BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anche i quad sfrecciano sulle Orobie “Ogni commento è vano, basta la foto”

L’unico commento allegato alla mail con la foto inviata dal nostro lettore è “Ogni commento è vano!!” Una frase che manifesta tutta l’indignazione di un appassionato di montagna nel vedere tre quad sfrecciare su una collina al pian della Palù.

L’unico commento allegato alla mail con la foto inviata da un lettore di Bergamonews.it è “Ogni commento è vano!!”
Una frase che manifesta tutta l’indignazione di un appassionato di montagna nel vedere tre quad sfrecciare su una collina al pian della Palù, vicino al rifugio Magnolini, a Castione della Presolana. Dopo il vivace dibattito tra i sostenitori e i detrattori delle motocross sulle Orobie ecco una foto che punta a sensibilizzare i tanti bergamaschi convinti che motori e montagna vadano a braccetto. Un’immagine che vale più dei mille botta e risposta tra le associazioni ambientaliste e i fedeli delle due o quattro ruote dentate. Nei mesi scorsi infatti più voci si sono levate per impedire questo sport sulle Orobie bergamasche. Da una partel’associazione Orobievive e il Cai, dall’altra il Motoclub Bergamo, che ha cercato più volte il dialogo senza cadere nei giudizi troppo affrettati.

Ecco la posizione del Cai

La replica del Motoclub Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 911

    @ 63/64:LR 5 Dicembre 2008 N.31 ART.59 Comma 3;questa è per voi,poi se altro vedete non vi resta che rivolgervi alle Autorita competenti e denunciare i fatti. Intanto voi iniziate ha rispettare le Regole che vi riguardano,dando il buon esempio:sarebbe un buon inizio no?!

  2. Scritto da Pluto

    Egregio G.Comi di OrobieVive, guardi che neppure le montagne NON sono affatto l’orto privato degli iscritti di OrobieVive ( tanto per stare in tema di orti da difendere). Poi le ho chiesto quante volte OrobieVive ha chiesto conto dei depuratori dei rifugi CAI oltre che delle nefandezze dei motociclisti,perché’ se c’e qualcuno senza peccato meglio non scagli mai pietre ad altri.

  3. Scritto da vincenzo

    Io sono un motoalpinista convinto e praticante da diversi anni e mi e’ capitato per esempio di essere ” ripreso ” da persone che ho incontrato in mulattiera che con il loro bel mazzolino di ciclamini in mano mi volevano fare la paternale . Se questo vuol dire rispettare l’ ambiente , allora , va bene , w gli ” ecologisti ” cosi’

  4. Scritto da G. Comi Orobievive

    @Pluto: nn sono socio CAI quindi certe cose valle a chiedere loro..@ tutti gli indignati x gli scempi sulle Orobie (piste e impianti da sci, seconde case etc.) PREGASI INFORMARSI sulle lotte che il coordinamento di Orobievive porta avanti (basta andare sul sito) prima di parlare. Gli ambientalisti a turno sono presi a sassate da chiunque ha il suo orticello da difendere: una volta i cacciatori poi gli sciatori poi i motocrossisti e via.

  5. Scritto da Poer Marter

    Vado per Sentieri in Montagna da 30 Anni,mai mai visto una volta qualcuno in Divisa fermare un Motociclista in Divieto(e di Sentieri ne ho calpestati diversi…)ma tutte le sante volte che vado per Sentieri quando il tempo è bello,incontro delle Moto da Fuoristrada. Come mai capitano sempre a mé,sara perche non ho i mezzi economici per frequentare le Valli Trentine?

  6. Scritto da villeggiante

    e’ leggendo certi commenti che si capisce perché l’Italia è quel che è: un posto dove le leggi ci sono (e in questo caso ci sono) e dove ci si sente in “dovere” e nel “diritto” di discuterle sempre e rispettarle mai. Dove si inneggia alla libertà, quando è libero chi rispetta l’altro. Dove si trova la mancanza altrui per giustificare la propria.
    Saremo sempre un popolo di serie C, avanti così!

  7. Scritto da !

    @59,hai perfettamente ragione Amico,e poi adesso col Governo che ci ritroviamo,sara molto dura pretedendere il rispetto delle Regole da questi. Ci aspettano tempi difficili!

  8. Scritto da nando

    mandiamo questi tamarri a pulire i boschi !

  9. Scritto da Entradec

    Non c’è la volonta politica di risolvere il problema. Nessuno vuole rendersi nemico dei Motoclub. Sono forti a livello di movimento e quindi è buona cosa tenerseli amici.

