BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Prova costume: in difficoltà 4 su 10

Il 35 per cento circa è risultato sovrappeso o addirittura obeso, con una netta prevalenza di uomini rispetto alle donne, secondo Coldiretti.

Più informazioni su

Il bilancio non è positivo: la prima prova costume è stata impietosa con moltissimi connazionali: nello scorso fine settimana, complici le temperature estive fuori stagione e la voglia di tintarella, gli italiani non hanno saputo resistere alla tentazione di abbandonare gli abiti ed esporsi al sole. Ma quasi quattro su dieci non erano decisamente all’altezza.
Il 35 per cento circa è risultato sovrappeso o addirittura obeso (10 per cento), con una netta prevalenza di uomini rispetto alle donne. Lo afferma la Coldiretti in occasione del primo assaggio d’estate che ha portato molti italiani a scoprirsi al mare o al lago, ma anche nelle aree verdi delle città, complice il caldo record che ha fatto registrare nelle città del Nord le temperature più alte negli ultimi 30 anni ad aprile. Che fare? Anche se la colonnina del mercurio è destinata ad abbassarsi e a rientrare su valori più in linea con le medie stagionali, è ora di correre ai ripari, in modo da far migliore figura alla prossima occasione. La prima regola è soprattutto adottare subito uno stile di vita più sano, da molti trascurato durante il periodo invernale. Nei mesi freddi, ben il 28 per cento degli italiani si è comportato in modo sedentario, mentre solo il 10 per cento mangia frutta cinque volte al giorno secondo le regole della sana alimentazione.
In Italia, dice Coldiretti, si contano oltre quattro milioni di veri e propri "ciccioni" (più frequenti al Sud, dove gli over 40 sono i più a rischio) in aumento del 25 per cento negli ultimi 15 anni. Il caldo di questi giorni, continua la Coldiretti, ha provocato una forte accelerazione in tutti i processi di maturazione nelle campagne, con un boom di primizie sui banchi di verdure e ortaggi. Sono già disponibili fave, piselli, carciofi, tutte le insalate a pieno campo, dalle lattughe alle scarole fino alle indivie, ma anche cavolfiori, broccoli, asparagi, finocchi e soprattutto le amatissime fragole.
Insomma, i consumatori hanno a disposizione una grande varietà di produzioni nazionali fresche, genuine ed essenziali per una dieta ricca di vitamine, utile a depurare l’organismo e a ripresentarsi in forma sulla spiaggia in buona forma.

(da tgcom)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.