BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Foppapedretti pronta per le Final Four

Dopo una qualificazione firmata da un’autentica impresa, la Norda Foppapedretti si prepara a decollare con destinazione Catania.

Più informazioni su

Dopo una qualificazione firmata da un’autentica impresa, la Norda Foppapedretti si prepara a decollare con destinazione Catania. Verso la Final Four della trentatreesima Coppa Italia.
I Quarti di Finale hanno regalato emozioni forti al pianeta rossoblù: dopo una sconfitta in quattro set nella gara di andata, la Norda Foppapedretti ha incantato i suoi tifosi in un match in cui il marchio del cuore rossoblù ha lasciato un segno indelebile nella sfida che ha significato qualificazione alla semifinale. La netta vittoria inflitta a Novara ha spalancato le porte della Final Four che ora regalerà una nuova gara infuocata: la semifinale con la Scavolini Pesaro.
L’impresa dei Quarti di Finale è stata la conferma dell’impronta contraddistinta da carattere e determinazione che il Volley Bergamo vanta da sempre nel suo dna. Caratteristiche che negli anni hanno tenuto vivo ogni gruppo di atlete e tecnici, trasferendosi quasi da generazione a generazione. La capacità di non mollare mai ha portato alla conquista di cinque Coppa Italia: la prima nel 1996, seguita dai successi del 1998, 1999, 2006 e 2008. Ma non ha di certo saziato la fame di vittorie con cui la Norda Foppapedretti si presenta al via dell’ennesima sfida: “Ho visto una squadra concentrata e decisa nell’ultimo periodo – spiega il Direttore Generale Giovanni Panzetti – Credo che i risultati ottenuti sul campo siano un po’ lo specchio di ciò che vediamo ogni giorno in allenamento.
Le sensazioni che viviamo in palestra, restando accanto alla squadra, ci consentono di guardare avanti fiduciosi e di presentarci all’ennesimo appuntamento importante decisi a sfruttare tutte le nostre forze. A Catania troveremo però avversarie che faranno lo stesso: ci sarà Busto, che sta facendo un grande campionato e potrà contare anche sull’entusiasmo della qualificazione a questa Final Four; Pesaro avrà una gran fame di riscatto dopo l’amarezza europea e Villa Cortese vorrà riconfermarsi. Insomma, sarà una bella battaglia. Noi dovremo essere bravi a proseguire il nostro percorso, quello avviato con il progetto di inizio stagione che sta in un certo senso superando le nostre attese: non ave vamo previsto di trovarci così in alto eppure siamo al primo posto in Campionato e ci siamo qualificati alla Final Four di Coppa Italia con una grande impresa contro Novara. Il nostro progetto va avanti con la logica che ci eravamo prefissi la scorsa estate e le nostre giovani stanno confermando le nostre aspettative e dimostrando di saper tenere il campo in maniera egregia. Direi che possiamo considerarci a buon punto”.
Ad un passo dalla nuova avventura, apre il diario delle emozioni il capitano. “Ho giocato tantissime Final Four – racconta Francesca Piccinini – ma le ambizioni sono sempre le stesse: sicuramente quelle di fare bene e cercare la vittoria lottando fino all’ultima palla. Soprattutto perché abbiamo ancora nella mente il ricordo della finale dell’anno scorso e proprio non riusciamo a mandarlo giù… Quest’anno abbiamo obiettivi tricolori… e qu esta Final Four è una delle nostre priorità, quindi dovremo fare di tutto per dominare in Italia, a cominciare proprio da questo trofeo a cui teniamo molto e che manca a Bergamo dal 2008, quando battemmo in Finale la Scavolini. E proprio Pesaro ritroviamo di nuovo sulla nostra strada. Non dobbiamo fare l’errore di sentirci superiori per averlo battuto due volte in campionato. La gara secca non è mai facile e noi dovremo fare di tutto per mettere in campo il nostro gioco, con grinta e determinazione”.
“Veniamo da una qualificazione entusiasmante, strappata a Novara, e da un buon periodo di condizione atletica – spiega il tecnico Davide Mazzanti – Partendo da questi due presupposti, ci presentiamo a Catania decisi a fare di tutto per ottenere il massimo.
Nella sfida di semifinale ci troveremo di fronte, ancora una volta, la Scavolini. Le marchigiane, negli anni, ci hanno insegn ato a non sottovalutarle mai, perché Pesaro, nelle difficoltà, ha sempre saputo reagire: ricordo che dopo sconfitte importanti ha sempre strappato poi successi eccellenti, perdendo prima la Coppa Italia e poi vincendo lo scudetto o uscendo dai Play Off di Champions League e diventando poi Campione d’Italia di nuovo. Ora vengono dalla delusione europea e noi dovremo stare attenti, soprattutto perché le nostre due vittorie contro la Scavolini in Regular Season non devono trarci in inganno: in un match da dentro o fuori, le cose sono sempre diverse. Noi, comunque, abbiamo fatto vedere, nei Quarti contro Novara, che sappiamo gestire gare in cui la tensione è molto alta e la posta in gioco importante. Perciò sarà una grande sfida. Questo è garantito”.
