BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pezzotta: “La politica costa” E firma per dare altri soldi ai partiti

Savino Pezzotta, deputato dell???Udc, ?? l???unico politico bergamasco ad aver firmato con altri 57 parlamentari la proposta di Legge per raddoppiare il contributo pubblico ai partiti: "Altrimenti la politica la possono fare solo i ricchi che pagano fior di milioni per le campagne elettorali".

L’onorevole Savino Pezzotta, deputato dell’Udc, è l’unico politico bergamasco ad aver firmato con altri 57 parlamentari la proposta di Legge per raddoppiare il contributo pubblico ai partiti.
La proposta di Legge prevede che i partiti ricevano oltre all’attuale rimborso elettorale (che oggi ammonta a 170 milioni di euro comprendendo elezioni regionali, politiche ed europee), altri 185 milioni di euro come finanziamenti per le fondazioni che si occupano dell’attività politica e culturale del partito di riferimento.
Onorevole Pezzotta perché ha firmato questa proposta di Legge?
«La politica costa. È inutile fingere che non sia così. Il finanziamento pubblico ai partiti è necessario perché io non voglio che la politica la possano fare solamente i ricchi».
Nel 1993, in piena Tangentopoli, con un referendum popolare gli italiani decisero di abrogare il finanziamento pubblico ai partiti. Crede sia cambiata la situazione da allora?
«Certo che è cambiata. Oggi la politica la possono fare solo i ricchi che pagano fior di milioni per le campagne elettorali. Basta guardare Berlusconi o chi ha alle spalle delle lobby di potere che posso finanziare campagne elettorali costosissime. Provi a chiedere che cosa sta spendendo Letizia Moratti a Milano per la sua campagna elettorale. Nessun altro cittadino potrebbe permettersi quelle cifre».
In un periodo molto difficile per la nostra economia, non crede sia un azzardo chiedere altri soldi per i partiti?
«No, non è un azzardo se consideriamo che in una democrazia daremo la possibilità a tutti i cittadini, attraverso i partiti, di confrontarsi con armi pari. Ci saranno poi dei controlli e delle verifiche per evitare gli sprechi. Io sono contrario alla politica fatta solamente da chi ha i soldi».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Purtroppo è così

    La politica costa? Effettivamente sì anche se è doveroso contenere i costi pur facendo una campagna elettorale dignitosa. E’ comunque vero che attualmente c’è una disparità tra attivisti veri (che versano soldi ai partiti) e attivisti falsi (che vengono ingaggiati solo per le elezioni e sono pagati).Disparità di mezzi che i rispettivi partiti posseggono. Chi va a piedi e fa il porta a porta e chi fa i “Porta a Porta” con le tv di stato e con quelle di sua proprietà.

  2. Scritto da Adirata

    Tutti uguali!

  3. Scritto da FV

    Seguire il modello americano no? Volontariamente i privati cittadini donano soldi per le campagne elettorali dei politici. Basta con il prelievo diretto dai soldi pubblici!

  4. Scritto da A. Antonio

    Siete solo degli IRRESPONSABILI; volete proprio fare irritare la gente.

  5. Scritto da padano doc

    per me possono sparire tutti . Vadano a lavorare altro che finanziamenti….raddoppiare addirittura

  6. Scritto da massimo sironi

    Anche Lui quando ha paura di perdere sedia e il lauto stipendio e privilegi, dimentica che il popolo deve tirare la lingua e dimentica cosa aveva deciso il referendum
    COMPLIMENTI per la coerenza pro domo sua

  7. Scritto da expaul

    ma è sicuro che esistono ancora i partiti, almeno quelli che si prendono la briga di ascoltare la gente e non solo di mandare fans in piazza o presso qualche tribunale?

  8. Scritto da ghigo 60

    proprio la faccia del ” buon uomo ” tipico personaggio C.I.S.L. Ha contribuito a far perdere i 4 diritti rimasti ai dipendenti prima e ora si rimpinza

  9. Scritto da bastacasta

    Chissa’ come fa il movimento 5 stelle a prendere i voti rinunciando sia ai contributi elettorali sia decurtandosi dell’80% gli stipendi dei propri consiglieri regionali… che siano dei miracolati? Oppure, come piu’ probabile, voglion dimostrare che la politica puo’ essere fatta senza soldi per passione (come dovrebbe essere)? Certo che Pezzotta, PD, Idv e tutti i firmatari di questa legge scandalosa non ci fanno una bella figura! La gente non arriva a fine mese e loro si raddoppiano le prebende

  10. Scritto da Luca R.

    dove sono tutti quelli che criticano la Lega?

