BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, la campagna entra nel vivo “Non ci si improvvisa sindaco in due mesi”

Pubblichiamo la lettera di Luisa Galimberti del circolo del Pd di Treviglio in merito alla sfida elettorale che si sta consumando nella citt?? della Bassa.

Pubblichiamo la lettera di Luisa Galimberti del circolo del Pd di Treviglio in merito alla sfida elettorale che si sta consumando nella città della Bassa.

Egregio Direttore,

il suo giornale è in piena campagna elettorale. Candidati sindaci e candidati al consiglio comunale scrivono lettere di buoni propositi e proposte. E’ facile descrivere la Treviglio che si vuole o lanciare proposte migliorative della vita cittadina. Il difficile è reperire le risorse per realizzare quello che si propone e ad oggi nessuno si è ancora cimentato con questo problema. In un periodo di crisi economica e di pesanti taglia ai trasferimenti dello Stato sarebbe buona prassi accompagnare ogni proposta programmatica con l’indicazione di dove si pensa di reperire le risorse per realizzarla. Il Partito Democratico e la giunta Borghi hanno dimostrato negli anni di amministrare con attenzione ed oculatezza le risorse del bilancio cittadino.
Non solo abbiamo reperito fondi dove altri sindaci, in primis il centrodestra, aveva fallito, ma abbiamo anche ridotto le spese e tagliato gli sprechi. Abbiamo organizzato l’ufficio patrimonio per censire le proprietà dei trevigliesi e farle rendere al meglio. Abbiamo condotto una dura battaglia contro evasione ed elusione fiscale recuperando circa 500,000 euro all’anno di nuove entrate. Abbiamo iniziato a far pagare tutta una serie di oneri che venivano sistematicamente elusi. Infatti l’indebitamento del comune è calato, negli anni del governo di centrosinistra, di oltre 7 milioni di euro, senza diminuire gli investimenti nel sociale.
Ogni trevigliese è meno indebitato oggi rispetto a 5 anni fa. Questi sono fatti, non parole, che tutti possono verificare. Questo abbiamo fatto e questo continueremo a fare se potremo ancora governare Treviglio. Per questo vi chiedo di votare e far votare per il Partito Democratico e per Ariella Borghi.
Vorrei dire anche qualcosa in merito alla discussione sul candidato del centrodestra “non trevigliese”. Il problema non è che il professor Pezzoni non sia di Treviglio. Il problema è che in questi anni, mentre uomini e donne del centrosinistra e centrodestra cittadino si confrontavano sulle possibili soluzioni alle criticità di Treviglio, il prof. Pezzoni era in tutt’altro affaccendato. Qualcuno ricorda qualche intervento del Prof. Pezzoni in merito ai problemi di Treviglio? Vi sono lettere o articoli in cui il prof. Pezzoni abbia mai preso posizioni su temi cittadini od abbia mai avanzato proposte? E’ questo il punto. Può, in due mesi, una persona che è risultata completamente assente dalla vita cittadina prendere in mano i temi della città ed essere credibile nella proposizione di soluzioni e di un’agenda di governo? In due mesi non ci si può inventare sindaco di una città di quasi 30,000 abitanti. Al di là della certificata competenza del candidato del centrodestra, non si capisce come possa diventare un punto di riferimento per tutti i cittadini trevigliesi, non conoscendo storia, pratiche e usanze dei sui abitanti. Io conosco la scurmagna di molti trevigliesi. Può Pezzoni dire lo stesso? Il dubbio che assale molti è che il prof. Pezzoni sia stato paracadutato dai vertici regionali e provinciali del centrodestra per poter gestire difficili soluzioni che vedranno protagonista il nostro territorio. Non è solo la capacità del candidato sindaco di centrodestra, se mai dovesse vincere, di potersi opporre con efficacia alle richieste della regione, governata dal suo stesso partito, per localizzare una discarica nella ex-cava della Vailata. o di poter condurre una battaglia valida per la tutela dell’acqua dei trevigliesi. Che il centrodestra guidato da Pezzoni possa dire, ad esempio, che per risolvere i problemi della viabilità cittadina serva la tangenziale Ovest, dopo che la provincia guidata da Pirovano (Lega Nord e PDL) ha tagliato i finanziamenti che erano già stanziati per la sua realizzazione, è francamente ridicolo se non insultante della buona fede e dell’intelligenza dei trevigliesi. In sintesi, poiché Treviglio verrà interessata nei prossimi anni da grandissime opere infrastrutturali la paura è che la Regione voglia mettere a Treviglio un suo uomo, in modo da poter gestire il territorio direttamente dal Pirellone. E’ bene che gli elettori trevigliesi meditino a fondo su questo punto.

