BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scontro serrato a Castione della Presolana

Atmosfera pesante a Castione per la "compravendita" serrata di candidati per le elezioni amministrative.

Più informazioni su

Atmosfera pesante a Castione per la "compravendita" serrata di candidati per le elezioni amministrative. Al momento confermati quattro gruppi rappresentati da Sergio Rossi, Angelo Migliorati, Fabrizio Ferrari e Mauro Pezzoli. Presente anche Luigi Ferrari, ma il ritiro della sua lista è molto probabile. Il "mercato" dei candidati è diventato talmente selvaggio che si tengono segreti i nomi dei componenti delle liste per evitare che vengano minacciati per farli uscire dai loro gruppi. Una situazione denunciata da uno dei candidati a sindaco, Fabrizio Ferrari, alla cui voce si sono unite quelle dei suoi concorrenti. Lorenzo Migliorati conferma infatti questo fenomeno, affermando che “non diciamo i nomi di quelli certi che abbiamo in lista altrimenti li minacciano e fanno marcia indietro”; visione condivisa anche da Sergio Rossi e Mauro Pezzoli. Luigi Ferrari invece cerca di individuare il nodo del problema, facendo risalire la causa di questa tensione alla questione sull’approvazione del PGT (Piano di Governo del Territorio), il cui blocco sarebbe conveniente alla maggioranza. Le parole dei candidati alla carica di sindaco descrivono così un fuoco incrociato di minacce, che non si fermerà con l’ufficializzazione delle liste, ma anzi si inasprirà.

Ecco le liste che si affronteranno in una lotta così serrata e difficile.
Sergio Rossi si candida a sindaco con la lista “Comune Insieme”, sostenuto dal candidato alla carica di vice Amedeo Tomasoni, che preannuncia una lista di continuità con la ripresentazione di metà dell’attuale gruppo, con il pieno sostegno del Gruppo storico dell’Intesa. Amedeo Tomasoni infatti afferma che “la continuazione dell’esperienza amministrativa del Gruppo si basa sulla riaffermazione dei presupposti della Lista Civica aperta al contributo di tutti i cittadini”, continuità garantita appunto dalla presenza di amministratori uscenti, che permettono di portare avanti con coerenza l’ispirazione di base e le strategie.

Fabrizio Ferrari
rimane candidato a sindaco per la Lega, ma il suo ruolo è stabilito più che altro dalle segreterie provinciali di Lega e PdL: infatti il partito padano aveva scelto di correre da solo praticamente ovunque, ma all’ultimo è stato firmato un armistizio strategico tra i segretari provinciali Invernizzi e Saffioti, che stanno scegliendo la linea da seguire a Castione tramite Fabrizio Ferrari in numerose riunioni.
La lista di minoranza farà parte dei giochi, anche se la sua conferma sarebbe l’approdo di una travagliata gestazione. Oltre a numerose discussioni interne, il gruppo ha dovuto affrontare le reticenze di Angelo Migliorati a candidarsi come sindaco. Tuttavia la sua discesa in campo rafforzerebbe la lista, rendendola competitiva e proponendo un candidato in grado di affrontare alla pari i nomi già affermati degli altri candidati. Alcune anticipazioni sul resto della lista: sei vecchi volti e sei new entry, con quote rose significative.

Mauro Pezzoli
rappresenterà la lista “ViviPresolana”, gruppo che lui stesso definisce come portatore di “l’unico cambiamento reale sul modo di fare politica a Castione”, basato sui fatti piuttosto che sui calcoli matematici dei voti. Un gruppo di 35 persone che si presenta come forte e unito in cui ognuno accetta il suo ruolo ed è animato da spirito di cooperazione: vengono così smentite le voci sulle difficoltà di chiudere il numero a 12. Di questi 12 sono confermati Aronne Masseroli, Aquilino Laini, Giordano Tomasoni, Mattia Ferrari, Eleonora Ferrari, Fabio Iannotta e Graziella Messa.

Molto probabile il ritiro della lista “Corente” con candidato Luigi Ferrari: questa opzione è stata presa in considerazione per via della mancanza di candidati (al momento sono fermi a 5), rifiutando di partecipare al “mercato delle vacche” – queste le parole di Luigi Ferrari – per acquisire il numero minimo per la lista.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aladin

    Quella è una zona di cementificazione selvaggia e di grandi interessi immobiliari, dove spopola il gruppo Percassi. Spero che almeno una delle 4-5 liste abbia nel programma la salvaguardia e la riqualificazione ecologica di un territorio che è stato spremuto fino all’inverosimile.

  2. Scritto da siria

    si continua a dire che i sindaci vengono privati di risorse per i loro comuni ogni giorno……..e faticano a tirare avanti….come si spiega tutta questa ressa per avere dei grattacapi????? forse per fare il bene comune???? non ci credo……la carica serve per trampolino per arrivare più in là