BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Rimborsare l’Irpef alle famiglie meno abbienti”

Lista Bruni, Pd, Verdi, Idv e Udc presentano un ordine del giorno a Palafrizzoni per il rimborso alle famiglie con reddito inferiore ai 15 mila euro.

Più informazioni su

L’opposizione di centrosinistra in Consiglio comunale a Bergamo torna all’attacco sull’addizionale Irpef, chiedendo che si proceda a rimborsarla alle famiglie meno abbienti, in particolare ai nuclei con Isee sotto i 15 mila euro. Il comunicato stampa di Roberto Bruni, omonima lista, Elena Carnevali, Pd, Pietro Vertova, Verdi, Vittorio Grossi, Idv, Giuseppe Mazzoleni, Udc.

"L’Irpef nazionale è l’unica imposta oggi vigente in Italia che concorre a realizzare la prescrizione dell’articolo 53 della Costituzione: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività“.
La progressività delle imposta è un concetto molto preciso: la frazione di reddito versata in imposta deve essere crescente al crescere del reddito. L’Irpef comunale non è invece progressiva in quanto la frazione di reddito versata in imposta è uguale per tutti i cittadini (a Bergamo lo 0.6% del reddito) a prescindere dal loro tenore di vita e dalla condizione familiare.
L’opposizione di centrosinistra in Consiglio comunale pensa che chi ha un reddito di 100 mila euro debba pagare un’imposta percentualmente superiore a chi ha un reddito di 10 mila euro. Pensa inoltre che chi ha figli a carico debba pagare un’imposta inferiore di chi, con egual reddito, non ha  prole. Pensa infine che ciò debba valere per tutti i cittadini di Bergamo che pagano le imposte: gialli, bianchi o neri che siano i loro figli.
Per questo il centrosinistra presenterà stasera in Consiglio comunale un ordine del giorno collegato al bilancio in cui si chiede al Sindaco e alla Giunta di riaprire  quanto prima i termini per l’erogazione del rimborso dell’addizionale IRPEF comunale (pari a 80 euro) per tutti i cittadini con un reddito familiare ISEE non superiore a 15.000 Euro".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergio

    di certo, purtroppo, il rimborso andrebbe ancora agli evasori, essendo questi milionari con denunce irpef da 6 mila euro con ferrari e villa con piscina..

  2. Scritto da bergamo

    eh, centrosinistra, bell’idea, ma non ci credete nemmeno voi, no, che con questi chiari di luna la giunta leghista rimborsi a nessuno nemmeno un euro, vero?
    E poi c’è il problema dell’evasione. Siamo sicuri che l’ISEE sia accurata?
    Sennò finiamo per rimborsare l’IVA al nullatenente con Maserati fuori della porta e casa a Santa Lucia.