BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco: “Anche il parroco non chiede autorizzazioni quando fa la processione”

Peppone ?? diventato leghista? Il sindaco di Villa d'Ogna Angelo Bosatelli interviene sulla polemica tra parrocchia e volontario dell'Admo, per un banchetto non autorizzato sul sagrato.

Più informazioni su

Il sindaco di Villa d’Ogna Angelo Bosatelli interviene sulla polemica tra parrocchia e volontario dell’Admo, per un banchetto non autorizzato sul sagrato.

Carissimo Direttore,

sono venuto a conoscenza attraverso il vostro sito, della notizia che riguarda un ragazzo di nome Cristian, facente parte dell’ADMO, che ha vissuto una spiacevole vicenda con il Parroco di Villa d’Ogna, in occasione di una iniziativa di solidarietà .
Quando queste associazioni richiedono uno spazio pubblico per svolgere queste iniziative come la vendita delle colombe, lascio loro decidere qualsiasi luogo dove poterle svolgere in qualsiasi parte del paese (logicamente sul suolo pubblico anche perchè su quello privato non lo potrei neanche autorizzare), purche non sia un posto dove si possano creare rischi alla loro sicurezza  e di chi transita sulla strada.
Comunque a parte questo esprimo massima solidarietà all’Admo e quindi anche a Cristian per tutto quello che fanno.
L’Amministrazione Comunale, sarà sempre a disposizione per sostenere e promuovere tale iniziative, che non fanno altro che fare del bene alle persone.
Mi rammarica il fatto che il Parroco della Parrocchia di Villa, Don Luigi Zanoletti, abbia avuto nei loro confronti un atteggiamento poco simpatico, anche perchè spesso capita che pure lui organizza processioni sul suolo pubblico senza chiedere l’autorizzazione al comune! E se dovesse succedere qualcosa? Questo sì che è più grave, anche perchè si parla di sicurezza, altro che l’occupazione di 3 metri quadrati sul sagrato! 

Distinti saluti,

Il Sindaco
Angelo Bosatelli 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da astronauta

    semplicemente:
    il parroco è stato maleducato, prima si pensa e poi si parla.
    il sindaco un opportunista politico, avrebbe fatto bene a tacere e occuparsi del suo paese, trascurato e lasciato andare…..a casa!

  2. Scritto da il pensatore

    Carissima redazione per l’ennesima volta vi o inviato un mio pensiero e con molta indignazione non lo vedo pubblicato.Non mi sembra di avere usato termini scorretti o volgari
    Ma allora che siate proprio un pò di PARTE??????
    FORSE IL RACCONTARE LA VERITA’ FA MALE

  3. Scritto da Rita

    @32 Elena
    Ma il parroco la sua spiegazione l’ha data.

  4. Scritto da Elena

    Io credo che in tutta questa storia sia mancata la comunicazione che è l’essenza di ogni cosa, il Parroco ha mancato in questo, sentendosi in diritto di “cacciare” senza avere le spiegazioni necessarie, forse se si fosse posto in modo diverso si sarebbe risolto tutto nella più assoluta tranquillità………e avrebbe evitato questa figuraccia…….che sia di monito, il dialogo pacifico è sempre necessario

  5. Scritto da Ardes

    @ 23:concordo con tuo Post ed aggiungo;il Cristian per mé,è in “buoni rapporti” con il tuo Sindaco… tutto quel botta e risposta qui,troppo veloce è stato!

  6. Scritto da davide

    ma la lettera del parroco è sparita?! povera bergamo ancora qui a queste piccole discussioni da bar o da bgnews!

  7. Scritto da bruno giordano

    Bravo Sindaco complimenti, da oggi anche per le processioni domanda in carta da bollo, se no le facciano nelle loro (cospicue) proprieta’ private, il Regno pontificio e’ finito da un pezzo !

  8. Scritto da LDN

    bosatelli presidente della regione lombardia!

