BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“I Mille? Drogati moralmente” Parola del prof leghista

Andrea Rognoni, voce di Radio Padania, stasera sar?? protagonista di un convegno organizzato dalla Lega Nord. L???intento ?? appunto mostrare una verit?? diversa da quella tramandata nel corso del Novecento.

I bergamaschi che hanno partecipato alla spedizione dei Mille sono stati strumentalizzati da uomini e da poteri. Io li ho definiti drogati moralmente, ma le mie dichiarazioni sono state mal interpretate”. Andrea Rognoni, direttore della rivista “Idee per l’Europa dei Popoli”, voce di Radio Padania, stasera sarà protagonista di un convegno organizzato dalla Lega Nord alla Borsa merci. Il titolo è del dibattito è inequivocabile: “L’altra faccia del Risorgimento”. L’intento è appunto mostrare una verità diversa da quella tramandata nel corso del Novecento. “Eroe dei due mondi”, “Mito risorgimentale”: definizioni di Giuseppe Garibaldi che a Rognoni vanno di traverso. “Il titolo del dibattito è volutamente esplicito – spiega – io ho una posizione critica rispetto al Risorgimento e nei confronti di una certa “vulgata”. Il nostro spirito non è anti italianista, l’Italia doveva nascere, piuttosto sono molto critico per il modo in cui è nata, sono i personaggi che non mi convincono. E’ stata costruita troppa mitologie edulcorata, soprattutto nel corso del Novecento. Vuole sapere cosa ne penso dell’immagine “Eroe dei due mondi”? E’ ridicola, va demistificata”. Una posizione radicale, in profondo contrasto con la tradizione storica italiana e bergamasca. Bergamo, la città dei Mille appunto, ha dato i natali a moltissimi appartenenti alla spedizione guidata da Garibaldi. Un’appartenenza alla storia italiana sancita con le fastose celebrazioni per il 150 anniversario dell’Unità celebrate in tutta la provincia. “Io sostengo che i bergamaschi dei Mille siano stati drogati moralmente, nel senso si sono fatti prendere dall’entusiasmo giovanile, non avevano nulla da perdere. Sono stati strumentalizzati da poteri e personaggi più forti come Garibaldi. Però non erano assolutamente in malafede, per loro combattere per l’Unità era l’ideale più importante dell’universo. Poi però qualcuno si è pentito. Ci sono molti lati oscuri”. Lati oscuri che Rognoni sottolinea sia per la spedizione che per la figura di Garibaldi. “Ha tenuto un comportamento non particolarmente edificante in Sudamerica e nonostante tutto è stato definito l’eroe dei due mondi: mai definizione fu più sbagliata. Il periodo oscuro continua quando torna in Italia, ci sono ancora troppe ombre su fatti che lo riguardano. Per esempio il primo referto medico della morte della moglie Anita parla di soffocamento. Chi l’ha soffocata? Non si sa, è un altro lato oscuro. Sarebbe bene far luce su tutti questi aspetti prima di mitizzare un’epoca e alcuni personaggi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da i proLega allora!

    Io mi vergogno di essere sotto lo stesso cielo di certi individui che si permettono di inventare a ritroso solo perché al soldo della Lega. Questo professore in vena di fare il detective, perché non pensa alla moglie di Bossi, in pensione da quando aveva 38 anni o all’imbarazzante carriera del Trota? Lì cosa c’è di oscuro da capire? Niente.

  2. Scritto da Matteo Resmini

    @Gigi – la ringrazio per la segnalazione sulla VERA storia d’Italia. Chissà se è VERA anche l’alleanza tra un movimento e il personaggio definito dal leader di quel movimento MAFIOSO. Chissà se è VERO quel movimento che ha sputato su Giovanni Paolo II per poi ergersi a difensore della cristianità e della famiglia. Chissà se è VERA la storia di quel partito ormai-romano che vota ogni legge ad personam pur di aver un federalismo all’acqua di rose.

  3. Scritto da frog

    Rispettate il Tricolore e riaprite i libri di storia, studiare un pò non vi farà del male forse e riuscirete a far muovere gli unici 2 neuroni che vi sono rimasti nel cervello.

  4. Scritto da Orobico

    Ecco un prof che doveva “far parte” dei tagli della Gelmini…

  5. Scritto da Aladin

    Ecco forse la carlucci vuole sostituire i libri di storia manipolati dai comunisti con quelli scritti dai rognoni. An va bè.

  6. Scritto da mic

    fermate questo ennesimo revisore storico a suo piacimento.

  7. Scritto da vacario

    Revisionismo di bassa lega: tra 150 anni vedremo quanti commemoreranno le imprese di Bossi e dei suoi accoliti……

  8. Scritto da a

    C’è chi si droga moralmente.
    C’è chi si droga chimicamente…
    Viva l’Italia… comunque.

  9. Scritto da ureidacan

    Se il prof. Rognoni andasse in Uruguay, a Montevideo, di fronte al porto in piazza Manuel Herrera e vedesse la grande statua di Garibaldi, capirebbe perchè è considerato l’Eroe dei due mondi.