  10. Scritto da Filippo

    Grandi! Li invidio, chissà che numeri in montagna!
    Perchè poi, è vietato?

  11. Scritto da ex elettore

    Certe cose succedono solo sulle montagne delle Valli bergamasche, trial, quad, motoslitte, i nostri politici lasciano la massima libertà nel non rispetto delle regole tutto in nome del turismo! Quale turismo poi?

  12. Scritto da Però...

    Sembra Napoli.

  13. Scritto da old pilot

    Miiiii, che camurrìa!!!! Innanzitutto “visto che la foto vanifica i commenti, mi sapete definire i danni creati dal passaggio dei tre quad? Io non ne vedo! Fate che se vi da fastidio vedere qualche moto in montagna ve ne state a casina bella così la vostra sensibilità non ne viene intaccata. Vi iscrivete in una bella palestrina e sfogate lì la vostra voglia di camminare. E che diamine, datevi una calmata.

  14. Scritto da Mauro

    La verità è che per preservare il territorio dagli scempi qualche limite VA imposto. E i limiti vanno sempre a scontentare qualcuno. E fanno perdere qualche voto. Per questo ai nostri governanti servirebbe un pò di coraggio politico che evidentemente non hanno, nemmeno per queste piccole cose, figurarsi per le grandi. Non si vogliono inimicare i motociclisti, diranno mai di no a qualche scempio dei poteri forti?

  15. Scritto da gi

    domenica in località pienone quattro moto con alla guida quattro ignoranti che sfrecciavano a filo delle persone senza rallentare… peccato non sono riuscito a filmare…alla prossima giuro che filmo anche la targa così faccio denuncia. Sul merito del divieto si può discutere ma quando diventano pure pericolosi per la gente che và in montagna allora è inutile il dialogo

  16. Scritto da Luca

    Già ci vuole un bel cervello per comprarsi un quad… poi usarlo così… Complimentoni!

  17. Scritto da Nando

    Proprio il giorno di Pasquetta circolavo con il mio cavallo (e calesse) per sentieri nei boschi, finchè non mi sono imbattuto in due motocrossisti. Si sono fermati, hanno spento il motore, accostato e lasciato strada libera… Avvenuto l’incrocio ci siamo educatamente salutati, hanno rimesso in moto, sono ripartiti e nel giro di qualche secondo non si udivano più! In due ore di passeggiata ho incontrato una dozzina di persone, 5 biciclette e 2 moto…

  18. Scritto da GIANA

    SONO GLI ORGANI PREPOSTI AL CONTROLLO CHE NON FANNO IL LORO LAVORO,I POLITICI NON C’ENTRANO,LE LEGGI CI SONO.
    POLIZIA, CARABINIERI,FORESTALE,POL PROVINCIALE, GDF, POL LOCALI E SICURAMENTE NE AVRO DIMENTICATO QUALCUNO CHE CAVOLO FANNO?

  19. Scritto da BruBru

    Provino ad andare in trentino-alto adige e poi vediamo . Quelli sono paesi civili abitati da persone intelligenti che hanno capito cos’è il turismo.

  20. Scritto da Indecente

    L’estate scorsa sono bastati 2 quad su un percoso montano per rovinare la giornata a decine di persone, spizzando pericolosamente sassi ovunque.

  21. Scritto da Magna magna

    Al 3 vai in Alto Adige, Svizzera Austria e vedi che numeri che fanno….adesso nelle valli bergamsche stanno scoprendo pure le strade agrosilvopastorali, la scusa è quella del recupero dei boschi, ma il vero scopo è quello di raggiungere le baite con il suv, ovviamente la strada si fa con i soldi di tutti, ma l’utilizzo è solo ed esclusivo dei soliti noti.

  22. Scritto da corti-novis

    Il rispetto della natura dovrebbe essere il primo specialmente in luoghi silenziosi con la fauna protetta. Le Orobie chi li amministra non ne frega più di niente , pensa che si possa fare quello che si voglia . E’ ora che si diano in mano a chi come il wwf e associazioni ambientaliste che hanno tutte le qualità professionale di impedire veramente certe devastazioni. Molti guardano al trentino come esempio, una foto di queste mezzi è impossibile farne perchè ci sono sbarre e guardie.

  23. Scritto da Simone Stecchetti

    La moto da trial non rovina i sentieri, perché è delicata e le gomme non smuovono nemmeno un sasso, inoltre la velocità è molto bassa. Il cross, la regolarità, l’enduro e i quad invece creano sempre qualche dànno ai sentieri e alla conformazione naturale.