Luisa Galimberti

Membro del Circolo cittadino del Partito Democratico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da @61

    Per estensione del vostro pensiero, nel vostro partito: Bersani deve dimettersi da parlametare!
    Ditela tutta che avete obbligato vertova a non candidarsi solo per poter chiedere a Bersani di dimettersi

  2. Scritto da W Vertova

    Il Dottor Vertova ha deciso di continuare a dedicarsi al 110% al Partito!
    Nessuno può pensare di poter fare il segretario bene e contestualmente prendere un incarico amministrativo.
    Quello del pluri-incarico è un vizio dei politicanti in carriera. Il Dottor Vertova non ha bosogno della carriera poilitica!!!
    Vertova continuerà ad allargare la coalizione come ha sempre fatto portatndo con noi anche i socialisti dimenticati sino ad oggi da tutti i soloni voltagiacchetta di Treviglio Democratica

  3. Scritto da foresto

    ma intanto chi ha piazzato un non trevigliese credo si chiami rodeschini sia in ygea che in blu meta e chi rappresenta ? e quanto prende? a chi fa riferimento ?

    eh si ognuno ha i suoi doppi e tripli incarichi,!!!!!!

  4. Scritto da Andrea

    il problema vero è che Pezzoni è stato imposto, non esce dal confronto ointerno al PdL trevigliese. Se sarà eletto a chi risponderà in primis? Ai cittadini o alla nomenklatura del cdx che lo ha imposto? Su dicariche e scelte sovracomunali a chi dovrà dire di si? A chi lo ha imposto o ai cittadini? Io di Pezzoni non mi fido e pertanto non lo voterò

  5. Scritto da quanti incarichi?

    Basta doppi incarichi o più…. Non siamo il centrodestra con improvvisati in Regione (Minetti e Bossi jr!) e Berlusconi capolista alle amministrative. bene Vertova a non assumere diversi ruoli.

  6. Scritto da Mazziniana

    Angela, la mia famiglia è a Treviglio da sempre, e mia madre andava a chiacchierare col dottor Piccinelli sul far della sera, è lì che ha conosciuto l’allora ragazzina….che a scuola andava al collegio degli Angeli, proprio come la metà di Treviglio che ha studiato qui…io che son laica sono andata a Milano…possiamo chiuderla qui questa ridicolaggine?? e parlare invece di impegno civile sul campo, che la dottoressa ha praticato da almeno diciott’anni??

  7. Scritto da Risorgimento

    che barba che noia…mi domando come ci si possa candidare per un paese così retrivo, e per di più farsi massacrare da commenti da cortile, che non tengono conto di quello che si è fatto per il paese…si diventa macchiette e non persone! per esempio, chi ha ottenuto le quote rosa? chi ha dato l’anima per le pari opportunità? Pezzoni no di certo, è un uomo come me..se cominciassimo a elencare le cose che la Siliprandi ha fatto per Treviglio, forse comincereste a vederla in un’altra ottica!

  8. Scritto da sim.mar@liber.it

    mamma mia quanta acredine ed odio per l’avversario.
    Se questo è il pD da elettore di sinistra guarderò altrove, dove i modi ed i termini sono più politici, più rispettosi dell’avversario.

    Voto centrosinistra ma non scelgo il pD

  9. Scritto da Ramelli

    posso mettere i puntini sulle “i”? la Mazziniana ha sbagliato nome della via: con i nonni Patrizia abitava in viale de’Gasperi….Renata l’ha conosciuta in farmacia, ma non abitava lì…al collegio ha fatto anche le medie. E circa ipotetici suggeritori che avrebbe dietro le spalle, oltre al popolo trevigliese, l’unico è morto sotto una slavina a dicembre; e, a parer mio, più che suggeritore a me sembrava un sodale di molte battaglie dovute al bene della cittadinanza.

