BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Area della Mezzaluna, opportunità o fallimento”

Pubblichiamo la lettera dell'architetto Fabio Villa, candidato nella lista "Per Siliprandi", in merito all'area della Mezzaluna a sud di Treviglio.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera dell’architetto Fabio Villa, candidato nella lista "Per Siliprandi", in merito all’area della Mezzaluna a sud di Treviglio.

Per lo sviluppo urbanistico trevigliese, l’area della Mezzaluna può costituire un elemento positivo di completamento della città oppure una insidiosa spina nel fianco.
La Mezzaluna si presenta oggi come una vasta area di risulta, a sud della città, separata da questa dalla storica ferrovia Milano Venezia, caratterizzata prevalentemente da importanti insediamenti produttivi, da estesi appezzamenti di terreno agricolo e da sporadici insediamenti residenziali.
Il PGT adottato prevede a nostro avviso uno sviluppo alquanto disordinato per questa grande parte della città, basato su grandi unità d’intervento definite dai cosiddetti Ambiti di Trasformazione, grandi contenitori delle stesse funzioni, privi di un alcun disegno urbano (come invece sviluppato su altre parti), che ipotizzano la creazione di una vera e propria città nella città, dove il verde svolge un ruolo di semplice riempimento di spazi inedificati.
Le eccessive dimensioni degli A.T. pongono una prima questione pratica, relativa alla realizzabilità degli interventi : come esempio abbiamo avuto recentemente la grande lottizzazione residenziale nota come "Il Bollone", che per essere realizzata, ha dovuto essere suddivisa con una variante al P.R.G. , in diversi Piani di Lottizzazione con dimensioni più appropriate alla città di Treviglio.
E’ inoltre diffusa storicamente tra i trevigliesi una naturale diffidenza verso i grandi interventi edilizi che costituiscono delle eccezioni e vanno a snaturare la dimensione medio – piccola degli edifici che compongono il tessuto urbano.
La Mezzaluna è un area collocata in una posizione strategica, di importanza sovracomunale, che, se mal progettata, potrebbe costituire una pericolosa spina nel fianco per la città : la realizzazione di un insediamento urbanistico di nuova concezione ma privo di un anima, di elementi aggregativi con riferimento storico alla città, ha prodotto in passato i cosiddetti ghetti, cioè dei fallimenti urbanistici che hanno come esempio lampante il caso di Zingonia.
Lo sviluppo deve essere disciplinato a nostro avviso, da un master plan complessivo, cioè da un piano urbanistico specifico per tutta l’area caratterizzato da un ordinato disegno urbano, composto da unità dimensionali aventi dimensioni proporzionate alla scala urbanistica della città, imponendo come prima regola fondamentale la qualità progettuale degli interventi, il tutto attorno ad un centro di aggregazione, ovvero un luogo dalla forte identità che svolga la funzione di caratterizzare e di attribuire un senso di non anonimato a tutta la zona.
Devono esservi insediate le funzioni commerciali, sportive, di terziario avanzato, produttive ma non inquinanti mentre la residenza dovrà essere prevista in quantità limitate e supportata da una progettazione urbanistica ed architettonica di qualità, in modo tale da evitare la possibile ghettizzazione.

Arch. Fabio Villa
Patrizia Siliprandi SINDACO
Liste Civiche "PER CAMBIARE – UNITI PER TREVIGLIO – PER SILIPRANDI" 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fabio villa

    Caro Dario, Treviglio è oggi un agglomerato urbano a metà tra un paese e una città. Per diventare la vera capitale della Bassa ha bisogno di alcune funzioni, oggi assenti, che collocate nella Mezzaluna (oggi è una grande area urbanisticamente disordinata che in futuro avrà una grande accessibilità viabilistica a livello regionale), non andranno a snaturare la città consolidata attuale che piace molto ai trevigliesi. Allora io credo che occorra puntare sulla qualità e non sulla quantità.

  2. Scritto da ezio

    @Fabio Villa
    Ma cos’è questa prestesa che Treviglio sia la CAPITALE della Bassa?
    Treviglio è una città come le altre, ma con più abitanti e più esigenze.
    Da trevigliese m’interessa che il suo sindaco si curi dei trevigliesi, a prescindere da vecchie logiche di città capitali.

  3. Scritto da ezio

    Credo che l’espansione di Treviglio sia inevitabile, soprattutto con la costruzione della BreBeMi. Ci ritroveremo parecchia immigrazione di milanesi da Milano.
    Quanto al verde, sorrido. Tutti hanno chiaro dove fare improbabili parcheggi a silos, che potranno essere solo a pagamento, ma quanto al verde, che tutti dicono di volere, non c’è traccia di una parco certo nei programmi. Al massimo coloreranno di verde le rotonde e rotondine.

  4. Scritto da Cornelli Kikko Uniti per Treviglio per Siliprandi

    Penso di poter rispondere cosi: l’espansione Trevigliese e’ preannunciata, il numero degli abitanti e’ destinato a salire nel giro di poco tempo e non possiamo farci trovare impreparati. L’occhio di riguardo per il verde che Patrizia Siliprandi non ha mai nascosto non puo’ chiudersi di fronte ai fatti, ma deve individuare un’oculata gestione, nella quale, come giustamente lei dice, immobili inutilizzati,innalzamento dei piani delle case, ove possibile, sono delle soluzioni gia’ da noi presentate

  5. Scritto da Dario

    Architetto, potrebbe spiegarci perché Treviglio deve espandersi ancora? La sua posizione, a parte i cavilli sulla qualità della progettazione, è la stessa della Borghi e di Pezzoni. A Treviglio abbiamo già moltissimi immobili inutilizzati, vogliamo dare le case ai trevigliesi, o vogliamo attirare immigrati per le case vuote? La candidata Siliprandi mi sembra sia contraria a consumare altro territorio. Vi voterei volentieri se prendeste una posizione coraggiosa sulla mezzaluna.