  24. Scritto da A.Z. Ragiuna !

    @13 – Ma quale odio , e poi non è vero che esiste un dogma per cui in montagna si debbano usare solo i piedi, bisogna usare anche il cervello. E questo porta a dire che i quad usati per divertimento è meglio che stiano a casa loro, diversamente in montagna che ci andiamo a fare ? Faccio due passi in tangenziale, costa meno !! In alcuni posti i quad addirittura li affittano localmente.

  25. Scritto da Davide

    Sabato 23 – Riserva naturale Regionale del Giovetto – Valle di Scalve
    Come accade tutti i fine settimana, gruppi di motociclisti (enduro), provenienti spesso dalla Val Camonica, attraversano tranquillamente la riserva senza che ci sia nessuno a controllare. Mi chiedo: ma a che cosa fannno tutto il giorno gli agenti del corpo forestale (ad es.)? Non potrebbero fare un appostamento ogni tanto. Io, in decenni di frequentazione della zona, non li ho mai visti “sul campo”. A che serve mateneli?

  26. Scritto da giacomo

    io vivo nella bassa a bariano, nel parco del serio c’era una pista da cross spettacolare non infastidiva nessuno, a pochi km dal mio paese c’era una pista da motocross regolamentare e di alto livello l’hanno fatta chiudere perchè disturbava, ci vuole il buon senso di dare spazio a tutti non è giusto che uno debba fare 40km per andare in pista …… ci devono essere posti dove si può e altri protetti non tutti protetti e basta che poi ci sono gli incivili escursionisti che lasciano gli avanzi

  27. Scritto da Cicamelo

    @17 – La moto da trial non ha i copertoni dentati, non fa polvere sui sentieri, ed emana ossigeno puro dalla marmitta. La moto da trial ricostruisce i sentieri e solo in alcuni casi ne realizza di nuovi. La moto da trial come tutte le moto da montagna arriva dove le altre moto non arrivano, sempre più in alto. La moto da trial non distrugge l’ambiente anzi dovrebbe chiamarsi Ecorigeneratore. La moto da trial è molto molto delicata, specialmente se chi la usa è un tuo parente.

  28. Scritto da ale

    sarebbe curioso condurre un sondaggio per scoprire che cosa votino, questi crossisti e “quaddisti”… ho come l’idea di saperlo già

  29. Scritto da luca

    ma gli agenti del corpo forestale che li paghiamo a fare? Non posso vigilare loro e multare loro quei geni sul quad?

  30. Scritto da Erik

    …questa è comica… poi ti danno la multa per i funghi….

  31. Scritto da Virginio

    Propongo di stabilire due giorni alla settimana in cui i motociclisti possano utilizzare praticare il fuoristrada in sentieri. Propongo una sorta di licenza regionale e/o nazionale per praticare ilfuoristrada, e la corrispettiva tassa possa essere impiegata nella sistemazione dei sentieri. Propongo l’uso di avanzati motori ecologici nonchè silenziati. Propongo il diritto allo sport nelle sue forme più intelligenti, poichè il peggior distruttore d’ambiente è l’uomo e non la moto.

  32. Scritto da Luca

    FANTASTICO!!

  33. Scritto da alex

    Che brutta cosa, l’ inciviltà di queste persone è davvero irritante, ora mi risponderete che è il “vostro” modo di vivere la natura???

  34. Scritto da ale

    Scusate se “taglio la testa al toro”, ma qui non è questione di punti di vista, o di passioni differenti.
    Molto semplicemente, la legislazione attualmente vigente VIETA queste cose. Punto. Il caso è chiuso.

  35. Scritto da Elle

    #3 Emissioni in atmosfera CO2, inquinamento acustico, erosione del suolo, distruzione della flora e disturbo alla fauna…… e ci si chiede perchè è vietato.

  36. Scritto da Luca

    è un tuo problema alex, ci son prodotti apposta per le irritazioni

  37. Scritto da Giorgio

    @33 – La peste non è un danno ? Il colera non è un danno ? Allora introduciamoli nei luoghi turistici di montagna ! Ma che ragionamento fai ? Ogni cosa deve avere i propri equilibri . Rovinare l’ambiente e la vita a migliaia di turisti che vanno in montagna con uno scopo preciso per 4 scalmanati che scorrazzano a manetta con il quad magari preso a noleggio è roba da terzo mondo. Dove sanno cos’è il turismo lo proibiscono nella maniera più severa.