  10. Scritto da expadano

    Garibaldi e i Mille hanno dato una accellerata alla storia in pochi mesi. La LEGA invece cosa ha fatto? in vent’anni è riuscita a cambiare una tassa comunale (ICI) in municipale (IMU), prendersi una bella “cesta di cadreghe” e portare Miss Padania sulla RAI. Un po’ poco per dirsi rivoluzionari. Per questo che Garibaldi e i Mille danno fastidio: pura invidia. Prof. Rognoni, lasci perdere ” quei drogati dei Mille” e pensi agli “innamorati del Dio PO e dei riti celtici” che sono oggi al governo

  11. Scritto da Secessione

    Storia scritta da cattocomunisti! W la secessione!

  12. Scritto da Zahir68

    Trovo la tesi del Proff. interessante, la trovo perfettamente calzante con quello che succede oggi con il Nano di Arcore.
    Se è vero che Garibaldi non era uno stinco di santo e che i 1000 sono stati strumentalizzati ideologicamente, è altrettanto vero che non andava con le minorenni e non comprava i voti parlamentari.
    Chi è peggio ? Garibaldi o Berlusconi ?

  13. Scritto da il che

    noi vediamo i leghisti fare rivoluzione . l’unica e’ andare a roma e mangiarsi una bella pajata con il vino de li castelli piu’ di cosi’ non vanno

  14. Scritto da Matteo Resmini

    Rognoni, ossia l’idealtipo del leghista medio. Razzista puro, indottrinato di slogan, con le fette di salame sugli occhi e col portafoglio pieno

  15. Scritto da gigi

    La vera storia del risorgimento non ci è mai stata raccontata. Rognoni dice delle verità che sicuramente saranno fastidiose per qualcuno ma chi è intellettualmente onesto può cercare fonti storiche attendibili e documentarsi. La professoressa Pellizzaro (che spesso parla a Radio Maria proprio su questo argomento) per aver denunciato come si svolse veramente quell’epoca e i crimini commessi da molti fautori dell’unità, ha avuto non pochi guai giudiziari…

  16. Scritto da Andrea FLI Bergamo

    se anche la Lega si mette a fare il revisionismo storico abbiamo veramente toccato il fondo……ma lo sanno che la Padania non è uno stato ma un I.G.T.? indicazione geografica tipica

  17. Scritto da Matteo Resmini

    Gigi, impensabile che tra i MIlle non ci siano stati anche delinquenti. Ma capisci l’idiozia che sta nel “drogati moralmente”??

  18. Scritto da senza Memoria

    Ormai la moda di cambiare gli eventi Storici a proprio piacimento politico è diventata di dominio publico. Poera Italia e poer Italiá…

  19. Scritto da 081

    quoto @ 4

  20. Scritto da TEO

    A completamento di quanto scritto da Zahir 68:
    Chi sono peggio i mille che hanno combattuto un ideale o i leghisti che combattono per le poltrone ed una manciata (grande) di soldi tradendo i loro ideali?

  21. Scritto da mario59

    A me pare che siano gli elettori del pdl e della lega quelli strumentalizzati.. dai giornali e dalle televisioni del “padrone del governo”
    che continua a essere a capo di una maggioranza, comprata e che non governa, a favore degli Italiani, ma in difesa dei guai personali del padrone.
    E la lega continua a cavalcare l’onda del razzismo e della paura dello straniero, per accaparrarsi ancora più cadreghe a Roma ladrona.
    Rognoni lasci stare la storia, che di quelli che cercano di plasmarla a loro piacere, di questi tempi ce ne sono già anche troppi.

  22. Scritto da dado

    Il commento n. 10 accusa il professore di essere un “razzista puro”. Diffamazione pura. Non argomentata, gratuita, anonima. Chi pubblica questi interventi dovrebbe vergognarsi.

  23. Scritto da Andrea

    uhmm da che pulpito….. gente che urlava mafioso al suo attuale capo che ora si piega in ogni situazione…. gia’ gia’ W LA LEGA!!!!

  24. Scritto da guardarsi allo specchio

    Sig. Rognoni, per favore….allora anche i sostenitori della Lega sono drogati moralmente? La differenza che forse prima i leghisti con a capo il signor Umberto Bossi erano drogati moralmente per la secessione padana e contro il signor Berlusconi, adesso è cambiato il vento, cioè adesso sono drogati moralmente per difendere in tutti i modi il signor Berlusconi e le cadreghe o poltrone istituzionali. E poi non riconoscono il tricolore e l’inno nazionale. Quanta ipocrisia galoppante!

  25. Scritto da renato

    Sapete perchè? Perchè noi bergamaschi abbiamo due p….e grandi e dure come l’acciaio.
    W GARIBALDI W L’ITALIA!!!

