BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Che il lavoro sia al centro dell’iniziativa politica”

Pubblichiamo l'intervento di Sergio Gandi del Partito Democratico bergamasco in occasione della Festa dei Lavoratori.

Più informazioni su

Pubblichiamo l’intervento di Sergio Gandi del Partito Democratico bergamasco in occasione della Festa dei Lavoratori.

Il Partito democratico coglie l’occasione del Primo maggio, che lo vedrà nelle piazze a fianco dei lavoratori, per tornare sulle urgenze e sulle criticità che preoccupano il mondo del lavoro.
La ricorrenza del Primo maggio ha un fortissimo significato per una forza politica, come il Pd, che ha posto il lavoro al centro del suo sistema di valori e della sua iniziativa politica.
In un momento non certo facile, anche nel nostro territorio, per l’economia e la società, la giornata del Primo maggio ci richiama all’impegno su temi prioritari che, essendo occupato in altre vicende, il Governo non ha mai assunto nella propria agenda:
– si deve ridistribuire il carico fiscale, alleggerendolo sin da subito per lavoratori (dipendenti ed autonomi) ed imprese e dando respiro ai consumi, alla domanda interna e, in ultima analisi, allo sviluppo;
– è necessario assistere la ripresa, che fatica a divenire continua e diffusa e che vede ancora settori dell’industria e soprattutto del terziario e dell’edilizia fortemente penalizzati, con l’obiettivo di offrire una prospettiva a chi, anche a Bergamo – poco meno del 4%, il 12% tra i giovani –, ha perso il lavoro e non ha ancora un’alternativa sicura;
– è indispensabile dare un futuro certo ad un’intera generazione che oggi anche in Lombardia trova lavoro, nella misura di oltre il 75%, attraverso contratti precari: serve subito una riforma che dia stabilità al lavoro e risolva sin d’ora il problema delle future pensioni, che rischiano di essere, per chi oggi ha 20 anni, poco più di una mancia;
– è inaccettabile una società che lascia “in panchina” oltre la metà delle sue risorse: il tasso di occupazione femminile deve essere incrementato con misure che incentivino l’ingresso e la permanenza al lavoro delle donne anche dopo la maternità e che concilino lavoro professionale e di cura (fiscalizzazione delle spese di cura, riforma dei congedi parentali, politiche flessibili degli orari, servizi alle famiglie).
Quanto al dibattito che ha avuto luogo in questi giorni sui mezzi di informazione, il Pd – pur nel rispetto della libertà delle imprese, soprattutto commerciali, che operano in un momento difficile ed hanno, nelle città a vocazione turistica, esigenze peculiari – preferisce che la festa dei lavoratori sia tale fino in fondo e consenta libertà di scelta soprattutto a coloro i quali, i lavoratori di ogni ambito, età e natura, ne sono fino in fondo i protagonisti.
Ribadiamo, infine, con convinzione che l’obiettivo che il Pd si pone è quello di fornire strumenti di sostegno e di emancipazione veri a chi – lavoratore dipendente, autonomo, delle professioni o dell’impresa – è chiamato ogni giorno ad affrontare i problemi relativi alla sua attività ed avverte un’inaccettabile sensazione di distanza da parte del mondo istituzionale, anche locale.

Sergio Gandi – Responsabile lavoro Pd Bergamo
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LDN

    il pd pone al centro della sua azione politica il lavoro? questa è una novita assoluta, grazie gandi per avercela rivelata.

  2. Scritto da g

    Siete uguali…………………………