  38. Scritto da Luca

    Ben detto ale…….cosi è giusto

  39. Scritto da ezio

    @Virginio
    Non è questione di 1 giorno o 7 la settimana e che questi mezzi, oltre al rumore rovinano i sentieri e i quad peggio.
    Lasciamo solo i mezzi necessari per chi ne ha veramente la necessità.

  40. Scritto da Beppe

    Predisporre vaste zone dei monti per le piste da sci non è un danno?
    La neve artificiale (per produrla ci vogliono grossi quantitativi d’acqua) non è un danno? Qui la disturzione della flora e disturbo della fauna non conta?

  41. Scritto da BB

    La montagna è di tutti e quindi ognuno dovrebbe rispettare gli altri, animali compresi. Una moto chiassosa non può certo essere adeguata al silenzio della montagna; si può capire chi la usa per necessità, ma chi la usa semplicemente per diletto potrebbe farne a meno. Vorrei vedere se chi va con questi mezzi sarebbe contento che qualcuno andasse sotto casa sua a sgasare tanto per divertirsi.

  42. Scritto da Sperandio

    Grazie BGNEWS,tenete “caldo” questo problema,forse coloro preposti al Vigilare sul fatto che casi cosi non accadano,si daranno una smossa prima o poi…

  43. Scritto da f..y78

    ricordo ai fanta-ambientalisti che L’UNICA associazione sportiva presente alla giornata ecologica, convocata per TUTTE le associazioni del Comune Clusone, per la pulizia annuale della pineta della selva, è stato il MOTOCLUB80 con circa 40 volontari e 5 furgoni !!!! ….è inutile andare in montagna a piedi e lasciare l’immondizia del pic-nic o cambiare l’olio della macchina a casa e buttarlo in un tombino per risparmiare!!

  44. Scritto da Beppe

    @35….
    Il disboscamento di intere aree, per far divertire gente a scivolare sulla neve, produce molti più danni di 4 Quad……Il problema è che i Quad non portano denaro, i sciatori si

  45. Scritto da paul

    il quad e’ il triciclo degli adulti rimasti degli infanti

  46. Scritto da lorenzo

    tutto il giorno in centro si devono sopportare ciclomotori taroccati che fanno un baccano bestiale, moto motard che non sono da meno, non mi interessa sapere se queste moto possono per legge circolare in montagna,se rispettano i regolamenti etc. Mi sembra semplicimente opportuno lasciare delle zone franche in cui si oda solo il silenzio a cui non siamo piu’ abituati

  47. Scritto da 2 Ruote.

    @39 Paul:concordo in tutto con te,ed aggiungo che gli utilizzatori di Quad oltre che essere dei modaioli,sono anche dei Motociclisti mancati

  48. Scritto da Pluto

    Mi spiegate perché’ in EmiliaRomagna si fanno non meno di SEI raduni di moto e quad ADDIRITTURA dentro dei Parchi Regionali? L’Emilia hauna normativa più’ severa di quella lombarda eppure loro riescono a far convivere mentre qui da noi si fanno i telebani da una e dall’altra parte. Il 1′ maggio c’e un raduno a Ramiseto tutto dentro un parco e qui si lamentano per 200 quad in tutta la provincia.

  49. Scritto da G.Comi Orobievive

    Da fanta-ambientalista rispondo al solito rappresentante dei pensabenisti che si lavano la coscienza andando a pulire qualcosa una volta all’anno.La gran maggioranza degli escursionisti e amanti della natura nn insozzano come dice lei! A differenza della gran maggioranza che con quad,motocross etc appestano e rovinano bosci e prati. Una volta x tutte diciamo che esistono delle priorità nei diritti e quello di poter godere tranquillamente la montagna viene prima di quello di scorrazzarvi in moto

  50. Scritto da baz

    più che altro ogni speranza che rimanga qualcosa di civile in Italia è vana…

  51. Scritto da G.Comi

    @41: se scendiamo sul piano degli esempi allora io dico che in luoghi con un alto livello di cultura ambientale e di rispetto delle regole come il Trentino-AltoAdige (x nn parlare di Austria e Svizzera) col cavolo che i fuoristrada di ogni genere possono scorazzare in parchi e aree protette (e nn solo..)! l’Emilia Romagna è una zona ad alta passione motoristica, nn può certo insegnare cosa si deve fare o meno in montagna..Poi “solo” 200 quad? Son anche troppi per un aborto tra gokart e moto…

  52. Scritto da Baradél

    @37 Faby78:difatti la Pineta di Clusone è da vedere come è pulita… invece voi spesso e volentieri l’atraversate contravvenendo diverse norme,in gruppi di diversi Enduro,sempre e solo a forte velocita,con Targhe “tarocche” per non farvi multare.

