BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I tunisini sognano la Francia? Pedretti: pago io il pullman fotogallery

Il consigliere regionale della Lega Nord Roberto Pedretti accoglie provocatoriamente l???appello dei tunisini che da qualche giorno bivaccano a Mozzo.

“Il sogno dei tunisini è andare in Francia? Li porto io in pullman”. Il consigliere regionale della Lega Nord Roberto Pedretti accoglie provocatoriamente l’appello dei tunisini che da qualche giorno bivaccano a Mozzo. Sono scappati dal loro Paese sui barconi, rischiando la vita, e dopo aver varcato i confini italiani si sono diretti a Nord. Non hanno un tetto sotto cui rifugiarsi, per questo motivo durante la notte dormono dove capita: nel sottopasso della Dorotina, a Mozzo, oppure nei campi circostanti se non piove. Sulla pelle portano le evidenti ferite causate dal barbaro trattamento della polizia fedele al regime: decine e decine di frustate. Nei giorni scorsi circa una trentina di loro è passata da Mozzo. Arrivano in treno, ma per loro il paese dell’hinterland è solo una tappa del viaggio che dovrebbe portarli in Francia. E’ il loro sogno. Là troverebbero parenti, amici e, sperano, un lavoro. Il treno però costa troppo, non è facile trovare i soldi necessari per andare Oltralpe.
Pedretti, spinto chissà se da puro intento caritatevole oppure solo provocatorio, vorrebbe dare loro una mano. E’ pronto a organizzare un pullmino per portare i tunisini in Francia. “Considerate le dichiarazioni da loro stessi rilasciate ai quotidiani locali, ovvero il loro desiderio di volersi trasferire in Francia o in Belgio per cercare lavoro – spiega – , mi rendo disponibile a finanziare personalmente il viaggio in pullman verso la direzione da loro desiderata considerando le loro buone intenzioni”. Nelle prossime ore dovrebbe tenersi un incontro tra una delegazione di rifugiati, il consigliere regionale e il sindaco di Mozzo Silvio Peroni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paride

    La Francia??? Ottima idea!!! chissà che non sia la volta buona che lo accolgano anche lui, il Pedretto, pensate che liberazione, per Curno.

  2. Scritto da boooooooooo

    scusate: ma GIULI, ARISTIDE, sono la stessa persona?? ditemelo x favore.

  3. Scritto da IL POLEMICO.

    be ete pareva!! !che la GIULI, O CLAUDIO PIGA, NON DICESSE LE SUE ST…., è gia iniziata anche a Curno la campagna contro il suo pagatore se lei dorme, non è colpa di nessuno

  4. Scritto da IL POLEMICO.

    cara GIULI, o meglio, CLAUDIO PIGA, capisco che lei deve tenergli le bretelle al suo santo pagatore, ma x far quadrare il bilancio comunale si danno circa 1000 mc, edificabili!! è questa la politica che voi magna magna, la sbandierate tanto!!! be cittadini CURNESI, giudicate voi, a maggio del 2012, salvate il vostro paese, o meglio quel poco che rimane di verde, AUGURI.

  5. Scritto da mattia maggioni

    gentile giuli non era mia intenzione aprire una discussione sulla scuola materna, ho solo risposto ad una richiesta di un post precedente. concordo che la vicenda materna-elementari richiederebbe un confronto molto più lungo, ma non posso convenire con un dato falso: le opere previste avevano tutte copertura finanziaria ed il mutuo per la scuola materna era ampiamente nelle possibilità d’indebitamento del comune ( v. relazione revisori conti ). avremo modo di riparlarne comunque

  6. Scritto da mattia maggioni

    appunto, conosco meglio la questione della scuola materna perchè in quel periodo ero in comune a curno, non mi pare di aver detto che la depubblicizzazione non fosse corretta, era anzi obbligatoria, il parallelismo era solo nel fatto che anche in quel caso gli abitanti di curno avevano contribuito a costruire un “bene” che poi è di fatto divenuto privato. circa il piano di lottizzazione dell’area ex-cinema la devo purtroppo smentire: quando venne eletta la giunta morelli il piano era già stato

  7. Scritto da mattia maggioni

    ……approvato in via definitiva dalla precedente amministrazione leghista per quanto riguardava volumetrie e destinanzioni d’uso, il discorso della nuova scuola materna era stato affrontato dalla nostra giunta nell’ambito di un’intervento che prevedeva anche il completamento del campus scolastico con la nuova elementare ( colpevolmente abbandonata dall’attuale amministrazione) e lo spostamento della materna nella vecchia elementare. anni di paziente lavoro giunto ormai alle battute finali

