BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Con Ceci via libera alle auto ?? questa la sua scelta politica”

Il consigliere di minoranza: "Altro che cavilli burocratici, non si ha il coraggio di dire che non si vogliono attivare le telecamere".

Pubblichiamo una lettera di Stefano Zenoni, consigliere comunale della lista Bruni, in merito alla recente polemica sollevata da un lettore di Bergamonews e seguita da un comunicato stampa del Pd e da una replica dell’assessore alla Mobilità Gianfranco Ceci. L’oggetto del contendere sono le telecamere già installate, ma mai attivate, in grado di dare multa a chi entra abusivamente nelle zone a traffico limitato.

Spettabile Redazione,

all’assessore Ceci, che attribuisce la responsabilità del ritardo dell’accensione delle telecamere alla precedente amministrazione per la mancata predisposizione di un sistema informativo info-traffico, si potrebbe controreplicare in vari modi.
Si potrebbe obiettare che le telecamere andranno a vigilare su una ZTL che esiste da più di vent’anni (le vie interne di Città Alta), e dunque una ZTL ben conosciuta da tutti i cittadini e già ben segnalata da cartelli informativi fissi (a proposito, magari l’assessore non ha pensato che i pannelli luminosi e digitali stonano un po’ con la vie di Città Alta).
Si potrebbe obiettare che la sua Amministrazione governa Bergamo da 2 anni ormai e che se questi sono i tempi per realizzare alcuni display luminosi, c’è poco da stare allegri per le altre opere pubbliche promesse.
Mi basta però far notare che è lo stesso Ceci, non sotto tortura né sotto minaccia, ad aver indicato delle tempistiche certe per l’accensione, scadenze puntualmente non rispettate e procrastinate all’infinito.
Le presunte ragione tecniche nascondono solo posizioni politiche, ma non si ha il coraggio di dirlo.
Per carità, posizioni legittime, benché antistoriche. Non è un mistero che molte persone abbiano votato questa giunta anche per l’impostazione culturale poco propensa a mettere i bastoni tra le ruote agli automobilisti (si vedano alcuni manifesti elettorali che recitavano, lo ricordo, “ meno  ZTL”).
L’importante però è essere trasparenti e non appigliarsi sempre a cavilli burocratici.
La Giunta faccia con coraggio un nuovo manifesto pubblicitario di autopromozione, riconoscendo che non ha affatto “rimesso in moto la città”, ma l’ha rimessa solo in auto.

Stefano Zenoni
Consigliere Comunale di Bergamo
Lista Bruni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da insoddisfatto

    Ricapitolando: la giunta “bruni” installò le telecamere. . . .adesso chi bisogna votare x attivarle?
    Ps ricordo che ci sono telecamere anche in piazza Matteotti e che i residenti sono esasperati dal traffico e dai parcheggi selvaggi!

  2. Scritto da enrico

    Zenoni ha ragione da vendere. Punto.

  3. Scritto da tra questo e quello

    Tutto vero.
    C’è da dire, però, che anche la Giunta Bruni ebbe tempi biblici in materia. Ricordo solo che a Milano tra l’ideazione e la realizzazione della zona ecopass son passati pochi mesi.
    A Bergamo Bruni in cinque anni non è riuscito a combinar nulla per garantire il rispetto delle ZTL, salvo l’installazione del sistema di telecamere che, caso strano, ha lasciato da completare a dopo le elezioni.
    Chissà perchè

  4. Scritto da Simone

    Peccato che voi ne avete avuti 5 di anni per fare qualcosa, ma….

  5. Scritto da Fagioli borlotti

    Zenoni concordo con te.

  6. Scritto da gimbo

    basta telecamere, non è possibile essere sempre controllati,viva la libertà….