BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Di Pietro si appella a Napolitano

Se si vince il referendum, il Capo dello Stato dovrebbe sciogliere le Camere", ?? quanto afferma il leader dell'Italia dei valori Antonio Di Pietro.

Più informazioni su

"Se si vince il referendum, il Capo dello Stato dovrebbe sciogliere le Camere", è quanto afferma il leader dell’Italia dei valori Antonio Di Pietro (ospite di Lucia Annunziata su Rai3 a "In mezz’ora") che si appella a Napolitano affinché intervenga contro il premier che attacca la magistratura.
"Andrò a denunciare Berlusconi per quello che ha detto" aggiunge il parlamentare bergamasco, originario del Molise ma residente da decenni a Curno: "Berlusconi ce l’ha con me per il referendum: l’11 e il 12 giugno ci sarà il giudizio dei cittadini anche sulla sua politica giudiziaria".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giulietta

    Vorrei ricordare che di Pietro è stato osannato dagli stessi che ora continuano a denigrarlo.Ha ragione quando difende la magistratura,perchè non fa altro che applicare le leggi dello . Nel passato per questo motivo molti magistrati sono stati barbaramente assassinati,ora invece si preferisce la macchina del fango.Il tentativo è quello di difendere l’inpunità,di favorire la mafia e l’illegalità a discapito della democrazia e della libertà.

  2. Scritto da pm

    @6: ma i sospetti delinquenti devono essere processati e, se risultano colpevoli, finire in galera – non devono avere la possibilità di modificare le leggi in corso d’opera per sfuggire ai loro processi. O non accetta nemmeno questa banale verità?

  3. Scritto da Monsieur De La Palice

    @6 In una democrazia vera:
    1) Chi è stato condannato o ha processi in corso non dovrebbe essere candidabile.
    2) Tutti i cittadini devono sapere TUTTO di tutti i candidati
    3) Lo spazio espositivo propagandistico deve essere uguale per tutti se uno ha 3+3 televisioni e 100 manifesti vince sicuramente se il suo avversario non ha televisioni e ha un manifesto solo.
    4) Se qualcuno non segue le regole che valgono per tutti deve essere escluso (vedi Formigoni e le firme)

  4. Scritto da cittadino

    BRAVO POLEMICO, vai pure a votare NO, e spero che tutti i pronuclearisti seguano il tuo esempio.

  5. Scritto da il polemico

    e se invece lo perde,cosa succede?’ritorna all’inps i 17 anni di pensione baby che sta usufruendo?e che giustamente si dimentica di dire quando parla di abolire i privilegi ai politici?come direbbe totò:MA MI FACCIA IL PIACERE………io voterò no,cosi voglio vedere il dopo….e spererei che alle prossime elezioni non venga rieletto,cosi altra pensione che si intasca e che si somma all’altra

  6. Scritto da No al Nucleare....

    Polemico #1, se ce l’hai con Di Pietro è un conto, ma per cortesia, a Fukushima ( che tutti i giornali di Berlusconi il giorno dopo il terremoto avevano dipinto come “sicurissime” con interviste a Oscar Giannino e scomodando anche Zichichi ) sono là che cercano ancora di spegnerle ad un mese dall’incidente. Non sono auto che basta girare la chiave o finire la benzina. Sono un po’ più complicate. E ho l’impressione che non ci abbiano ancora detto tutto. Lo vivremo sulla pelle i prossimi anni…

  7. Scritto da !

    Magari!

  8. Scritto da il polemico

    dopo che una persona predica bene,e si scopre che è peggio o simile agli altri,una persona cosa dovrebbe pensare?amarlo e seguirlo?e poi se passa referendum sulla magistratura,dobbiamo cambiare parlamento?e chi sarebbe lui per dirlo?’ha per caso maggioranza dei voti?parla sempre di democrazia,poi si scopre che pretende di cambiare tutto avendo una minoranza

  9. Scritto da muc

    2000 euro Di Pietro se li merita Mani pulite è stato l’unico periodo in cui sembrava che la legge fosse uguale per tutti. Invece i 12000 al mese del trota li dobbiamo pagare tutti caro polemico meglio 1000 Di Pietro che un Trota o una Minetti . Per i referendum si si e si atrimenti privatizzeranno anche l’aria e il sole.

  10. Scritto da walter semperboni

    le elezioni si vincono democraticamente e non con la magistratura politicizzata