BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ben 109 i candidati sindaci e 117 liste Intese difficili a destra e sinistra

Trentasette comuni al voto (alcuni piccoli, piccolissimi) e 117 liste presentate, a sostegno di ben 109 candidati sindaci.

Più informazioni su

Trentasette comuni al voto (alcuni piccoli, piccolissimi anche, come Oltressenda Alta, Bedulita, Valnegra) e 117 liste presentate, a sostegno di ben 109 candidati sindaci (leggili tutti).
Nemmeno in Bergamasca è stato facile accordarsi. Di primo acchitto sembra che siano le liste civiche a farla da padrone, ma spesso dietro nomi senza simboli ufficiali ci sono i partiti, le segreterie, i veti incrociati. Veti incrociati, tensioni, lotte intestine all’interno dei singoli partiti o delle coalizioni che magari a livello nazionale paiono solide, ma che si sfaldano nei piccoli centri di provincia. O in quelli un po’ più grandi. Treviglio, si sa, è un esempio che vede spezzettarsi sia la Lega che il Pd in una trasversalità di guai interni a rischio per tutti i candidati. Lega e Pd nel frattempo hanno già annunciato epurazioni.
Ma spaccature emergono in tante altre realtà. A Palazzago l’ex sindaco "storico" Ferruccio Bonacina, leghista doc, corre da solo con vecchi militanti del Carroccio mentre il partito di Bossi propone Michele Jacobelli. Bonacina previene eventuali cacciate: "Le dimissioni le ho già mandate io alla segreteria, per raccomandata insieme ai miei cinque sostenitori".
Rapporti difficili anche all’interno delle coalizioni dicevamo, con Pdl e Lega che non sempre, anzi quasi mai, corrono insieme: fanno eccezione Treviglio, Chiuduno e Verdellino. Quel che è certo è che le divisioni daranno pepe alla competizione: a Costa Volpino per esempio, se il centrodestra è frantumato in tre tronconi addirittura, il centrosinistra è diviso in due e risulta arduo per chiunque scommettere sul vincitore.
Il fatto nuovo è che anche nei mini-municipi si presentano più liste, fatta eccezione per Adrara San Rocco, Cornalba e Strozza dove c’è un unico candidato sindaco. A Oltressenda si sfidano in tre addirittura: per un totale di 189 elettori e solo qui si presenta col proprio simbolo Forza Nuova. Ma anche a Bedulita i pochi aventi diritto al voto potranno scegliere tra tre possibili primi cittadini.
Antipatie personali, litigiosità alle stelle, divergenze sulle scelte? Qualunque sia il motivo, il segnale appare chiaro: sempre più difficile trovare intese politiche. Chi pensava che a livello amministrativo tutto fosse più sereno si deve ricredere. 
 
Vai allo speciale elezioni 2011

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.