BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carimali cresce con l’innovazione fotogallery

L'azienda ha festeggiato con un open day il 1° anniversario del trasferimento del controllo dell'azienda dalla famiglia di Marco Taddei a quella di Andrea Doglioni Majer.

Con un open day aperto a familiari e dipendenti, fornitori e istituzioni Imc Italiana macchine caffè di Chignolo d’Isola, nota con i marchi Carimali e Macco, ha festeggiato il 16 aprile il 1° anniversario del trasferimento del controllo dell’azienda dalla famiglia di Marco Taddei a quella di Andrea Doglioni Majer. Una giornata particolare che è servita anche per confermare l’impegno della nuova proprietà sulla via della continuità e del continuo miglioramento. 
Nell’aprile del 2010 Taddei ha deciso di cedere il 70% delle quote societarie dell’azienda ad Andrea Doglioni Majer (l’attuale amministratore delegato) e quest’anno si appresta a cedere la totalità delle sue rimanenti quote a Majer, la cui famiglia è proprietaria della Rhea Vendors Spa di Caronno Pertusella, in provincia di Varese, attiva nella produzione di distributori automatici di bevande calde, fredde e snack.
Carimali, storica produttrice di macchine per caffè professionali, è nata a Milano nel 1919 ed è stata acquisita dall’imprenditore bergamasco nel 1969. Dal 1993 gli uffici e la produzione si trovano a Chignolo d’Isola e si estendono su di una superficie di circa 6000 m2. L’azienda attualmente opera con 68 dipendenti. Nel 2010 ha avuto un fatturato di oltre 16 milioni di Euro, con il 98% delle vendite all’estero, in particolare l’Europa, il Giappone, l’Australia, il Sud Est asiatico e il Sudafrica, segnando un aumento del 27% circa rispetto al 2009. Bevande adattate ai gusti dei mercati internazionali, interfaccia utente multimediale e un sistema innovativo per il risparmio energetico sono solo alcune tra le caratteristiche distintive che nel corso degli anni hanno consentito all’azienda di differenziarsi, permettendole di assumere il ruolo di concorrente, spesso vincente, di grandi gruppi tedeschi e svizzeri.
Alla base del successo vi sono inoltre l’attuazione di solide politiche finanziarie unite a consistenti politiche di investimenti in R&D, impianti, attrezzature, qualità e prestazioni del prodotto. La Imc ha brevettato, per esempio, un sistema di controllo energetico che sarà applicato gradualmente a tutte le macchine che consente un significativo risparmio sulla bolletta energetica. L’azienda si sta inoltre ritagliando una nicchia nella produzione di accessori come scaldatazze, frigoriferi per latte e macinini da banco da proporre ai clienti in abbinamento alle macchine per caffè.
Nel corso della mattinata dedicata all’open day, tutti i partecipanti hanno avuto la possibilità di visitare l’azienda e i suoi moderni impianti di produzione. I modelli di macchine tradizionali e super automatiche attualmente sul mercato, insieme ai modelli storici, erano presenti nello showroom aziendale.
Per i più piccoli è stato allestito uno spazio dedicato a loro con diverse attività di intrattenimento mentre per gli adulti sono stati allestiti momenti legati alla cultura e alla passione per il caffè.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.