  8. Scritto da mattia maggioni

    vanificato dalle scelte scellerate della nuova amministrazione……chiedo scusa per essermi dilungato ma sentivo la necessità di chiarire la questione.
    detto ciò stasera prosegue la raccolta di generi di conforto in largo vittoria fino alle 21

  9. Scritto da Giuli

    Caro Maggioni, guardi che la campagna elettorale è aperta in altri comuni, non ancora a Curno. La replica alle sue affermazioni quifuori tema in materia di scuola elementare e materna, richiederebbe più spazio e tempo. Le ricordo una piccola variabile che Lei come altri dimentica spero solo per propaganda, le vs. “scelte oculate” hanno messo in ginocchio Curno sotto il profilo finanziario e solo dopo quattro anni e nonostante la crisi si è riusciti a riportare il bilancio in pareggio. Ad maiora.

  10. Scritto da Cicce Fraina

    Se siete disonesti incarceratevi e lasciate il posto a chi rispetta leggi e regole specialmente quelli che governano devono dare il buon esempio altrimenti dall’immondizia per strada alle auto in seconda fila e crescendo sempre più finiamo peggio del terzo mondo.

  11. Scritto da mattia maggioni

    @chiedo chiarezza : purtroppo non sono in grado di rispondere alla sua domanda, non frequentando con assiduità nè l’oratorio nè la chiesa di curno, immagino che il discorso sia simile a quello della scuola materna ( costruita negli anni da cittadini, comune e parrocchia e poi depubblicizzata dalla regione lombardia divenendo, di fatto, un ente privato); non credo che gli introiti si siano comunque fermati a curno…..ma l’iniziativa mi piace e la sostengo, oltre, ovviamnente, a parteciparvi

  12. Scritto da x il MATTIA MAGGIONI

    x il buon MATTIA MOGGIONI: SINCERITA MaTTIA, lei dice delle belle bugie, lei non era assessore qualche anno fa!! con la giunta Morelli! quindi saprà anche che la scuola materna è stata si depubblicizzata ma con atto notarile, è di tutta la comunità Curnese, x quanto riguarda la nuova scuola materna lei sa benissimo che prima di costruire il palazzone in piazza ci furono degli incontri con il costruttore, ma la sua allora Sindaca, non accettò l”offerta dell”imprenditore, quindi non si fece nulla

  13. Scritto da il polemico

    per agnese e giuli: i miei genitori sono stati in svizzera per lavoro,e vi assicuro che morti di fame o no,senza contratto la non si entrava,cera da scordarsi che i politici o le associazioni locali aiutavano i clandestini o gli immigrati irregolari.e come ho gia detto altre volte,non è colpa nostra essere nati in una paese più ricco di altri,e che dobbiamo fare?se non si danno regole,viviamo nell’anarchia.chi vuole aiutare,lo faccia di tasca propria o aprendo le loro case ai “bisognosi “

  14. Scritto da Cicce Fraina

    @31 Allora teniamoci i clandestini che lavorano in nero accettiamo che ci rubino il portafogli quando restano senza lavoro (nero). Strade piene di buche , aspettiamo il treno (sporco) perché ce ne sono pochi, speriamo di non ammalarci perché magari l’unica tac che funziona è a 40 km. Festeggiamo la nostra classe dirigente Marchionne che prende 1000 stipendi al mese per dire che in Serbia si guadagna di più a Tremonti cher dice che non possiamo permetterci di spendere per la sicurezza sul lavoro

  15. Scritto da CHIEDO CHIAREZZA.

    x il buon Mattia MAGGIONI. capisco benissimo e condivido in parte ciò che lei dice che cè chi si muove x offrire sostegno ed accoglienza agli esuli come la parrochia di curno e pure l”oratorio, be con tutti i soldi che si sono messi in tasca con la vendita del vecchio cinema, che era stato fatto dai cittadini di curno, lei mi sa dire cosa hanno incassato!! e cosa hanno dato hai cittadini bisognosi di curno?

  16. Scritto da il polemico

    @29:se non cera condono,che si faceva?’si demoliva tutto?’non credo,cosi almeno qualche soldo si è recuperato,per l’evasione le faccio classico esempio che faccio a tutti:un pittore per pitturargli la casa gli chiede 1000 euro in nero,o 1200 con fattura,lei cosa sceglie?risparmia 200 euro,o preferisce pagare l’iva cosi è felice che pure pittore paga la sua spettanza?e che ha lei non gli torna indietro nulla e si trova con 200 euro in meno da spendere per altro?

  17. Scritto da il polemico

    segue:pure per lo scudo fiscale,tanto i soldi non sarebbero mai tornati,quindi meglio recuperare poco o niente?lo so che ci vorrebbe piu moralità nelle persone,ma in tutto il mondo è cosi,partendo dal primo uomo all’ultimo,nessuno di noi è innocente,io rubo scaricando da internet gratis,altri fanno lavoretti in nero,che facciamo??ci autoincarceriamo tutti?