  9. Scritto da ex-paul

    ho capito sicuramente una cosa: quando loro – i parroci – vengono da te -amministratore pubblico – vogliono la gratuità, quando tu vai da loro devi pagare…sperimentato amaramente nei miei anni di pubblico servizio…

  10. Scritto da simone

    bravo!!!

  11. Scritto da lilly

    Tanto di cappello caro Sindaco…. ha pienamente ragione…. a loro tutto è dovuto…il parroco dovrebbe mettere in atto ciò che predica!!!!!.

  12. Scritto da Paola

    Le autorizzazioni devono indicare sove collocare i banchetti, non essere vaghe. Ecco chi ha toppato! Il caro Sindaco.

  13. Scritto da Angel

    Ma, non capisco: vuol dire che il sindaco fa svolgere manifestazioni, anche a carattere religioso, senza le dovute misure di sicurezza?
    Smettiamola con queste inutili e superflue polemiche e pensiamo alle cose serie!

  14. Scritto da bergamo

    mi sembra una polemica inutile……il parroco ha sbagliato nei modi, si è accorto, ha in qualche modo chiesto scusa (certo non si è cosparso la testa di cenere…..)…serviva proprio questa lettera del sindaco?
    Don Camillo e Peppone erano simpatici ma erano un racconto di Guareschi….se in un piccolo paese sindaco e parroco battibeccano è veramente triste…per caso si vota a Villa d’ogna???

  15. Scritto da vacario

    Caro Sindaco,
    è sicuro che per poter fare una processione sia necessaria l’autorizzazione? Dovrebbe bastare un preavviso.

  16. Scritto da Lorenzo Stecchetti

    La processione si svolge sulla strada che fa parte del demanio comunale il cui uso è pubblico. Il Sagrato è proprietà della parrocchia. Il regime giuridico e petitorio del suolo è diverso e non è paragonabile. Chiedere anche solo a voce non solo è educato, ma obbligatorio. Pensare che chiunque possa realizzare gazebi sui sagrati senza autorizzazione del Parroco è del tutto errato.

  17. Scritto da basta

    Perché qualcuno si domanda la ragione di tanto rumore per nulla?
    Bastava che Bergamonews pubblicasse la lettera di Christian (doverosamente, visto che lui si è sentito di scriverla) ma non aggiungesse “commenti”. Si sarebbe limitato a riportare la cronaca (e magari una telefonata del parroco all’ADMO avrebbe risolto, con qualche scusa, che non fa mai male , la querelle). E’ che …tutto fa notizia..mettendoci anche il pungolo leghista, tanto ormai tutto fa politica..e siamo alla 3^puntata..

  18. Scritto da werte7

    questo ‘giornale’ è bravo solo a far polemica. Peccato, le premesse sembravano essere ben diverse.

  19. Scritto da La Redazione

    Gentile Werte7, commento 12, ci permettiamo di dire che tentiamo sempre di far discutere. E in questo caso abbiamo semplicemente pubblicato una lettera del sindaco di Villa d’Ogna. Continui a leggerci. Grazie

  20. Scritto da John Pirola

    Eh no, caro redattorucolo da strapazzo. Come il giovane Werter del @12 e il quaderno a quadretti la pensiamo anche noi.
    Perché “è evidente che un sito non può diventare fonte di polemica”
    Ma tant’è. Un conto è non vedere la realtà un conto è non volerl a vedere.

  21. Scritto da cittadino

    concordo con la redazione! finalmente a Bergamo un giornale dove ognuno può dire il suo pensiero e creare dibattiti.
    WERTER7 forse è abituato a leggere il L’eco, dove nessuno può dire A. qui la musica è differente, ognuno può esprimere il proprio punto di vista. complimenti alla redazione! ps: bello anche il box elettorale!!!

  22. Scritto da pippo_11

    Processione = Manifestazione
    e per le manifestazioni serve l’autorizzazione!!

