BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Thriumph alla Triennale per i 125 anni

La multinazionale di intimo taglia il traguardo grazie anche al contributo sul mercato italiano svolto dallo stabilimento bergamasco.

Più informazioni su

La Triumph – azienda di lingerie e di intimo che controlla marchi come Sloggi, Valisère e Hom – festeggia i 125 anni di attività: tanti sono gli anni passati da quel 1886 in cui il mercante Michael Braun ed il creatore di corsetti Johann Gottfried Spiesshofer fondarono nel sud della Germania la loro attività semiartigianale. In oltre un secolo sono passati da 6 dipendenti a 37.500, sparsi in 120 paesi, con i discendenti dei fondatori ancora in controllo di questa società – ora con sede in Svizzera – che nel 2009 ha fatturato 1,8 miliardi di euro. Per festeggiare il traguardo dei 125 anni, la Triumph ha creato una mostra – presso la Triennale di Milano dal 27 aprile al 1° di maggio – intitolata “125 years of celebrating women”, che narra la storia del prodotto dell’azienda, in parallelo con quella dell’evoluzione del costume associato all’intimo: dai busti con le stecche di balena fino all’ultima collezione primavera-estate del 2011. E dentro questa storia della Triumph c’è anche una parte di Bergamo. L’anno prossimo infatti sarà celebrato mezzo secolo di connubio tra Trescore Balneario e la filiale italiana dell’azienda multinazionale, la Triumph International Rome Spa creata nel 1955 a Milano. Nel 1962 è stato stipulato l’accordo che ha portato a creare uno stabilimento di produzione ed un magazzino a Trescore. In questi 50 anni di collaborazione, lo stabilimento bergamasco ha subito numerosi cambiamenti: un nuovo magazzino prodotti finiti nel 1986, la creazione di una sala rappresentanza e di un reparto sviluppo prodotto grazie alla ristrutturazione della cascina Sant’Alessandro nel 1990, un nuovo magazzino prodotti finiti e l’automatizzazione del magazzino nel 1995, la ristrutturazione dello show room aziendale ed un nuovo edificio nel 2000. Tuttavia, non tutti questi cambiamenti sono stati positivi. Il gruppo ha scelto di trasferire all’estero la produzione italiana nel 2004 – causando un taglio di 113 posti di lavoro – e l’attività di magazzino nel 2010 – con altri 56 dipendenti in cassa integrazione straordinaria, che è terminata proprio in questi giorni. Un’altra riduzione del numero di lavoratori – da 70 a 50 – è stata pianificata all’inizio di quest’anno, nell’ambito di una nuova riorganizzazione. Nonostante questi ridimensionamenti, Trescore rimane il quartier generale della Triumph in Italia: le idee di marketing e di comunicazione partono proprio dalla sede bergamasca, dando risultati come la sfilata aperta in Galleria Vittorio Emanuele nell’ultima settimana della moda milanese. Da Trescore si coordinano anche le iniziative commerciali come la creazione di nuovi punti vendita monomarca in città e centri commerciali. Grazie alla mediazione della sede bergamasca è possibile ‘collaudare’ nuovi stili e prodotti su un mercato particolarmente esigente come quello italiano.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.