  10. Scritto da Mazziniana

    nià me parle de treì, Marino….ma la città mi sta a cuore…è un delitto?

  11. Scritto da Risorgimento

    Marino, la Borghi non la voglio…spero le sia chiaro…e circa i campanilismi paleolitici, lei mi pare uno stupendo esemplare. Provi a rileggersi, di tanto in tanto.

  12. Scritto da Risorgimento

    Marino, la Borghi non la voglio…spero le sia chiaro…e circa i campanilismi paleolitici, lei mi pare uno stupendo esemplare. Provi a rileggersi, di tanto in tanto.

  13. Scritto da minimo e massimo

    Per n.47. Se avenisse un’altra cosa? Qualè il minimo che dovrebbe fare Vertova?

  14. Scritto da svizzero

    ma l’assessore al bilancio Stucchi tanta decantata anche lei non e’ in lista come Vertova , come mai ? –
    C’e’ chi mette la faccia e altri che aspettano il da farsi?

  15. Scritto da @57

    Qualunque kosa succeda vertova è scappato anke questa volta.
    Non potrà festeggiare della eventuale vittoria (non sua) e crede di essersi parato il diddietro non mettendosi in lista quando arriverà la quasi certa sconfitta.
    Non voterò la borghi ma almeno lei la faccia ce la mette di prima persona e riskia lei. Vertova non ha il coraggio di meterci la sua faccia, non merita di essere a capo di un partito se non si mette a capo della sua lista.

  16. Scritto da Marino

    La Siliprandi è a treviglio fin da ragazzina talmente tanto che è nata a pavia, cresciuta a padova, dove torna tutte le settimane dal venerdì alla domenica. Pezzoni almeno è di pagazzano, dietro l’angolo, e davvero è cresciuto (scolasticamente e professionalmente) a treviglio. Dove ha operato coem amministratore, ha fatto bene. Più di così a Treviglio cosa serve? Trevigliesi non facciamoci scappare questa ghiotta opportunità!

  17. Scritto da Risorgimento

    Marino, mi perdoni, lei quanti anni ha? le assicuro che era ragazzina e viveva con i suoi nonni in via Verga, ha studiato a Treviglio negli anni dell’infanzia e a Padova ci va per il weekend…lei dove va di bello? Pezzoni sarà anche di Pagazzano che lei dice essere nostro vicino, ma allora da trevigliese non ricorda le beghe ideali di confine di Treviglio addirittura con Caravaggio…mi sta dicendo che invece Pagazzano non è “estero”? e che Pezzoni ha mai pensato a Treviglio prima del suggerim

  18. Scritto da Mazziniana

    Che noia, Marino….prendiamo il discorso da un altro lato: quello che importa è che Treviglio scelga un candidato indipendente e devoto al paese piuttosto che all’ideologia di partito…quindi, comunque scelga, sia un candidato che pensa a Treviglio invece che alle direttive che gli mettono in bocca. Tutto mi può dire, tranne che la Siliprandi parli, come una medium, con le parole di qualcun’altro!

  19. Scritto da povero Pd

    Certo povero Pd se questa è la linea ufficiale credo non andrà lontano.
    Mi si permetta una divagazione aulica: dov’è finito il signor Vertova? Perchè non è in lista? Propongo due risposte:
    1. non è allineato alla ricandidatura della sindaca uscente
    2. ha paura di misurarsi con gli elettori

  20. Scritto da un sindaco trevigliese

    Il problema non è dove si è nati, ma dove si vive e da quanto tempo. Essere di Pagazzano dimostra essere bergamasco ma non c’entra con la conoscenza della realtà e esigenze trevigliesi. Pezzoni è candidato dall’alto e dai partiti. Inadatto. E’ assurdo però dire che non ci si improvvisa sindaco. Che significa? La Borghi era nata sindaca? Ha amministrato bene o male? lo decideranno i trevigliesi. Siliprandi (4 volta candidata a sindaco) e Minuti (non se ne può più). Merisi ha tutte le carte x me.

