BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Boltiere, sindaco e assessori si tagliano lo stipendio

L???amministrazione di Boltiere riduce drasticamente gli stipendi di sindaco e assessori, per dare un segnale forte di attenzione verso la crisi economica in atto.

Più informazioni su

L’amministrazione comunale di Boltiere riduce drasticamente gli stipendi di sindaco e assessori, per dare un segnale forte di attenzione verso la crisi economica in atto. Nonostante il Comune di Boltiere sia rientrato quest’anno nei parametri previsti per il rispetto del patto di stabilità e possa, quindi, riallineare i compensi dei propri amministratori al 2009, anno precedente allo sforamento del patto di stabilità, ha deciso di rinunciare alle competenze economiche previste dalla legge 119/2001, ma di andare a basare il calcolo delle proprie indennità ancora al 2010. Ed ecco i numeri. Il sindaco avrebbe potuto ricevere un compenso mensile di 1.394 euro; mentre per il vicesindaco un’indennità mensile pari al 50% di quella prevista per il sindaco; e per gli assessori un’indennità mensile pari al 45% di quella del sindaco. Invece, per incentivare il contenimento della spesa pubblica e ridurre così le cosiddette “spese della politica”, la giunta comunale di Boltiere ha deciso di effettuare una  riduzione volontaria delle indennità mensili, mantenendo anche per il 2011 le indennità in misura pari a quanto già stabilito per l’anno 2010. In pratica, al sindaco spettano soltanto 292 euro nette al mese, mentre per gli assessori spetta un’indennità di carica di che oscilla fra 215 e 222 euro per chi ha lavoro dipendente e 585 euro per chi non ha lavoro dipendente.
Ed ecco il grande segnale dato dalla giunta comunale di Boltiere. I risparmi derivanti dalla riduzione volontaria delle indennità di funzione dovute agli amministratori locali ammontano complessivamente a 42.944,24 all’anno.
"Come emerge con evidenza dai rilevatori sociali – spiega il sindaco Osvaldo Palazzini – il nostro Paese sta attraversando un momento difficile, sia dal punto di vista economico che, a causa di questo, dal punto di vista sociale. Molte famiglie hanno dovuto adeguare, in senso riduttivo, il proprio tenore di vita. In qualche caso la situazione si può perfino definire drammatica. Considerata, quindi, questa difficile situazione economica che stanno attraversando le nostre comunità, e anche quella di Boltiere, abbiamo deciso di dare un segnale forte di attenzione, riducendo drasticamente i compensi di sindaco e assessori comunali".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rizzetta

    Complimenti.
    Questa è una notizia da trasmettere a tutti i TG, che sia da esempio a chi ci governa e se frega.

  2. Scritto da Gioanpadan

    Solite dichiarazioni di facciata! Si strombazza di ridurre le indennità quando queste, però, partono dal valore massimo. Io ho fatto l’assessore in un comune con lo stesso numero di abitanti e prendevo 120 euro lordi al mese, perchè sin dall’inizio abbiamo scelto come giunta le indennità minime previste. Comunque pare strano nell’articolo l’importo del sindaco, che risulta inferiore agli assessori.

  3. Scritto da puntirol

    Il sindaco di PONTIROLO appena insediato si e’ raddoppiato lo stipendio e ha cominciato a lagnarsi dei mancati trasferimenti statali.

  4. Scritto da berry

    x sara: certo: se dedichi tutto il tempo all’attività di sindaco prendi di più rispetto a uno che invece continua a lavorare. Esempio: se sei pensionato o ti metti in aspettativa al lavoro, o sei disoccupato, prendi di più rispetto a uno che, diventato assessore o sindaco, continua a fare il lavoro precedente, prendendo di diritti permessi vari (retribuiti logicamente) x svolgere l’attività di sindaco .

  5. Scritto da pt

    invece di tagliarsi lo stipendio che pensi a dedicarsi ad un paese fermo, pieno di problemi (viabilità e vivibilità su tutti). Il problema non è pagare poco o molto un sindaco….

  6. Scritto da Enrico

    Complimenti! Non vo ho votato ma apprezzo notevolmente questa decisione. Forse a Osio Sotto ( sono un ex-residente ) il sindaco dello stessa giunta ( PDL+Lega ) dovrebbe prenderne esempio e

  7. Scritto da Marco

    Grandissimo, speriamo che anche i comuni limitrofi come ad esempio Osio Sopra, sindaco a 2700 euro al mese, prendano esempio!

  8. Scritto da Angel

    Anche a Gazzaniga dovrebbero prenderne esempio!

  9. Scritto da il polemico

    beh,io invece chiederei al sindaco di boltiere,se oltre a tagliarsi lo stipendio,non sia il caso di cominciare a sistemare la vecchia strada per pontirolo,perchè attualmente fa proprio pena,a fronte di una rotonda enorme,per quale motivo non si provvede per la strada?il tratto sul territorio di pontirolo è a 2 corsie,,appena comincia boltiere miracolosamente si stringe a una corsia,e non si può dire che sia poco frequentata.che sia la volta buona??

  10. Scritto da Enrica

    Ditelo al sindaco di Osio Sotto, così magari prende ripetizioni da Palazzini…

  11. Scritto da agnese

    E allora ditelo anche al sindaco di Caravaggio e a quello di Misano gERA D’aDDA

  12. Scritto da Enrico

    Ditelo anche al Sindaco di Valbrembo, che da quell’orecchio non ci sente