  11. Scritto da lucignolo

    Gentile On. Pezzotta,
    non sono proprio d’accordo sulla Sua firma all’aumento consistente del finanziamento ai partiti. Mi preoccupa che proprio un ex importante sindacalista Cisl non abbia prima considerando i tanti disoccupati, cassaintegrati e immigrati privi di reddito. Non é accettabile che, con la crisi attuale un parlamentare già “privilegiato” , con il pretesto dei ricchi che fan politica, firmi proposte dannose per lo scarso bilancio del nostro Stato.

  12. Scritto da Francesco Brignone

    Capperi che idea, anche il mio affitto costa, domani vado dal capo e mi raddoppio lo stipendio!!!! Ma per piacere!!!!!

  13. Scritto da Bernardo

    @6 Luca R. – Guardi che “figurano esponenti di TUTTI i gruppi parlamentari” dice l’articolo , si figuri se se potevate mancare voi !
    Ha almeno letto l’articolo ?

  14. Scritto da claudio carminati

    Sempre meno dignità, sempre più distacco dalla vita reale, sempre più casta, sempre meno trasparenza, sempre più privilegi…
    Che brutta politica!

    Due soldi per la cultura? No quelli non ci sono mai!!!

  15. Scritto da alma

    ma che ne facciamo di tutti questi politici che vivono al di fuori dei nostri bisogni e desideri?

  16. Scritto da G.Comi

    Perfetto comportamento da ex-democrista….l’alibi poi che la politica senza finanziamenti la possano fare solo i ricchi è patetico, quello che conta in politica solo i principi, i contenuti, l’onestà intellettuale( e non solo) , la corenza che è merce sconosciuta nella politica italiota, il saper andare incontro alle reali necessità della società. Insomma tutto quello che i politicanti italiani non sanno fare !!!!

  17. Scritto da maurizio, Bergamo

    Se la politica costa come dice Mr Pezzotta, gli faccio una proposta, vediamo se la accetta :
    proporre la riduzione del 50% degli stipendi di tutti i parlamentari nazionali e regionali; fissare un tetto massimo a tutte le pensioni dei dirigenti pubblici di pualunque ente a 5.000 euro al mese; eliminare tutti i politici dalle attuali province distribuendo le competenze politiche e il personale di ruolo a Regioni e Comuni; vietare a qualunque istituzione di spendere i soldi che non ha in cassa.

  18. Scritto da berghem

    complimentoni…. se questi erano i sindacalisti che “difendevano” i lavoratori e i cittadini dalle ingiustizie della PA….

  19. Scritto da maurizio, Bergamo

    Caro Pezzotta, ho letto nel libro di Stella e Rizzo che molti sindacalististi beneficiano ai fini pensionistici di un doppio versamento : quello relativo ai contributi del proprio stipendio di sindacalista e quello relativo ai contributi chiamati figurativi, legati cioè allo stipendio percepito prima di iniziare la militanza politica. Risulta anhe a lei?

  20. Scritto da zvetlana

    ma dai… tagliatevi lo stipendio voi….. basta chiedere i soldi alla cosa pubblica… sempre ad arraffare nelle casse

  21. Scritto da maurizio, Bergamo

    Onorevole Pezzotta,
    la invito a dichiarare su queste pagine quanto lei incassa ogni anno come deputato, includendo TUTTE le voci, e di elencare TUTTI i benefits che per legge sei si è assegnato (autostrada gratis, francobolli gratis, ristorante gratis, telefono, treno, aereo, palestra ecc. ecc . ecc.).