  21. Scritto da Marino

    @Risorgimento: le uniche beghe di confine sono solo nella tua testa: siamo nel 2011 e siete fermi ancora a questi campanilismi? Sveglia, volete ancora la Borghi?
    @Mazziniana: la siliprandi non parla nemmeno il dialetto di treviglio, è noto. se poi nel we va via è forse perché non trova interessante la nostra città? e comunque la siliprandi parla con le parole di qualcun altro, si fidi, è noto anche questo.

  22. Scritto da Da Treviglio

    Perchè vertova non è in lista? Se ne sta defilato perchè di fronte alla sconfitta annunciata della borghi (da lui sempre difesa) dovrà come minimo dare le dimissioni. e con lui il segretario provinciale del pd. Manca poco…

  23. Scritto da angela

    L aSiliprandi èvenuta a Treviglio che era già laureata da anni, sposata e con due figli.
    Se questo è essere ragazzina!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  24. Scritto da renato

    La Sig.ra Galimberti ha ragione su tutto tranne su chi bisogna votare : tra i candidati la migliore è Siliprandi.

  25. Scritto da pensiero libero

    @ezio: manco lei riesce a negare che gli introiti delle farmacie vengano redistribuiti ai cittadini e che le tasse, perchè qui non si portano i soldi “in Svizzera” servono al territorio italiano tutto
    @Galimborti: per la prima parte della lettera basterebbe un sindaco ragioniere Minuti… Infatti Minuti e Borghi sono i responsabili dell’acquisto di UPIM
    @sim: vediamo cosa ci proporrà la coalizione di merisi-centrosinista l’unica che parte svantaggiata perchè attaccata sia da destra che sinistra

  26. Scritto da ERO CON ARIELLA

    TAGLIATI GLI SPRECHI? Soldi sperperati per piastrellare una roggia, per realizzare e arredare una piazza inutilissima in zona nord! Per non parlare del rifacimento di via Cavallotti….va bene che è stata colpa anche della ditta che aveva in gestione i lavori, ma mi sarei aspettato quantomeno le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici….da elettore di centrosinistra vi posso dire che non state facendo una bella figura a ricandidarlo! riceverete una pioggia di critiche per questa cosa!

  27. Scritto da Plauto

    @18 – perchè , l’assessore ai lavori pubblici fa il posatore o il piastrellista ? A lui si deve chiedere di condurre bene la sistemazione di un lavoro mal fatto certo non per sua colpa !

  28. Scritto da ezio

    @pensiero libero
    Si renda LIBERO anche di leggere oltre la parola farmacia.

  29. Scritto da Marino

    La verità è che il Pd inizia a sentire l’odore della sconfitta. Pezzoni è finalmente un volto nuovo e di esperienza ne ha assai visti gli incarichi che ricopre e ha ricoperto. Basta con la Borghi, i trevigliesi non la voteranno più perché sanno i danni che ha fatto. Poi ha 20 anni più di Pezzoni ed è ora che vada in pensione per dare spazio ai più giovani!

  30. Scritto da pensiero libero

    @marino: chiedete a Pezzoni come farà a coabitare con tutti i prestigiosi incarichi che ha in testa… Capisco che a Treviglio la destra non abbia nessuno ma un superman proprio non ci serve!

    @ezio: ho ri letto ma non cambio idea. Le farmacie producono dividendi per la città il resto sono filosofie da bar

  31. Scritto da Aldo

    @21 Odori..volti nuovi…. ma che c’entra ? Contano le posizioni ed i fatti rispetto a ciò che accadrà a Treviglio e dintorni nei prossimi anni !! Almeno la Borghi rappresenta il pensiero locale che più garantisce un minimo di protezione dall’assalto alla diligenza che temo si debba prefigurare con l’arrivo delle infrastrutture .

  32. Scritto da Simone

    La vera domanda che andrebbe posta a Pezzoni è se, in caso di sconfitta, farebbe opposizione in consiglio … Domanda che credo non sia stata posta al diretto interessato.
    Ovviamente arriverebbe una sconfitta, ma se non dovesse vincere la sua coalizione vedremo cosa accadrà
    In merito alla lettera della Sig.ra Galimberti credo che alla luce di questi 5 anni nemmeno la Borghi meriti COMPLESSIVAMENTE PARLANDO di poter fare il sindaco.
    (continua)

