BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pdl: “Basta perdere soldi nelle partecipate”

Maggiore efficienza nella gestione delle societ?? partecipate del Comune: ?? quanto chiedono i consiglieri de Il Popolo della Libert?? di Palafrizzoni.

Più informazioni su

Maggiore efficienza nella gestione delle società partecipate del Comune: è quanto chiedono i consiglieri de Il Popolo della Libertà di Palafrizzoni, che hanno firmato (insieme ai colleghi della Lega Nord) un ordine del giorno per garantire una "gestione più efficiente di tutte le società a proprietà comunale, esclusiva o parziale, oggi in perdita, affinché la loro redditività possa aumentare".
Molte società partecipate dall’amministrazione comunale sono attualmente in perdita – spiegano i consiglieri Stefano Lorenzi, Giancarlo Barbieri e Carlo Di Gregorio – La conseguenza di una simile situazione è facilmente individuabile: per ripianare le perdite il saldo corrente del bilancio comunale peggiora, ovvero: meno soldi per offrire servizi". Uno stato di cose non più tollerabile, soprattutto in considerazione del fatto che, fra le società del Comune, figura (con una quota di partecipazione di Palafrizzoni del 20%) l’Azienda Farmaceutica Municipale di Bergamo, in perdita per il terzo anno consecutivo: "La cifra del “rosso” per il 2009 ammonta a 122.506 € – affermano – Peccato che una farmacia non è comunemente considerata un’attività commerciale scarsamente redditizia. Evidentemente, il problema non sta nell’attività in sé, quanto nella sua gestione, peraltro all’80% privata".

"Un miglioramento del saldo corrente ed un aumento della redditività delle società partecipate consentirebbe un più agevole rispetto degli obiettivi di saldo di competenza mista determinati dal Patto di stabilità, consentendo di non incidere negativamente sull’erogazione di servizi – proseguono i consiglieri del PDL – Proprio per questo, chiediamo alla Giunta di impegnarsi ad individuare una gestione più efficiente di tutte le società in rosso. Quanto alle farmacie comunali, oltre alle linee guida già presentate in Consiglio ed allegate al Bilancio di previsione, crediamo valga la pena elaborare ulteriori strategie idonee ad assicurare una maggiore redditività della società, partendo da una verifica delle ragioni del suo disavanzo strutturale. In questo modo, recupereremmo risorse spendibili per garantire servizi migliori ai cittadini di Bergamo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Z

    @8 Normalmente chi governa ha il dovere di “fare” .
    Normalmente.

  2. Scritto da zzz

    caro z, noi facciamo, qualcuno ha mangiato

  3. Scritto da Question Time

    Non ho capito, il PDL è all’opposizione ? Invece di chiederlo perchè non lo fanno ?

  4. Scritto da che faccia tosta

    Mi sembra che queste persone abbiano sempre votato il Bilancio del Comune. Non ci facciano più ridere e svolgano il loro lavoro di controllo per il quale i cittadini li hanno votati.

  5. Scritto da "Non col vento"

    Se ne accorgono ora, e i disastri fatti su Bergamo Sport?
    Il PDL e la LEGA non hanno nulla di cui vantarsi e soprattutto non hanno il coraggio politico di dire che la spa comunali sono da chiudere.

  6. Scritto da LDN

    dilettanti allo sbaraglio…

  7. Scritto da bgdoc

    Bergamonews potrebbe pubblicare i dati delle società’ partecipate per favore?

  8. Scritto da basta sprechi!!!!!

    giusto, buona iniziativa!

  9. Scritto da @ "non col vento"

    a ben leggere le farmacie comunali perdevano quando governava il centrosinistra…..

  10. Scritto da precisazione

    è proprio un atto di controllo chiedere che la gestione delle società sia più efficiente