamasca che va oltri i limiti di guardia previsti dalla Legge.

"Affrontare il tema della qualità dell’aria rischia di farci sembrare ripetitivi ma non è certo colpa nostra se certi avvenimenti accadono, accadano nuovamente, si ripetano, si ripetano nuovamente….
E non è colpa nostra nemmeno se chi avrebbe il dovere di intervenire non lo fa.
E così, anche quest’anno ci troviamo di fronte ai dati sulla quantità di ozono, sui superamenti dei limiti di legge e sulle possibili conseguenze.
Conseguenze che possono essere serie – e quindi radio, tv e giornali ci consiglieranno di non uscire di casa nelle ore più calde, di evitare i parchi, di pensare alla salute di anziani e bambini…
Chiediamo scusa ma non riusciamo a comprendere come sia possibile che non si faccia nulla per prevenire i problemi.
Il problema non è semplice ma la sua genesi è – dato riconosciuto da tutti – nella presenza di troppe autovetture. Autovetture che d’inverno sono causa principale delle polveri sottili e in estate degli inquinanti che contribuiscono a degenerare l’ossigeno in Ozono. Individuato il problema ci viene da chiedere alle pubbliche amministrazioni cosa aspettano per intervenire in maniera seria, con una progettualità di ampio respiro. Ma certo la cosa non è semplice se si considera che dopo due anni l’amministrazione del Comune di Bergamo non è ancora riuscita a dotassi del Piano Urbano del Traffico. Di contro la provincia di Bergamo, nonostante le previsioni del PTCP, non effettua significativi investimenti sulla realizzazione della rete provinciale ciclabile e non esistono programmi per la messa a sistema del trasporto pubblico ferro – gomma piste ciclabili. Tutto ciò se paragonato ai relativi grossi stanziamenti per infrastrutture stradali può fornire il metro per valutare il vero interesse nella lotta all’inquinamento nonché essere metro di paragone con le politiche di mobilità adottate nei paesi più avanzati dell’Unione Europea".

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Generico
I dati
Ozono, Bergamo tra le citt?? pi?? inquinate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI