BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albino e il gruppo Albini: il tessile e il territorio

Il 3 maggio convegno: "Tessere il futuro del lavoro in Val Seriana"; il 6 lo spettacolo "Telai, memorie di vita vissuta" di Luca Scarlini; l'8 open day al Gruppo Albini.

In occasione del 1° maggio l’amministrazione comunale di Albino e il Cotonificio Albini presentano “Tessere il futuro del lavoro ad Albino”, un’iniziativa che intende avvicinare cittadinanza e luoghi di lavoro.
Luca Carrara, Sindaco di Albino, spiega l’importanza degli eventi e delle relazioni territorio –mondo del lavoro: “nell’attraversare un periodo che porta dentro di sé alcune preoccupazioni, riteniamo sia di grande importanza festeggiare il lavoro e i lavoratori. Lo vogliamo fare in collaborazione con gli imprenditori albinesi che, con passione e a volte con qualche difficoltà, mantengono viva la produzione del nostro territorio. È questo il 1° maggio albinese, poter condividere con la comunità e con le famiglie quello che per alcuni nostri concittadini è la quotidianità”.
Il programma prevede una riflessione sui cambiamenti del mondo del lavoro e si aprirà martedì 3 maggio alle 21 all’Auditorium di Albino, con il convegno “Tessere il futuro del lavoro in Val Seriana”. All’incontro coordinato da Samuele Rota, Responsabile Sportello Sviluppo Val Seriana, parteciperanno il Sindaco di Albino Luca Carrara, l’Amministratore Delegato del Gruppo Albini Silvio Albini, il Presidente Confesercenti di Bergamo Giorgio Ambrosioni,  il Presidente dell’Associazione Artigiani di Bergamo Angelo Carrara e il Segretario generale CISL di Bergamo Ferdinando Piccinini.
Seguirà venerdì 6 maggio, per sottolineare l’importanza cruciale del settore tessile nell’economia del territorio, lo spettacolo teatrale “Telai, memorie di vita vissuta”di Luca Scarlini. La pièce, rappresentata dall’attrice torinese Laura Curino all’Auditorium di Albino alle 21, sarà incentrata sul ruolo attivo delle donne nella produzione tessile.
A chiudere l’iniziativa, l’Open Day del Cotonificio Albini che domenica 8 maggio (10 – 17) aprirà ai visitatori i propri impianti e offrirà l’occasione unica di conoscere una delle realtà più importanti del territorio albinese.
Silvio Albini, AD del Gruppo, sottolinea l’importanza del rapporto con il territorio e della collaborazione con la comunità locale: “Noi come azienda abbiamo fatto scelte importanti: privilegiare la città e il territorio, sviluppare il nostro nuovo polo logistico a Gandino, oltre alla produzione in Val Seriana e quindi garantire lavoro alla comunità. Il nostro è un segnale di attaccamento al territorio e di riconoscimento della validità delle maestranze locali che sono qualificate, competenti, professionali e con un forte senso del lavoro. Aprire la nostra azienda alle famiglie dei collaboratori e alla comunità è un modo per condividere con tutti loro l’importanza del nostro lavoro in Val Seriana”.
Domenica 8 maggio i visitatori saranno guidati da operai ed impiegati attraverso un percorso tematico che partendo dalla coltivazione del cotone arriverà alla dimostrazione della fasi produttive dei migliori tessuti per camiceria del mondo.

Fondato nel 1876 ad Albino (Bergamo), Gruppo Albini è da sempre un’impresa familiare ed oggi, giunta al 134° anno di attività, è guidata dalla quinta generazione della famiglia rappresentata da Silvio, Fabio, Andrea e Stefano Albini. Gruppo Albini conta oggi su otto stabilimenti (cinque in Italia), per un totale di 1.334 dipendenti ed è il maggior produttore europeo di tessuti per camiceria.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.