  33. Scritto da Simone

    Visto che Treviglio lo consente a questo punto è meglio avere un sindaco come Minuti o Zordan e votare con coscienza il consiglio comunale
    Premesso che a mio parere (lo ripeto) è RIDICOLO scegliere di non votare un candidato sindaco perchè “non trevigliese”, sono d’accordo con chi afferma che la candidatura di Pezzoni è stata “calata” dall’alto e credo NON farà opposizione in caso di sconfitta alle amministrative

  34. Scritto da Marino

    Scusate, ma calato dall’alto dove? La Lega di TREVIGLIO ha votato all’unanimità la sua candidatura, tranne la Siliprandi per le sue ambizioni personali… Idem il PDL visto che gli altri 3 proposti sono tranquillamente in lista e non ci sono spaccature. Calato dall’alto dove?

  35. Scritto da Basta Borghi

    La Borghi vada in pensione! Spazio ai giovani!!

  36. Scritto da ERO CON ARIELLA

    @ 19
    va bene che la parola RESPONSABILITA’ non sia più conosciuta tra i politici, ma fino a prova contraria l’assessore è responsabile del DENARO PUBBLICO che vieno impiegato nell’ambito delle proprie funzioni! C’è stato uno spreco di denaro pubblico si o no? La risposta è SI e quindi l’assessore deve andarsene a casa, se no è troppo facile la vita cosi!

  37. Scritto da Osservatore politico

    Mi sembra ovvio che Pezzoni non farà opposizione in Consiglio Comunale, in caso di sconfitta. Ma avete letto quanti scalpitano nelle liste del PDL e Lega? A quanti di loro la nuova legge sulla riduzione dei posti in Consiglio tirerà il collo e rimarranno esclusi ? Mi sembra scontato che Pezzoni si dimetterà a favore di qualche illustre escluso e …. tornerà a disinteressarsi di Treviglio! La Borghi? Le sue liste sono vuote come le casse del Comune …. Minuti Zordan ? (continua)

  38. Scritto da ezio

    Per dirla alla “centrodestra” la Borghi è la meno peggio!

    Qualcuno lassù ce ne guardi da una nuova accoppiata Zordan e Minuti.

  39. Scritto da Osservatore politico

    (continua) …. Minuti e Zordan? Non si torna mai indietro, specie con personaggi che hanno indebitato e cementificato Treviglio (Ex Upim – Sai Triade ). La Siliprandi è simpatica, ma consigliata male. Merisi ha tanti galli nel pollaio, ma un potenziale notevole e l’entusiasmo dello sportivo, sembra piacere ai giovani. La campagna elettorale sta entrando nel vivo. Vedremo il seguito.

  40. Scritto da obbiettivita'

    il pd e’ alla frutta se sostiene che non ci si improvvisa sindaco in due mesi: pezzoni conosce benissimo i meccanismi amministrativi, le leggi e le modalita’ di rapporto con le altre istituzioni, sa che cosa voglia dire amministrare bilanci importanti, grazie alla esperienza maturata quale sindaco di pagazzano e pres della MIA. alla galimberti ricordo tra l’altrto che albertini e’ stato un grande sindaco di milano iniziando da 0 esperienze e cosi’ tutti i sindaci del dopoguerra. I migiori!!l

  41. Scritto da uno qualunque

    basta con la borghi, aria nuova, rilanciamo treviglio, basta con l’isolamento! quindi ? vedo solo pezzoni in grado di guidare treviglio nei prox anni !

  42. Scritto da Simone

    E’ stato votato all’unanimità perchè con la Siliprandi temevano non si sarebbe andati da nessuna parte…
    E’ stato calato dall’alto perchè se nonostante l’unanimità degli esponenti locali la Lega avesse negato il consenso all’alleanza col PDL, la Lega di Treviglio sarebbe tornata con le pive nel sacco dalla Siliprandi.. perchè nella Lega funziona così.. bisogna riportare l’osso al padrone
    Minuti e Zordan? Ovviamente solo chi non fa non riceve critiche, ma sono persone affezionate a Treviglio

  43. Scritto da modestia

    ma certo che non farà opposizione. Solo posizioni apicali…!!!

  44. Scritto da Mazziniana

    Sarò una studentessa attempata, ma avere un sindaco preside mi lascia alquanto perplessa…se conosce Treviglio come conosce i suoi scolari siamo nei guai!! preferirei sindaco la dottoressa Siliprandi, che a treviglio c’è fin da ragazzina e un’idea più diretta ha avuto tempo di farsela..

  45. Scritto da trevigliese

    Solo per la perseveranza di candidarsi sindaco ormai da ……anni voterò SILIPRANDI

  46. Scritto da Risorgimento

    La signora Galimberti obietta sulle tempistiche…io credo che non si sbagli; amministrare una scuola o un’azienda può essere imparato, ma ci vogliono tempi ed occasioni. Trovo che l’azienda “Treviglio”, visto il momento contingente di evoluzione ed espansione, e data l’attuale crisi economica, abbia bisogno di qualcuno che conosce dal di dentro il tessuto sociale in cui va a mettere le mani, e soprattutto che non si basi su idee preconcette di come vorrebbe la città, come la vorrebbero i cittad

  47. Scritto da Proust

    @36- Spero non si offenda se le dico che come analisi politica non mi sembra un gran chè.

  48. Scritto da insieme si puo'

    treviglio ha sempre premiato le novita’

    e in questa tornata elettorale le novita’ sono la candidatura estera di Pezzoni e la nuova coalizione di centrosinistra che candida MERISI

    vedremo chi vincera’ fra i 2 , il resto e’ minestra riscaldata

  49. Scritto da un trevigliese

    perfettamente d’accordo sulla seconda metà della lettera. Solo gli ingenui non si accorgono (o non vogliono accorgersi) che Pezzoni è calato dall’alto per farci digerire scelte sul nostro territorio prese altrove.
    Stenderei un velo pietoso sulla prima parte della lettera, soprattutto dopo aver letto le dichiarazioni di altri esponenti della giunta che hanno affermato, le scorse settimane, che senza la vendita delle farmacie il bilancio non va. Ma la vendita non era nel programma… (continua)

  50. Scritto da un trevigliese

    (continua)
    Forse se all’interno della maggioranza si fossero ascoltati tutti i pareri, anzichè cacciare con costanza chi non la pensa come il sindaco-premier, si sarebbe potuto portare avanti in modo più coerente il programma e non elemosinare adesso i consensi.
    Diciamo che la credibilità di Merisi da questo punto di vista è decisamente superiore

  51. Scritto da ezio

    @un trevigliese
    La farmacia è un’attività commerciale con anche scopo di lucro.
    Comprare un farmaco nella farmacia comunale non costa meno che nella farmacia privata.
    Quindi per il trevigliese non cambia nulla.
    Se c’è qualcuno che le acquista e garantisce la loro apertura anche in zone periferiche e con lo stesso tipo si servizio, va benissimo.
    Altra cosa se a Treviglio non esistessero farmacie.
    Allora è doveroso da parte del Comune aprirne a sufficienza.
    (continua)

  52. Scritto da ezio

    (continua)
    Inoltre, se necessario, un’amministrazione ha la facoltà di fare cose non previste dal programma. Grave sarebbe se facesse il contrario.
    Io credo che pur con qualche difetto, l’amministrazione Borghi sia stata una buonissima amministrazione.

  53. Scritto da Auguri

    A mio avviso il nodo centrale è perfettamente individuato . Il governo delle infrastrutture e del conseguente uso del territorio calato dall’alto . Il colossale business della Bassa legato alle modificazioni da brebemi , bretella pedemontana , tangenziali ma soprattutto l’interporto con la destinazione logistica della bassa . Con tutti i suoi camion, pm 10 e tanti, tanti immigrati . E qualcuno vagheggia di piste ciclabili : auguri e addio Bassa

  54. Scritto da un PDL

    Gent.ma Luisa, quando dici che per essere sindaco di Treviglio, occorre conoscere usanze e costumi dei trevigliesi mi sembra di tornare al medioevo: La vendita delle farmacie era finalizzata alla sistemazione di P.zza Manara. Ora che pagherà quelle spese, e con quale coraggio si afferma che la gestione di centrosinistra a ridotto le spese: A proposito Via Cavalloti (rifatta 3 volte) paga il sig. Quadri di tasca Sua? Poi i dipendenti comunali demotivati sono un risparmio o un costo? Vedi Tu.