  26. Scritto da NOEL

    OGNUNO LA PUO’ PENSARE COME VUOLE.
    MA UNA RIFLESSIONE MI SORGE SPONTANEA; COME PUO’ AVER FATTO GARIBALDI CON 1000 UOMINI TRA CUI MOLTI GALEOTTI, CONTADINI E QUALCHE PRETE, CON DUE BARCHETTE E ARMI ORMAI OBSOLETE, A SCONFIGGERE UNA FLOTTA NAVALE COME QUELLA BORBONICA? MEDITATE E RIFLETTETE. PENSO SIA IMPOSSIBILE!

  27. Scritto da frog

    Se non vi piace l’Italia che vi paga lo stipendio emigrate !
    La PADANIA non esiste e mai esisterà

  28. Scritto da Fulvio Pellegrini

    Gli unici drogati morali ed accecati dall’ignoranza sono quelli che disconoscono il valore del risorgimento!!!

  29. Scritto da claudio carminati

    Egregio Signor Noel, a parte il carattere maiuscolo ( le nuove regole?) le consiglio di rileggersi LA STORIA. A parte un pò di oleografia e di romanticismo, troverà tutte le spiegazioni necessarie,
    anche un pò di quel sano revisionismo (antico come lo stesso Risorgimento, non mistificatore come questo dell’ultima ora) che la soddisferà in ogni sua possibile domanda, sul come sia stata possibile una simile impresa. « Noi siamo da secoli calpesti, derisi
    perché non siam Popolo perché siam divisi

  30. Scritto da alex

    Carissimi Leghisti dovreste cimentarvi nello scrivere favole perchè i folletti verdi e popoli di pura fantasia trovano il loro posto nella sezione romanzi medioevali. Forse avreste anche successo.
    W L’ITALIA.

  31. Scritto da giovanni

    Ognuno la può pensare come vuole, è indubbio, ma se qualcuno sostiene che gli asini volano si deve pur aspettare che qualcuno lo contraddica anche vivacemente. I giovani che hanno fatto il risorgimento erano degli entusiasti idealisti che non ritenevano più accettabile lo stato delle cose del loro tempo e volevano cambiarlo. Definirli “drogati moralmente” mi sembra una manifestazione di esibizionismo oltre che un giudizio storicamente futile.

  32. Scritto da gigi

    Matteo Resmini
    Non si tratta di garibaldini delinquenti: si tratta delle modalità con cui è stata ottenuta l’unità d’italia, che non sono assolutamente quelle che ci vengono propinate dai consueti libri di storia. Posso citare 2 saggi che vanno controcorrente: “1861-2011, a 150 anni dall’unità d’italia, quale identità?” autori vari edit. Cantagalli-Siena – “I papi e la massoneria” di Angela Pellicciari. (Testi consigliati dal prof. Andrea Arnaldi al fine di conoscere la VERA storia d’italia)

  33. Scritto da claudio carminati

    @28: Per l’appunto: controcorrente. E poi l’ Angela Pellicciari, ritiene il risorgimento italiano come una guerra alla religione e alla libertà identitaria delle altre popolazioni italiche.
    Inoltre è una visione molto borbonica, filo papale e anti Piemontese.
    Quindi non ci siamo proprio, egregio signo Gigi, o adesso siamo ( SIETE) diventati amici dei meridionali?

  34. Scritto da stefano b.

    eeeeehh…
    va bene, stà con i tuoi sceriffi
    intanto anche gli svizzeri adesso ti sbattono la porta sul naso
    l’unica cosa che sapete fare è proteggere i soliti amici evasori e i parlamentari collusi
    votate, votate le leggi truffa

  35. Scritto da manuela

    Rognoni, cosa hai fumato prima di scrivere l’articolo?

  36. Scritto da camicia rossa

    per Noel @ 21. I Mille, di cui 180 bergamaschi e di questi 55 avevano meno di vent’anni, comprendevano imprenditori, studenti, artigiani. Nessun galeotto e ZERO contadini.
    Erano l’esercito con il più alto grado di istruzione al mondo, guardando i titoli di studio dei componenti. Le consiglio di leggere i racconti del Bandi, Sylva (garibaldino bergamasco) e le “180 biografie dei bergamaschi dei Mille” di A. Agazzi… Li può trovare nelle Biblioteche…quelle cose strane dove mettono i libri

  37. Scritto da mario

    ottobre 2010, Padova : Enrico Bordin figlio del consigliere leghista padovano Giorgio Bordin arrestato per detenzione e spaccio di droga ( non detenuta moralmente )

  38. Scritto da mario59

    @ 21 Noel

    Lei ha un estremo bisogno di studiare, altrimenti si riduce a fare solo delle magre figure.

  39. Scritto da Matteo Resmini

    @Dado – a prescindere che non so perché perdere tempo a rispondere a uno che si firma DADO, io non accuso tale Rognoni di essere razzista. Io descrivo l’idealtipo (traduco per i padani: “modello astratto”. ri-traduco per i padani duri di comprendonio: “figura ideale”) di leghista, ossia l’uomo comune che ormai si vanta di essere razzista e xenofobo. Legga (guardar le figure non basta) prima di commentare.