BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Espulsioni? Mi sono già dimesso, con altri 5 leghisti

L'ex sindaco corre contro il candidato del Carroccio Michele Jacobelli: "Il giorno prima della presentazione della lista ho mandato per raccomandata alla Lega le dimissioni".

Ferruccio Bonacina torna in campo per le elezioni amministrative del 2011 a Palazzago. L’ex sindaco leghista (per due mandati), ed ex vicesindaco lumbard (nell’ultimo quinquennio), stavolta però, pur supportato da una serie di militanti del Carroccio, non corre con il simbolo di Bossi & co.
Di più: sfida il candidato leghista Michele Jacobelli sostenuto dal primo cittadino uscente Umberto Bosc che, pur essendo solo al termine del primo mandato non si ripresenta per la poltrona più ambita di Palazzago.
E, mentre dalla segreteria provinciale minacciano espulsioni, lui serafico annuncia: "Il giorno prima della presentazione della lista, dopo aver verificato che non c’era possibilità di intesa con Jacobelli, io stesso insieme ai cinque leghisti, militanti della prima ora che mi accompagnano abbiamo mandato per raccomandata le nostre dimissioni".
Cosa succede in quel di Palazzago? "Succede che noi vogliamo portare avanti il programma disegnato cinque anni fa e invece non ci sembra che tale continuità sia nelle corde di Jacobelli, che peraltro io stesso ho proposto quale candidato sindaco".
C’è chi sostiene che il mancato accordo sia legato anche a un’inchiesta che vedrebbe coinvolti alcuni progetti dell’assessorato ai Lavori pubblici assessorato retto proprio da Bonacina: "Sono sereno, probabilmente ci sono state delle denunce, delle richieste di verifica e per me facciano tutto quello che si deve fare, non c’è niente da nascondere". L’importante, conclude Bonacina, "per me è che a Palazzago si concludano i progetti avviati ed è per questo che ho deciso di ripresentarmi"
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bg

    @5 ne sono rimasti tanti… tutti nuovi e pronti a cambiare il paese.
    @4 sindaco ed assessori non sono interessati da inchieste

  2. Scritto da palazzaghese

    aspettiam che l’inchiesta giudiziaria in corso ormai da tempo e riguardante reati degli amministratori di Palazzago (sindaco, vicesindaco, assessori) arrivi in porto

  3. Scritto da Slega la Lega

    Ma quanti leghisti sono rimasti con tutte queste espulsioni?

  4. Scritto da auverno@libero.it

    Mai una volta che, onestamente, ammettano: “Siccome sono attaccato alla cadrega con l’Attak non me ne importa niente di buttare nel cesso decenni di militanza e proclami leghisti pur di non muovermi dal posticino in comune”.
    Invece si riempiono la bocca di programmi, progetti e quant’altro.

  5. Scritto da carmelo mangini

    Come cittadino aspetto di leggere e confrontare i programmi.
    Circa le persone una volta si diceva: ” prima di votare tappati il naso”.
    Circa le presenza femminili : Bonacina 2; il Bene in comune 3; Lega di Jacobelli 4; Cimadoro Figlio 6.

  6. Scritto da dubbio

    Ma cosa ci sarà mai nel programma ch può portare avanti solo Bonacina??…