BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti, pugno duro della Provincia Rea Dalmine non ha l’esclusiva

Continua il braccio di ferro tra Rea, societ?? che gestisce l???inceneritore di Dalmine, e Provincia di Bergamo sulla questione rifiuti.

Continua il braccio di ferro tra Rea, società che gestisce l’inceneritore di Dalmine, e Provincia di Bergamo, sulla questione rifiuti. Dopo l’aumento della tariffa, spiacevole sorpresa che si sono trovarti nei bilanci ben 210 Comuni bergamaschi, l’azienda e via Tasso non sono riusciti a trovare un accordo. Un salasso da +64%, 141,33 euro a tonnellata smaltita invece dei 86,58 euro precedenti. Il presidente della Provincia Ettore Pirovano non guarda in faccia a nessuno: “Faremo una riunione con i Comuni e le società che gestiscono i rifiuti per meglio definire le strategie” – dichiara. In sostanza il messaggio è: i Comuni possono andare dove meglio credono. Se altri inceneritori propongono offerte più vantaggiose gli enti sono liberi di valutare e accettare le proposte anche fuori provincia. Lo prevede la legge. “Noi non abbiamo assolutamente condiviso il metodo adottato dalla Rea – spiega Daniele Belotti, assessore regionale al Territorio e alla gestione dei rifiuti -. A livello regionale stiamo procedendo alla revisione del piano rifiuti che sarà portato in Consiglio entro la fine dell’anno. La nostra intenzione è quella di mettere in rete i tredici termovalorizzatori lombardi in modo da razionalizzarli al meglio. Noi abbiamo due obiettivi: teniamo sempre buono in principio dell’autosufficienza provinciale, ma per evitare la realizzazione di nuovi impianti cerchiamo di razionalizzare quelli esistenti coprendo le aree in sofferenza. Perciò quella adottata dalla Provincia è il primo esempio che porterà a una proficua concorrenza tra gli impianti al fine di ridurre le tariffe”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marilena

    a osio sotto il sindaco ha già confermato l’aumento di 15 euro l’anno. La provincia è della lega, la lega ha voluto l’inceneritore a dalmine e ora propone di non utilizzarlo se costa di più. Stiamo scherzando? Dovete essere in grado di imporvi!

  2. Scritto da La vita è bella

    Io chiedo 100 , tu dici 10 , poi chiudiamo a 50 ?
    Tutti contenti per non aver pagato 100 ………
    Mò vediamo come va a finire , ma in percentuale sul valore di ADESSO.