BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Officine Smeraldo e Palafrizzoni ancora ai ferri corti

Nei prossimi giorni ?? previsto un incontro tra le due parti per verificare la possibilit?? di continuare il rapporto fino alla fine della stagione 2011-2012.

“Pagate i canoni arretrati”. “E voi invece insonorizzate il teatro”. E’ un vero braccio di ferro quello che da più di un anno si consuma tra Palafrizzoni e teatro Creberg. Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra le due parti per verificare la possibilità di continuare il rapporto fino alla fine della stagione 2011-2012, l’ultima prevista dalla convenzione. L’accordo deve essere trovato sui canoni arretrati, circa 100 mila euro, che Officine Smeraldo deve corrispondere al Comune. Palafrizzoni a sua volta aveva promessa di relizzare opere di insonorizzazione. Il tempo però stringe. La prossima stagione dovrebbe essere presentata entro l’estate. Se si consumerà la rottura definitiva, il tempo per la presentazione di un nuovo bando è risicato. Senza contare che il mercato non è esattamente florido, non a caso nel 2006 si era presentata solo Officine Smeraldo. La società lamenta i lavori di insonorizzazione mai effettuati, che potrebbero dare nuovo slancio alla struttura, e le spese per il riscaldamento che si sono rivelate ben quattro volte superiori a quelle previste.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 100milaeurodidebito

    gli interventi concordati sono migliorativi ma non hanno nessunissimo significato circa lo svolgimento della stagione teatrale per il quale il teatro è affittato dallo smeraldo. se il canone d’ora in poi sarà zero ci saranno molti interessati alla gestione. per il presente invece bisogna saldare il conto, e non sono bazzecole ma circa centomila euro

  2. Scritto da dietrologia

    Ripeto…Susy. Bastava saper leggere l’eco di bergamo di ieri con tutti i dati della questione e non fare dietrologia. Avrebbe scoperto che il debito (centomila euro dice il quotidiano) è sulle spalle del cittadino.

  3. Scritto da bgdoc

    La programmazione dello smeraldo ha migliorato notevolmente l’offerta a Bergamo; la struttura, pur bella, ha delle carenze strutturali e di servizi ma ora c’e ed e’ da migliorare come piu’ volte sostenuto dall’amministrazione stessa. Quale arma ha l’inquilino se il proprietario non fa interventi concordati? Spero non si debba pensar male

  4. Scritto da Longoni poi parla.

    Visto che il mercato degli affitti piange vorrei affittare un attico in città alta, non pagare l’affitto e chiedere i danni perchè mi avevano detto di insonorizzarlo dai piccioni e invece tubano ancora quei maledetti pennuti. Già che ci siete riempitemi anche il frigor!
    Grande Smeraldo, grandissimo Longoni. Ti chiudono Milano e vieni a Bergamo ?

  5. Scritto da susy

    il commento precedente è troppo ben indirizzato per non essere scritto da persona molto vicina all’assessore Sartirani.