BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pdl, alle elezioni cinquanta candidati under 35

Il Popolo della Libert?? di Bergamo prosegue la sua ???strategia di avvicinamento??? alle prossime amministrative. E questa volta a farsi sentire sono gli under 35.

Il Popolo della Libertà di Bergamo prosegue la sua “strategia di avvicinamento” alle prossime amministrative. E questa volta a farsi sentire sono gli under 35, una vera e propria legione di cinquanta giovani candidati sotto il simbolo del partito o in liste d’area.
Si sono presentati in forze alla sede del PDL bergamasco, alla presenza del coordinatore provinciale Carlo Saffioti e del deputato Gregorio Fontana, da sempre “patrono” dei più giovani nel partito. A fare gli onori di casa, Alessandro Sorte, vice capogruppo PDL in Via Tasso: un ruolo, quello di moderatore, per il quale ha tutti i numeri, potendo vantare (con i suoi 27 anni) il record di più giovane consigliere provinciale lombardo e secondo più giovane in Italia: "In tanti si sono dati da fare per dare un’immagine sbagliata del nostro partito, quasi fosse fatto di raccomandati – afferma – Ecco, voi siete la migliore risposta a quest’accusa, e siete la parte migliore del partito".
Le cifre lo dimostrano, e le snocciola il coordinatore di Giovane Italia (l’organizzazione giovanile del PDL), Stefano Benigni: "I nostri candidati under 35 sono cinquanta – rivela – Un segnale di rinnovamento del partito e di radicamento sul territorio. Già ora il 25% dei nostri eletti è un giovane, con questa tornata puntiamo ad andare oltre questa percentuale". Ambizioni che vengono da un pregresso di tutto rispetto: "Alle scorse elezioni abbiamo vinto in Università, e ad oggi possiamo dire di aver portato risultati importanti per i cittadini e per gli studenti lavorando in sinergia con il Comune: su tutti, il progetto del bus navetta per collegare la Facoltà di Economia con il parcheggio dell’Auchan".

Madrina (come la definisce Sorte) della presentazione, l’eurodeputata Lara Comi, anche lei da record: classe ’83, è la più giovane parlamentare in quel di Strasburgo e recentemente è diventata vice coordinatore regionale del PDL: "I compagni della Sinistra, più che madrina, mi avrebbero definito velina. Purtroppo, oggi fanno notizia le intercettazioni, ma il vero scoop è che un diciottenne si candida ad Ardesio per fare qualcosa per i propri cittadini – dichiara non senza una nota polemica – La realtà è che nessuno ci ha regalato nulla, non ci è stato concesso altro che la fiducia di esserci e di poterci contare". Ma guai a chi prova a parlare di posti “riservati”: "Così come sono contraria alle quote rosa, mi oppongo anche alle quote giovani: non consideratevi “quote”, dovete esserci perché ve lo meritate", afferma. E conclude rimarcando l’esempio positivo della provincia orobica: "A Bergamo avete la fortuna di avere persone come Fontana e Saffioti che hanno sempre creduto nei giovani. Purtroppo, questo non accade in tutta la Lombardia, i senior temono la concorrenza dei giovani".

Già, il rapporto coi “senior”. Fra questi, il primo a intervenire è Saffioti: "Un candidato su quattro del PDL bergamasco è un giovane – afferma – Questo è il partito vero, quello che, al di là delle polemiche che si leggono sui giornali, porta avanti quotidianamente gli ideali sui quali basa la propria azione". "Nonostante i pronostici di qualcuno, la maggioranza si rafforza sempre più – dichiara Fontana – E questo perché diventiamo ogni giorno più presenti sul territorio: in questo radicamento i giovani sono l’elemento centrale. D’altro canto, serve che i “meno giovani” tengano aperte le porte del partito alle nuove generazioni: e questo a Bergamo è stato fatto. Un impegno mantenuto anche a livello legislativo: l’esempio più lampante è la proposta del ministro Meloni per consentire la candidatura alla Camera sin dai 18 anni".

"Non credo che il dato anagrafico abbia un valore intrinsecamente positivo – dichiara il presidente di Giovane Italia, Daniele Zucchinali, in margine alla presentazione – Non abbiamo candidato dei giovani solo per riempire delle caselle o per soddisfare delle quote. Non li abbiamo candidati in quanto giovani che si rivolgono ai giovani. Abbiamo selezionato ragazzi capaci e meritevoli che potranno portare un’energia positiva nelle amministrazioni comunali, forti del loro percorso di formazione all’interno del partito".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Croce

    Per chi parla di riempilista certamente saranno i fatti a parlare e a smentire. I ragazzi presentati dal Pdl sono scelti perchè interessati alla cosa pubblica e soprattutto preparati.

  2. Scritto da Minettolo

    @17- Chi li ha scelti ?

  3. Scritto da Ad Personam

    35 , 50, 75 , cosa vuol dire ? Chi più ne ha più ne metta ? Visti i criteri di selezione del Pdl cosa dovrebbe dirci questa notizia ?
    Cosa ne pensano questi giovani del futuro dei loro coetanei ? Dopo quasi 10 anni di LORO governo al 30 % di disoccupazione.
    Invece dell’età potrebbero raccontarci un pò di FATTI ?

  4. Scritto da julius

    speriamo in bene…
    se giovane è bello, occorre anche che siano ragazzi svegli. quindi un caloroso in bocca al lupo privo di processi alle intenzioni

  5. Scritto da lvca

    Ammirevole la scelta del Pdl bergamasco ora speriamo che i giovani candidati siano ben consapevoli di cosa significhi il loro impegno nella amministrazioni e si preparino adeguatamente.
    Abbiamo bisogno di amministratori capaci ed entusiasti che si impegnino per le loro comunita’ non di politici in miniatura o di riempilista.
    Forza ragazzi.

  6. Scritto da gigi

    sicuramente sono come la minetti e il trota………………..figli di papà noti e ricchi e belli

  7. Scritto da Democracy

    E’ bravo ? Che importa, è under 35 .
    Chi lo ha proposto ? Boh

  8. Scritto da Gandalf

    carissimo gigi allora tu sei un comunista che mangia i bambini? non credo che Benigni o Sorte siano lì perchè “figli di” e lo stesso i ragazzi candidati! Condivido ciò che è stato espresso dall’On. Comi: no alle quote “giovani” sì invece a ragazzi preparati, appassionati e meritevoli, scelti per le loro capacità e non come tappabuchi! Questo è il giusto modo per esprimersi, non le occupazioni o i vandalismi delle manifestazioni

  9. Scritto da Simone

    @gigi
    hai ragione. Innanzi tutto non è detto che essendo over 35 non si sia raccomandati…
    Avere meno di 30 anni e avere il papino che possiede mezzo paese può anche significare “avere santi in paradiso” …
    Dopodiché essere del PDL e parlare di “valori e ideali” mi sembra abbastanza fuori luogo, soprattutto se detto in questi mesi dove questo partito sta gettando nel ridicolo l’Italia sia agli occhi degli italiani che agli occhi del mondo

  10. Scritto da il frullatore

    Credo che quella di Giovane Italia sia stata una bella dimostrazione di partecipazione politica giovanile. Anch’io sono contro le quote! Ben vengano giovani volenterosi e preparati che si diano da fare per la società civile.
    Mettiamoli alla prova, poi valuteremo.

  11. Scritto da battuta

    si può sapere quanti ce ne sono under 18 ??

  12. Scritto da pm

    @7: guardi, quelli del pdl li stiamo mettendo alla prova da quasi 20 anni, e alla luce dei risultati io la prova la interromperei volentieri, anche se piazzano qualche giovincello di facciata nelle liste

  13. Scritto da corti-novis

    Un sondaggio fatto dal il sole 24ore (degli imprenditori) pubblica oggi sulle pagine un sondaggio che dà al centro sinistra un vantaggio di tre punti sul centro destra. Dunque se si andasse ha votare Berlusconi scomparirebbe

  14. Scritto da conferenzaepiscopaleitaliota

    Presentare il 25% dei propri candidati under 35 può esser realmente una mossa vincente per questo partito!

  15. Scritto da il sole 24 ore

    Mi piacerebbe vederlo l’articolo di cui parla!!! Infatti “l’inkontro” sostiene che il sole 24 ore abbia pubblicato un articolo del quale non vi è traccia..

  16. Scritto da il frullatore

    Imprenditori???
    Anche De Benedetti è un imprenditore ma è nemico di Berlusconi.
    Comunque prendiamo per buoni questi sondaggi! Come ogni anno poi quando scende in campo il premier…..tutto cambia….Anche nel 2006 l’unione doveva vincere a mani basse….e poi ha vinto con poche migliaia di voti…..i sondaggi sono utili…certo…ma non scambiamoli per il vangelo…

  17. Scritto da conferenzaepiscopaleitaliota

    CVD infatti, la ringrazio per averlo trovato: è ben lontano da quanto diceva corti-novis “carta canta”

  18. Scritto da il sole 24 ore

    Ecco appunto l’articolo!