Il ballo delle debuttanti in Final Four sarà messo in scena, tra le altre, da Elitsa Vasileva e Noemi Signorile. Per la schiacciatrice bulgara si sono già scatenate molte emozioni: “E’ il mio primo grande appuntamento in Italia e sono davvero eccitata all’idea di vivere un’avventura così importante. Le sensazioni che provo sono più che belle e l’aspettativa, ovviamente, è quella di dare il massimo per vincere. A cominciare dalla semifinale con Pesaro, che per noi sarà una partita difficilissima. Dovremo giocare come sappiamo. E poi io ho una piccola vendetta personale: lo scorso anno con Perugia sono stata esclusa dalla Final Four di Coppa Italia proprio da Pesaro dopo il set di spareggio nei Quarti. Un’amarezza che vorrei cancellare a Catania!”.
“Sono felice ed emozionata di trovarmi a giocare una sfida così importante – racconta Noemi, l’alzatrice piemontese – Per me è l’ennesima grande emozione di questa stagione, al pari della prima gara i n Champions League, del Mondiale e delle prime gare in Campionato. I primi mesi per me sono stati speciali e la Coppa Italia torna a farmi sentire i brividi di un nuovo esordio… Rispetto ai miei primi mesi a Bergamo penso di avere qualche insicurezza in meno e un pochino di esperienza in più, spero di poterne fare tesoro nel fine settimana. Ritroviamo Pesaro in Semifinale e il mio pensiero è alla mia prima gara tosta che ho giocato in campionato, tre a due per noi in casa loro. Rispetto a quella partita, la Scavolini è un po’ cambiata, hanno una Hooker in meno e, si dice, una Flier in non perfette condizioni, ma è comunque una grande squadra. Anche noi però siamo forti…”.
A suonare la carica è Iuliana Nucu: “Ho un solo precedente in una Final Four di Coppa Italia… Ma è un precedente vincente! Ho vinto la Coppa Italia proprio a Bergamo, contro la Foppapedretti quando indossavo la maglia di Novara. Una sensazione unica che avrei una gran voglia di ripetere… Stiamo bene, siamo in una buona condizione fisica e i risultati che ci hanno portato in vetta alla classifica del Campionato lo dimostrano. Abbiamo dimostrato anche di avere carattere nella sfida dei Quarti di Coppa Italia, perciò direi che abbiamo le carte in regola per presentarci al via di questa sfida”.
E non è da meno Serena Ortolani: “A Catania si presenteranno quattro squadre molto forti, quindi ci sarà da lottare un bel po’! La Norda Foppapedretti c’è, le giocatrici giuste ci sono, quindi sta solo a noi darci da fare per ottenere quello che vogliamo. Stiamo affrontando gli ultimi giorni di preparazione fiduciose e convinte, nel gruppo c’è un po’ di tensione ed è giusto che sia così. Non sarebbe normale che ci sentissimo troppo tranquille alla vigilia di un appuntamento così importante. Sappiamo che ci sarà da rimboccarsi le maniche, a cominciare dalla semifinale: dovremo essere aggressive dalla prima all’ultima palla”.
E infine la bergamasca doc, Marina Zambelli: “A questo punto della stagione, la Coppa Italia è un obiettivo fondamentale per tutte le quattro squadre che partecipano alla Final Four, quindi mi pare difficile fare un pronostico: tutti daranno tutto per vincere. Noi stiamo bene e siamo pronte a giocarcela con chiunque!”.

IN TV, WEB E RADIO. Sarà RaiSport1 a mettere in scena in diretta le tre gare che daranno vita alla Final Four di Coppa Italia. Il sipario si alzerà sabato alle 18.00 sulla prima semifinale, quella che vedrà protagonista proprio la Norda Foppapedretti insieme alla Scavolini Pesaro. Alle 20.30 sarà la volta di MC-Carnaghi Villa Cortese-Yamamay B usto Arsizio. Domenica alle 18.00 la diretta della Finalissima.
volleybergamo.it metterà on line la diretta del Tabellone Elettronico alle 18.00 di sabato: al fischio d’inizio, il sito ufficiale rossoblù segnalerà i sestetti in campo ed eventuali sostituzioni e aggiornerà in tempo reale il risultato segnalando il dettaglio di tutti i punti conquistati da ciascuna giocatrice.
Non mancheranno collegamenti in diretta su Radio Number One, nel corso di “sporting club” durante tutte le partite della final four, e nell’edizione delle 19.30 del telegiornale di Bergamo Tv in onda sabato e domenica.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.