  53. Scritto da stefano b.

    peccato che non ha girato la macchina fotografica di 360° per immortalare le porcherie in cemento armato stile chalet alto atesino, che hanno costruito lì e in tutta la conca della valle seriana.
    le moto passano e scompaiono
    quelle porcherie (vere schifezze architettoniche) resteranno per sempre con tutto il loro indotto di asfalto, cemento, e suv dei milanesi, che fanno centinaia di chilometri con i loro diesel 3000 cc e poi si lamentano appoggiati dai soliti ecologisti commercianti.

  54. Scritto da Massimo Sironi

    Questo Puritano perche non ha preso posizione quando bergamoneuws ha pubblicato lo scempio fatto a Foppolo per le piste?????? Basta andare in archivio e vedere le foto publicate nel “2009
    dove erano Vivi orobie e il CAI???? due pesi e due misure
    . amanti della montagna quando vi conviene

  55. Scritto da villeggiante

    Frequento Castione della Presolana da 20 anni e ne ho viste e segnalate di cose del genere: risultato nullo.
    Moto, quad, e altri motori vari han sfrecciato tra gente stesa a prendere il sole, fare picnic, camminare per sentieri. Finalmente, ora una foto l’ha documentato.
    Purtroppo, ho la certezza amara che rimarrà ancora lettera morta, sovrastata dall’arroganza di qualcuno e dall’indifferenza di altri. E dall’omissione di atti doverosi da parte di chi autorità la dovrebbe avere ed esercitare.

  56. Scritto da Giorgio

    @38 – Appunto, fare disastri e disturbare pesantemente, senza un briciolo di contributo all’economia, per il solo divertimento di 4 gatti mi sembra davvero troppo.

  57. Scritto da old pilot

    Ufff!! Che noiosi che siete. Fatevi le vostre passeggiatine e lasciate a noi le nostre moto. Ma che cavolo volete, ve la siete comprati tutta la montagna? Se vi piace il Trentino in un oretta di autostrada ci arrivate. Se avete problemi c’è pure il Tomtom. Bergamo ha una tradizione storica nell’enduro, voi non conoscete la differenza tra enduristi crossisti e trialisti. Vi comprate le vostre belle villette, 69.000 euro vista panoramica, e improvvisamente diventate i padroni del paese. E basta!

  58. Scritto da Pluto

    Per 42. Ci dica sig.Comi quanti sono i Rifugi CAI che hanno il depuratore ai loro cessi e cucine.siamo tutt’orecchio.

  59. Scritto da old pilot

    Mi successe un giorno di essere fermato, in cima ad un sentiero, da una simpatica vecchietta,ombrello chiuso in mano: era arrabbiatissima perchè io mi permettevo di circolare in moto su una strada sulla quale si affacciava la finestra della sua cucina. Quel giorno lì lei era salita da Milano e voleva impedire a me,che lì ci sono nato, di circolare sulle MIE strade. Poverina, persino il marito la compativa. Il mondo è piedo di frustrati.

  60. Scritto da mattew

    Senti, endurista orobico io sono orobico D.O.C.G come te, ma le moto in montagna tra i sentieri mi danno parecchio fastidio, così come mi danno fastidio le piste di sci e le villette da 69000 euro. Ok? se ci sono delle regole, vanno fatte rispettare…da tutti.
    non c’è da aggiungere altro. vuoi divertirti con la motoretta? vai nelle zone dove è consentito

  61. Scritto da Enduro Ecologista

    @47/48/51/52/53:gli altri sbagliano,pertanto anchio mi sento autorizzato a sbagliare e questo mi giustifica! Peró io amo la Natura,a modo mio…

  62. Scritto da cristiano

    il quad mi sembra un giochino per bambini viziati…..adulti senza buonsenso. più fanno rumore più si sentono grandi.

  63. Scritto da old pilot

    Mattew, di cose che danno fastidio ce ne sono a migliaia,bisogna imparare a conviverci. Non averne a male, lascia vivere un po’ anche gli altri. A me per esempio fanno paura i motociclisti sulle stradali,ma mica li voglio eliminare. Se quando passeggi in mantagna incontri qualche moto, non ti fare il sangue cattivo, ti fa male al fegato.

  64. Scritto da a quando?

    Egr sig Agenti del Corpo Forestale dello Stato e Agenti del Corpo di Polizia Provinciale di BG,quando riuscirete con l’organizzazione di servizi di Vigilanza coordinati fra di voi,a tentare di contrastare almeno in minima parte il problema delle Motociclette su percorsi vietati?!