  18. Scritto da agnese

    X Giuli
    Credo che Lei abbia tanto buon senso e la consiglierei a non rispondere a queste misere provocazioni.
    L’augurio per queste persone è di trovarsi in futuro nelle medesime difficoltà di questa povera gente.

  19. Scritto da gio

    il problema e che pedretti e la lega + pdl avete riempito l italia di stranieri negli ultimi 10 anni tra sanatorie e condoni ne avette fatti entrare 3 milioni illegali poi sanati e altri 3 milioni di illegali sui camion
    ma ovvio e 10 anni che siete all opposizione ,
    ma a sistemare parenti e amici nei posti publici a stipendi da 300 000 euro siete primi e campioni battete persino mastella

  20. Scritto da NINO

    I commenti in negativo su questa proposta sono da imputare a persone che andavano a fare i blocchi a Ventimiglia perche questi “disperati” potessero attraversare la frontiera, ora li troviamo a contestare. Come e’ strano il mondo.

  21. Scritto da mario

    Ma bravo cosa?!? Paga lui…puoi quando li rispediscono in italia? Gli prepara un altro pullman pagato sempre da lui? il problema sta a monte…BISOGNA METTERE LE NAVI IN MARE E NON FARLI ARRIVARE QUI!

  22. Scritto da P.G.G.

    siamo alle solite… viene spontaneo suggerire una colletta per incentivare il singolo viaggio di Pedretti… che tristezza…

  23. Scritto da Cicce Fraina

    Vede signor polemico noi non affondiamo per l’umore dei tunisini ma perché abbiamo il 38% di PIL in nero prodotto in massima parte con immigrati clandestini in nero. Vuol dire che chi tuona contro gli immigrati lo fa solo per prendere voti, se la cosa interessasse veramente invece di dire citrullate si pretenderebbe il rispetto delle leggi e si bastonerebbero gli pseudoimprenditori disonesti invece si sparano scemate e c’è sempre qualcuno che ci crede. Il problema non è l’Europa, è tutto interno

  24. Scritto da Giuli

    Che battuta fulminante! Esempio di lungimiranza e splendida eloquenza. Pago io il pullman dice. Ovverosia come svilisco le speranze e le aspettative di uomini che meritano rispetto, saranno anche clandestini ma hanno il sogno di potere lavorare per crearsi un futuro. Forse questo ricco politico non sa o non ricorda cosa succedeva ai bergamaschi che andavano in Svizzera a lavorare solo 30 anni fa! Ma d’altra parte cosa ci si può attendere da chi ha asservito il crocefisso alla politica.

  25. Scritto da il polemico

    @25.vuole farmi credere che il lavoro nero cè solo in italia?’e solamente da 10 anni?l’imprenditore disonesto purtroppo cè sempre stato,sempre ci sarà,come irreprensibili avvocati percepiscono soldi in nero,dentisti,liberi professionisti,tutto si paga in nero,come in ogni altra parte del mondo,se poi lei mi dice che questo accade solo da noi,beh,si guardi un po in giro prima

  26. Scritto da wka

    contribuisco anche io.non saremo i soli!

  27. Scritto da Cicce Fraina

    @28 faccia così mi dica lei dove in Europa c’è il 38% di PIL sommerso, dove hanno depenalizzato il falso in bilancio, dove hanno fatto il condono tombale e dove hanno inventato lu scudo fiscale per i capitali all’estero. Quando una quarantina di anni fa non c’era il precariato e l’Italia cresceva, ed era normale il rispetto delle norme, gli extracomunitari li contavamo sulle dita anche se arrivavano dal nordafrica già dai tempi dei fenici.

  28. Scritto da TEX

    Ecco un’iniziativa interessante, bravo Pedretti

  29. Scritto da mattia maggioni

    imperdibile, come sempre, la dichiarazione del buon pedretti che dimostra per l’ennesima volta la sua visione del mondo, nel frattempo c’è chi si muove per offrire sostegno concreto ed accoglienza agli esuli , come le parrocchie di curno e mozzo insieme al pd di curno,alla caritas ed all’oratorio…le persone si giudicano per quello che fanno, giusto?

  30. Scritto da il polemico

    sarebbe bello,il problema è che la francia non li vuole e l’unione europea gli da ragione,al contrario dell italia,che quello che fa,alla unione europea non va mai bene….