  23. Scritto da Frühling

    Redazione, vi ricordiamo che voi non siete né la libertà né la democrazia né tantomeno sede della verità.
    Contano solo i fatti.

  24. Scritto da La redazione

    Caro John Pirola o Fruling, peccato che nessun commento firmato “quaderno a quadretti” o “quablock” è stato mai pubblicato perché è stato censurato in quanto contenente parole offensive. Eviti di continuare a commentare senza mettere la mail, usando pseudonimi diversi e per giunta dandosi ragione o complimentandosi con se stesso. L’indirizzo IP è sempre quello.

  25. Scritto da ab1

    II sig. Christian avrebbe anche potuto evitare la lettera al giornale, scrivendo prima al Parroco per chiarire la faccenda. Quando si scrive a un giornale senza aver provato altri tentativi di riconciliazione, lo si fa per puro spirito polemico e vendicativo. Francamente dico al sig. Christian che da oggi l’ADMO mi è meno simpatica e non penso che darò contributi quando troverò il loro banchetto nel mio rione o sul sagrato della mia parrocchia (sindaco e parroco permettendo…)

  26. Scritto da martina

    Mi pare che BgNews abbia pubblicato la lettera del volontario Admo, la replica del parroco di Villa d’Ogna e l’intervento del Sindaco di Villa d’Ogna, dando quindi voci a tutte le parti in causa. Leggendole tutte e tre, ciascuno ha il diritto di trarne le conclusioni che vuole oppure evitare di prendere posizione semplicemente perchè non ha tutti gli elementi per decidere. Per cui credo che l’accusa a BgNews di creare polemiche infondate sia veramente assurda.

  27. Scritto da stefano b.

    ridateci indietro l’8 x 1000

  28. Scritto da @17

    a prescindere, cosa c’entra l’IP? in casa mia, siamo in tre adulti ad usare lo stesso PC..e ognuno si può sentire libero di esprimere la propria personale e individuale impressione su uno stesso fatto

  29. Scritto da villadognese

    Il sindaco non vedeva l’ora di mettersi in mostra…non facendo niente per il paese da anni dove ci sono molti problemi antichi da risolvere, approfitta del “caso parroco” per mettersi in evidenza. Questo non farà bene al clima del piccolo paese ma toglierà l’attenzione dai veri “casi”. Governo docet

  30. Scritto da manuela

    caro sindaco, come mai il gruppo dei volontari avendo avuto l’autorizzazione, di fatto non ha trovato il posto? Come minimo, avrebbe dovuto procurargliene uno, visibile, magari vicino c’è il sagrato, perchè non è andato lei a chiedere al parroco visto che aveva autorizzato il banchetto?

  31. Scritto da markino77

    brao sindech

  32. Scritto da Papero

    la chiesa cattolica in questi ultimi anni sta toccando il proprio minimo storico, per l’eventuale fedele diventa sempre più difficile identificarsi con essa e questo caso ne è l’ ennesima dimostrazione.

  33. Scritto da mario59

    Se il sagrato è della chiesa si tratta di proprietà privata, dunque se è stato posto il gazebo senza permesso, il parroco ha ragione..dopo di che, il sindaco di Villa D’ogna imponga al parroco di rispettare la legge, ogni qual volta che ne viene a meno.
    Detto questo, si sa..la chiesa normalmente non mette il bastone fra le ruote a nessuno, purchè abbia il suo ritorno economico..forse se il signor Cristian, avesse trovato il modo di far avere al parroco la sua parte, tutto sarebbe filato lisscio.

  34. Scritto da canaglia

    Non capisco perchè incolpate la redazione di voler creare polemiche attraverso i commenti quando i commenti siamo noi a scriverli. Si vogliono evitare polemiche? Si fa a meno di commentare polemicamente o tuttalpiù si evita di leggere i commenti. Non mi pare così difficile.

  35. Scritto da sem

    prete, prendi e porta a casa