BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Steve Jobs, arriva la prima biografia autorizzata

Nel 2012 l'uscita del libro della casa editrice Simon & Schuster. Il titolo sarà "iSteve: The Books of Jobs"

Più informazioni su

Una nuova biografia racconterà tutti i segreti del manager simbolo della Silicon Valley, e per la prima volta il pubblico potrò conoscere pensieri, retroscena del passato e vita privata di Steve Jobs. Questo è l’annuncio effettuato dalla casa editrice “Simon & Schuster”, che prevede di mettere in vendita il volume per l’inizio del 2012. Si tratta della prima biografia autorizzata dal fondatore della Apple, si intitolerà “iSteve: The Books of Jobs”, e con ogni probabilità diventerà un best seller letto in tutto il mondo.
Se ne sta occupando Walter Isaacson, presidente dell’ ”Aspen Institute”, un’organizzazione non-profit con sede a Washington, ex dirigente di Time e Cnn, nonché già autore di tre biografie illustri dedicate ad Albert Einstein, Benjamin Franklin ed Henry Kissinger. Isaacson, 58 anni, ha iniziato a lavorare al progetto nel 2009, intervistando i colleghi che l’hanno conosciuto da vicino, i suoi competitor e, fatto inedito, perfino i suoi famigliari. L’ultima tappa è stato il lungo colloquio con lo stesso Jobs, le cui condizioni di salute critiche continuano ad attirare l’attenzione dei media e anche dei mercati finanziari, dove il titolo della Apple è molto sensibile a tutte le voci che circolano a tale proposito.
«Questo libro è frutto della sinergia che si è creata tra l’autore e il suo soggetto – recita un comunicato della casa editrice – sarà certamente il volume di riferimento per tutti coloro che vorranno saperne di più su uno dei più importanti innovatori del pianeta». Jobs è sempre stato estremamente geloso della sua vita privata, e in passato si è scagliato duramente contro alcune biografie non autorizzate sul suo conto, arrivando nel 2005 addirittura a bandire dai suoi negozi l’editore “John Wiley & Sons”, colpevole delle pubblicazione del libro “iCon: Steve Jobs, The Greatest Second Act in the History Of Business”, che a suo giudizio conteneva informazioni false e che gettavano discredito sulla sua figura.
La “Simon & Schuster” non ha voluto rilasciare altri dettagli, seguendo così lo stile della Apple, che fino alla presentazione di qualsiasi suo prodotto non fa trapelare alcun particolare, accrescendo ancor di più l’attesa e la suspense per l’evento. Jobs è apparso per l’ultima volta in pubblico il 2 marzo scorso in occasione della presentazione dell’iPad 2, e in vista di una sua possbile lunga assenza dal lavoro per un ciclo di cure, in questi giorni si sta riparlando di un possibile ritorno ai vertici dell’azienda di Cupertino di Steve Wozniak, che fondò la compagnia insieme a Jobs nel 1976.

(da lastampa.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.