BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Approvato l’aumento di capitale fino ad un miliardo

Nessuna sorpresa all'assemblea dell'istituto bancario. Decisa inoltra la distribuzione del dividendo pari a 15 centesimi per azione.

Più informazioni su

L’assemblea di Ubi Banca ha approvato oggi a larga maggioranza il bilancio 2010 del gruppo e la distribuzione ai soci di un dividendo pari a 15 centesimi per azione, ma soprattutto ha dato il via libera in sede straordinaria all’aumento di capitale fino a un miliardo di euro che servirà alla banca per adeguare i coefficienti patrimoniali ai dettami di Basilea 3 e che aveva provocato turbolenze sui mercati azionari nelle scorse settimane
Tutto è dunque filato via liscio far i padiglioni della Fiera di Bergamo, dove erano presenti circa 2.500 soci di Ubi. L’unica vera novità della giornata è l’ufficializzazione della data della presentazione del piano industriale del gruppo , un passo necessario anche per spiegare al pubblico le motivazioni dell’operazione di ricapitalizzazione che un mese fa ha colto di sorpresa i mercati e ha dato il via libera a mosse simili da parte degli altri gruppi finanziari nazionali, Intesa Sanpaolo, Mps e Bpm. "Presenteremo il piano nella mattina del 16 maggio a Milano", ha detto in assemblea Victor Massiah, amministratore delegato di Ubi Banca.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da maurizio

    Negli ultimi 3 anni l’azionista della Banca Popolare di Bergamo si trova :
    1.il suo capitale ridotto di oltre DUE TERZI, da 22 euro a 6 euro per azione;
    2. il suo dividendo ridotto di circa SEI VOLTE, da 90 e passa centesimi di euro a 15 centesimi;
    3. i costi dei servizi bancari sempre in aumento;
    4. i rendimenti degli investimenti tendenzialmente BASSI e INSTABILI.
    Conclusione : la banca ci sta impoverendo. Domanda : il piano della banca invertirà questa tendenza?

  2. Scritto da ex elettore

    Sig Maurizio lei ha perfettamente ragione, il problema è che al contrario dirigenti e banchieri si arricchiscono sempre piu, quindi per la banca va tutto bene. Il bello è che si chiamano banche popolari.

  3. Scritto da Asset Allocation

    Diciamoci la verità: non essendoci voto segreto, ma voto pubblico (con contrari ed astenuti invitati a certificare e registrare pubblicamente il proprio dissenso, ovvero invitati alla gogna pubblica), la maggioranza degli azionisti (che erano essenzialmente contrari all’aumento di capitale) ha preferito, proprio come dice “valgo”, rassegnarsi al peggio. Anch’io ero presente e confermo che i battimani più fragorosi sono stati per chi ha criticato le mosse del Comitato di Gestione

  4. Scritto da valgo

    ero presente all’ assemblea e ho percepito un dissenso rimarcato da battimani fragorosi soprattutto per quanto riguarda gli emolumenti agli amministratori ,anche se poi la maggioranza ha votato le proposte UBI, ho respirato aria di rassegnazione e impotenza.