BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Besano e Civitavecchia, assieme per il Giappone

Un sito per aiutare una città “gemella” dopo il terremoto. Obiettivo: raccogliere fondi in aiuto degli amici del Sol Levante

Più informazioni su

terremoto giapponeMasato Ashida è un giornalista giapponese che parla l’italiano meglio di tanti nostri connazionali. Lontano dal suo paese, lavora come libero professionista per radio e televisioni italiane e giapponesi, a Roma. Qualche giorno fa Masato ha contattato Varesenews per mettersi a disposizione dopo aver letto la notizia dei besanesi preoccupati per alcuni amici gemellati di una città Giapponese. La telefonata è stata uno spunto per capire quanto il Giappone sembri un posto a prima vista lontano, ma in realtà molto sentito anche da tanti cittadini italiani.
«Non c’è solo Besano in Italia ad essere gemellata con paesi giapponesi – spiega al telefono – . Un altro caso su cui sto lavorando per raccontare ciò che accade in Italia, è quello di Civitavecchia. Lì anni fa nacque un’amicizia con la città di Ishinomaki, nella zona nord del Paese».
Ishinomaki si trova a due ore di macchina da Fukushima, città costiere che ospita la centrale nucleare che ha trasformato quest’area in un incubo per le migliaia di persone che ci vivevano e che oggi devono stare ad una distanza di sicurezza di decine e decine di chilometri dai reattori lesionati. Civitavecchia è gemellata con la città del Sol Levante dal 1971, e alcuni dei suoi cittadini si sono ritrovati per dare un aiuto concreto alle popolazioni colpite già a pochi giorni dal sisma: è nato un comitato con realtivo sito, un gruppo su facebook e lo scorso 4 aprile venne inscenato “Il trovatore” per raccogliere fondi: in due serate sono stati raccolti 2.410 euro di fondi per aiutare gli amici giapponesi. Una storia, quella del comune laziale, simile a quella di Besano: una goccia nel mare, ma che serve per far sentire la propria vicinanza a chi ancora oggi sta combattendo contro distruzione, morte e devastazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.