  55. Scritto da Trevigliese DOC

    Per quanto riguarda Pezzoni sono d’accordo pure io….nulla da eccepire come persona, ma credo che candidare un ex sindaco di un altro paese è sintomo o di un’ assenza di valide alternative all’interno della coalizione(cosa che non credo), oppure di malsani disequilibri tra i due partiti della coalizione di centrodestra, che è ormai storicamente risaputo, un giorno si amano e un giorno si odiano ( il recente NO di bossi riguardo i bombardamenti in Libia ne è un lampante esempio)

  56. Scritto da Alberico

    carissima democratica, la tua tesi (non ci si improvvisa sindaco in due mesi) è affascinante ma fallace.
    Guarda a Bergamo, il Sindaco Tentorio ha studiato 39 anni (dal 1970 al 2009 è stato consigliere comunale e pure vicesindaco), eppure …
    A volte è meglio essere dilettanti allo sbaraglio ma con tanta voglia di imparare piuttosto che professionisti del fare.

  57. Scritto da basta bugie sulle farmacie

    LEGGO: “Comprare un farmaco nella farmacia comunale non costa meno che nella farmacia privata.
    Quindi per il trevigliese non cambia nulla.”
    NULLA DI PIU’ FALSO in quanto i guadagni ottenuti dalla vendita delle farmacie comunali rientrano in cassa comunale. Quelle felle farmacie private “volano in Svizzera”.
    Attenzione con la propaganda, le bugie hanno le gambe corte

  58. Scritto da Eolo

    Perfetta e condivisibile tutta la seconda parte della lettera. Molto meno condivisibile la prima parte . Io vivo a Treviglio ma la trasformazione della città nel paese delle meraviglie non l’ho vista . Sono state fatte cose buone ed altre molto meno buone . L’onestà di ammetterlo davanti ad alcune evidenze come Via Cavallotti dovrebbe far parte del bagaglio politico del Pd . Forse , a quel che vedo , non di quello di Treviglio .

  59. Scritto da alex

    Alberico, a volte hai detto bene solo a volte. Questa volta non ci sta, il nome Pezzoni stride anche all’interno del PDL stesso nonostante i proclami e slogan in campagna elettorale.I dilettanti allo sbaraglio vanno alla Corrida, alla Scala ci vanno veri artisti.

  60. Scritto da sim

    Condivido ciò che è sato scritto. Aggiungerei che non si improvvisa nemmeno una coalizione in 15 girni come quella con IDV , Treviglio democratica, Api…….non capisco qual è il collante se non quello di rivendicare posti o visibilità non avuti!

  61. Scritto da un trevigliese

    @ezio
    credo che il problema non sia dove acquistare i farmaci o chi te li vende. Il problema è rinunciare a un flusso di reddito costante (farmacie) per far fronte a spese ancora tutte da definire (ex upim). Questo, in un periodo in cui da Roma non arriva più nulla ai comuni, mi sembra folle.
    E non è un particolare di poco conto a fronte di una buona amministrazione. Qui rischiamo, grazie ancora all’upim, altri anni di paralisi finanziaria, come a fine gestione Minuti

  62. Scritto da ezio

    @un trevigliese
    Bene, allora facciamo i supermercati comunali, i macellai comunali, i panettieri comunali, i fruttivendoli comunali….
    Tutti flussi di reddito equiparabili alle farmacie.
    Quanto all’ex-Upim, la necessità è togliere quell’orrore dal centro di Treviglio. Che sia il Comune o privato a fare una cosa decente per Treviglio a me va benissimo.
    Per il momento l’abbiamo sul gobbone grazie a Minuti “nuovo che avanza”.

  63. Scritto da ezio

    @basta bugie sulle farmacie
    Nessuna bugia, nessun falso, nessuna propaganda.
    La farmacia VENDE farmaci, di conseguenza è un’attività commerciale.
    Per il resto ti rimando alla risposta da a “un trevigliese”.
    Il Comune deve garantire servizi, anche commerciali, quando non esistono.

  64. Scritto da OBAMA

    Ricordo alla Galimberti che Obama è diventato presidente degli Stati Uniti dopo aver fatto il senatore per 6 anni.
    Per il resto, siamo alla solita campagna d’odio, già vista 5 anni fa.