BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bjelanovic si aggiunge alla fabbrica del gol L’Atalanta manda in rete 14 giocatori

Guglielmo Longhi sulla Gazzetta dello Sport analizza il reparto offensivo nerazzurro, il quarto pi?? prolifico della B dietro a Siena, Novara e Padova.

Più informazioni su

Chi segna quanto. L’Atalanta, che ha un piede e mezzo in A, saluta il primo gol di Bjelanovic come un segnale beneaugurante: il croato si è aggiunto alla lista dei marcatori della capolista, «solo» il quarto attacco del campionato. Ma in questo caso conta la qualità più che la quantità.
LA COPPIA. Al primo posto, a quota dieci, c’è la coppia che non t’aspetti: il Tir e Doni, il centravanti in partenza e il capitano che nei piani di Colantuono avrebbe dovuto essere l’uomo dell’ultima mezz’ora, da centellinare e tutelare. E invece il futuro dirigente nerazzurro si è dimostrato uno dei grandi protagonisti della corsa promozione. Schierato trequartista all’inizio della stagione quando Colantuono puntava sul rombo di centrocampo, ha saputo adattarsi anche da esterno sinistro nel 4-4-2. Con la libertà di accentrarsi o tentare gli assist, rigorista infallibile, Doni è il giocatore andato a segno con più frequenza, escluso Bjelanovic che non fa testo avendo giocato solo scampoli di partita.
Positiva anche la stagione del Tir, in doppia cifra a sette giornate dalla fine, a un gol dal suo bottino atalantino dello scorso anno, ma lontano dal record personale (17) stabilito al secondo anno di Lecce. Dietro di loro, c’è Francesco Ruopolo, 7 centri e un gol, a Modena, di straordinaria bellezza. L’alternanza non l’ha danneggiato: è l’attaccante nerazzurro con la media voto più alta.
SCUSATE IL RITARDO. Squadra e tifosi l’hanno aspettato, lui sta ripagando la fiducia: frenato a lungo da guai fisici, Ferreira Pinto è oggi uno dei giocatori più in forma dell’Atalanta. Colantuono ha cambiato più volte i suoi uomini gol. Esemplare il caso di Bonaventura che ha giocato su entrambe le fasce e anche al centro da trequartista, come alternativa a Doni. L’ex Padova ha così cancellato i dubbi di inzio stagione.
IL RINFORZO. Ci si aspettava di più dal talento arrivato a gennaio dalla Sampdoria e costato quasi 5 milioni.Un bilancio in chiaro scuro: un gol, 12 presenze, ma soltanto sei da titolare. Marilungo ha faticato a trovare spazio.Ma è quasi certo che sarà uno dei punti fermi della nuova avventura in serie A.

(dalla Gazzetta dello Sport)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.