  31. Scritto da Cicce Fraina

    Mah….un pochino di intelligenza vorrebbe si potesse capire che se anche gli immigrati , potendo, non valutano positivamente il restare in Italia vuol dire che qualche problema (grosso) c’è. Invece di guardare quello che succede da noi si va sempre a criticare gli altri (come fa il polemico che seguendo le istruzioni destro-leghiste attacca l’Europa, oppure il sig Pedretti che fa la sua sparata senza senso col solo scopo di ragranellare il voto di quelche anima semplice. Aprite gli occhi !!!!!

  32. Scritto da nicola agazzi

    ottima iniziativa. Si esaudiscono i desideri di queste persone e si aiutano a vivere meglio. Pedretti anch’io contribuisco. Brao!

  33. Scritto da Non ci vogliono manco i disperati

    L’Italia è conciata al punto che nemmeno questi disperati vogliono saperne di vivere qui: scappano dall’Italia così come scappano dalla Tunisia.
    Invece di fare i gradassi o di sghignazzare, sarebbe il caso di farsi qualche domanda, cari (nel senso di quanto costate) i nostri governanti….

  34. Scritto da Chissà

    Chissà che la Francia piaccia anche a Pedretti

  35. Scritto da giacomo arici

    Grande pedretti, dopo ore ed ore di viaggi e gusto aiutarli visto che la loro meta è la francia dove troverebbero aiuto e parenti non capisco perchè tenerli qui dove non voglio stare

  36. Scritto da giovanni

    bravo pedretti questa si che è una bella idea

  37. Scritto da a

    Il trionfo del populismo, del luogo comune, dell’arroganza, del becero e insulso luogo comune, dell’avvilimento di quanto di umano c’è nell’essere umano, dell’egoismo, della violenza delle parole, della politica fatta dai truzzi…
    Adesso qualcuno dirà, lo sento già aprire la ciabatta… dirà: “E perché non li prendi tu in casa etc…”. Ti anticipo dicendo che l’ho già fatto. Quindi cambia luogo comune.

  38. Scritto da Gerry

    @3 – Nel senso che lo vedi bene come autista di pulman ?

  39. Scritto da mario

    a me non sembrano proprio cosi disperati visto che sono belli pasciutti ben rasati con tanto di telefonino /sigarette che se disperati potrebbero farne a meno, ma la lega ormai a perso il suo vero idealismo e ogni tanto fa le sue sparate ,svegliamoci giovani!!

  40. Scritto da Merci

    E gia che ci va in Francia,ci resti anche lui. I cari leghisti ci hanno messo in questa situazione.

  41. Scritto da giulietta

    I Tunisini che tentano di andare in Francia sono persone che soffrono che sono scappate dalla loro nazione per sfuggire ai maltrattamenti e alla fame,non possiamo considerarli alla stregua di animali,cercano solo un lavoro ,la pace e la libertà e ne hanno diritto.Vogliono andare in Francia, alcuni per ricongiungersi a parenti ed amici,ma nel frattempo l’Italia ha il dovere di accoglierli e assisterli.Pedretti farebbe bene a evitare questa becera ironia e darsi da fare per aiutarli.

  42. Scritto da il polemico

    @4:non capisco suo discorso,quindi adesso mi dice che affondiamo perchè nemmeno gli immigrati reputano positivamente l’italia?dobbiamo seguire il loro umore adesso?poche settimane fa,l’europa ha detto testualmente che l’italia doveva gestirsi da sola la crisi essendo uno stato sovrano,adesso invece ,alla faccia dello stato sovrano,ci dice come dobbiamo comportarci,dimenticando che altri paesi si comportano peggio noi,tipo malta o grecia..o si è coerenti,o lasciamo perdere..e non sono leghista

  43. Scritto da Adelante Pedro , con Juicio

    Poi arrivato in Francia i francesi le chiederebbero se hanno reddito sufficiente ……. se hanno un contratto di lavoro ….. le cose utilizzate e sottoscritte anche dalla Lega.
    E’ un mondo difficile ……

  44. Scritto da Aristide

    Ammesso che pagare ai tunisini il viaggio alla frontiera sia un gesto di generosità, perché Pedretti non si reca dai tunisini e non corrisponde la somma del trasbordo in silenzio, invece di proclamare la sua intenzione ai quatto venti? O non ci ricordiamo il monito di Gesù? «Guai a voi, farisei, che ambite i primi posti nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze!» (Luca, XI, 43). Pedretti è lo stesso che nel 2009 distribuì i crocifissi-gadget in Consiglio: altra trovata, altro coniglio mediatico.

  45. Scritto da gio

    Bravo il Pedretti ha fatto i soldi ehh………….

  46. Scritto da Giacche

    Già che ci siamo in francia mandiamoci anche l’albanese palpeggiatore della notizia sotto…..uno dei tanti venuti a farci omaggio in questi anni.Mi raccomando censurate il msg!