• Abbonati
Cortenuova

Ritardo negli stipendi: protesta la Rubini Sintered

"I lavoratori non ce la fanno pi?? ??? dice Massimo Lamera, della Fim Cisl -, ancora una volta un ritardo!".

Martedì dalle 10 si è svolta una manifestazione di protesta dei lavoratori davanti ai cancelli della stabilimento della Rubini Sintered di Cortenuova, uno sciopero di 8 ore per protestare contro l’ennesimo ritardo sugli stipendi, una situazione che ormai si protrae da parecchi mesi. I lavoratori hanno inscenato una camminata attraverso un percorso che collegava le unità produttive del gruppo, situate a poche centinaia di metri di distanza l’una dall’altra, partendo dal cancello principale, facendo tappa davanti al magazzino per poi passare davanti all’attrezzeria e allo stampaggio, per poi fermarsi davanti ai cancelli della Fema (azienda facente parte dello stesso gruppo e nelle stesse condizioni), infine ritornando davanti al cancello principale.
"I lavoratori non ce la fanno più – dice Massimo Lamera, della Fim Cisl -, ancora una volta un ritardo! Per loro forse non sarà un problema, ma per i lavoratori sta diventando un situazione non più sostenibile. Non ci spieghiamo inoltre perchè l’azienda fatturi quasi un milione di euro ogni mese e non riesce a far fronte a 100mila euro di stipendi. Ci auguriamo che l’azienda ora ritorni alla normalità, diversamente continueremo le nostre mobilitazioni. I lavoratori meritano rispetto e stipendio!"
 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI