BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parmalat: Lactalis lancia l’opa

Colpo di scena nella guerra per il controllo dell'azienda che il governo vuole in mani italiane.

Più informazioni su

Lactalis lancia un’opa su Parmalat a 2,6 euro per azione. Lo rende noto la società francese motivando l’operazione "anche a seguito del mutato quadro normativo successivo all’acquisto della propria partecipazione del 28,969 per cento".
Il prezzo offerto da Lactalis, 2,6 euro per azione, incorpora un premio del 13% circa rispetto al prezzo ufficiale del titolo registrato il 21 aprile (quando aveva chiuso a 2,3 euro). Il premio è del 21,3% circa rispetto al prezzo di borsa delle azioni di Parmalat degli ultimi dodici mesi ed, inoltre, del 33,6% rispetto al ‘Enterprise Value’ per azione (calcolato come capitalizzazione di borsa al netto della posizione finanziaria netta e delle interessenze di minoranza per azione) degli ultimi dodici mesi. L’offerta viene lanciata sul 71,031% del capitale e il controvalore massimo dell’offerta è dunque pari a 3,37 miliardi di euro. "Il progetto di Lactalis – ribadisce il comunicato con cui viene presentata l’operazione – è principalmente un piano di crescita: continuare a sostenere la strategia di crescita sviluppata e comunicata al mercato da Parmalat al fine di mantenerne e incrementarne ulteriormente la posizione di preminenza nel settore di riferimento". Lactalis intende anche "contribuire all’espansione di Parmalat e dei suoi marchi" e "valuterà l’opportunità di far confluire in Parmalat le proprie attività nel settore del latte confezionato, tra le quali quelle detenute in Francia e Spagna" dando così luogo alla creazione di un ‘campione’ di rilevanza mondiale con sede, organizzazione e testa in Italia". Verranno valutate anche "l’opportunità di fusioni o altre operazioni straordinarie anche infragruppo, ferma restando l’intenzione di mantenere la quotazione delle azioni Parmalati" in Piazza Affari. L’operazione, precisa Lactalis sarà coperta con un finanziamento infragruppo messo a disposizione da Bsa Finances che a sua volta farà ricorso a un finanziamento bancario da 3,4 miliardi di euro concesso da Credit Agricole, Hsbc, Natixis e Socgen. Lactalis, precisa il comunicato che annuncia l’offerta, é stata assistita da Societé Generale COrporate and Investment Banking quale consulente finanziario e da d’Urso Gatti e Bianchi come consulente legale.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ex elettore

    Che bel risveglio stamattina leggendo questa notizia, e poi guardando la quotazione. Vi regalo due titoli Camfin e Rcs……, il primo oggi vola, Rcs lo scarparo Della Valle è in agguato…

  2. Scritto da luciano015

    E’ una bella notizia. Vedere contendersi le aziende in borsa, mettendoci i soldi propri e non quelli degli altri, mostra agli italiani come si fa nel resto del mondo.
    Dopo l’uscita di scena di Geronzi, un’altra buona notizia per l’economia italiana.