  22. Scritto da Sonzogni S.

    Mi spiace per i commentatori che mi hanno preceduto ma sono totalmente d’accordo con Pezzotta!!
    Mi spieghi qualcuno come fa Antonio Boccuzzi, operaio della Tyssen eletto in parlamento, a fare lobby per difendere i diritti dei lavoratori senza pecunia…
    Deve utilizzare forse risorse economiche che è riuscito ad accantonare quando lavorava?
    Ha ragione Pezzotta. se lasciamo fare a loro la politica la fanno solo i ricchi …. con le conseguenza che tutti conosciamo…

  23. Scritto da cultura

    @10
    Per la cultura non servono i soldi, servono solo le persone colte: e colto si diviene anche senza i soldi.

  24. Scritto da ORSO45

    E’ una questione di par condicio:
    La politica la fanno i ricchi e non possiamo vietarlo, quindi facciamo diventare ricchi i politici politicanti e parolai.

  25. Scritto da Renato

    Se non ci fosse il governo e tutta la massa di peones mantenuti al seguito, la nazione andrebbe avanti comunque: il Belgio docet, che da più di un anno non è governato, ma vivono lo stesso.

  26. Scritto da Luca

    Non è vero che possono farla tutti perchè se io volessi fondare un movimento devo pagare fior di quattrini per volantini, manifesti, registrazioni, occupazione suolo pubblico per gazebo etc etc. Per far politica devo per forza entrare in uno già precostituito, invece voglio formare un movimento davvero nuovo che arrivi dal basso e dalla società civile. Nuovo davvero, non con gente riciclata come è stato il PDL!

  27. Scritto da e io pago

    Eh sì la politica costa ! Ad esempio per i disabili non ci sono nè soldi nè lavoro ma per i politici i soldi saltano sempre fuori quasi per incanto. Alla faccia del popolo “sovrano”.

  28. Scritto da che sfacciataggine

    la “casta” partitica ha a sua disposizione 3 reti rai, giornali, lobby, finanziamenti elettorali ed i proventi della corruzione, che ricordiamoci, il Procuratore Generale della Corte dei Conti, all’inaugurazione dell’anno Giudiziario, ci ha raccontato che nel 2010 la corruzione è ulteriormente aumentata e la cifra denunciata è di circa 80 miliardi di euro l’anno. Come può dire l’on. Pezzotta che urge aumentare il finanziamento elettorale?

  29. Scritto da apple69

    trovo giusto aumentare il contributo ai partiti politici, abbassando però in egual misura la diaria del parlamentari.

  30. Scritto da flop

    L’idea è buona ma è criticabile e non è il momento per firmare certi privilegi.Condivido che sia data a tutti la possibilità di fare Politica ma si deve cercare di limitarne i costi con tagli drastici, come eliminazione di Parlamentari e amministratori nelle Provincie.Conoscendo le difficoltà della gente comune di arrivare a fine mese specialmente in questo periodo,sembra un ulteriore allontanamento dalla realtà di questa casta privilegiata.

  31. Scritto da uno che spera

    Forse qualcuno ha perso la bussola!!! La politica non deve essere lasciata fare solo ai ricchi, ma forse si può fare anche con poche risorse….. Cominciamo con ridurre il numero dei parlamentari….. uno per provincia in ciascuna camera è più che sufficiente… Poi quando avremo garantito a tutti lavoro, sanità, servizi sociali, strade ed infrastrutture adeguate potremo ragionare di dare qualcosa ancora ai partiti…

  32. Scritto da Sleghiamoci

    Aumentiamo invece gli stipendi dei lavoratori onesti che fanno fatica ad arrivare a fine mese perchè i rincari di prima necessità galoppano il doppio degli aumenti degli stipendi, per lo meno non scaldano una sedia come tutti politici di oggi che lo fanno per mestiere, perchè ormai la missione di portare avanti idee politiche in cui credono non esiste più, esistono soltanto i biei soldi e i propi interessi lasciando anche morire un paese intero, l’esempio ce l’abbiamo davanti tutti i giorni.

  33. Scritto da Sempre Più Lega

    La Lega qualche anno fa aveva approvato il federalismo, con riduzione dei parlamentari. Ma il CENTROSINISTRA aveva pensato bene di indire un referendum ed abrogare tutto. Poi ci sono i vari Pezzotta, Di Pietro ed esponenti vari di PD ed Italia dei Valori che si beccano stipendi e pensioni d’oro come parlamentari, ex – deputati ed ex- sindacalisti. E poi fanno la morale alla Lega ed a Berlusconi!!

  34. Scritto da abc

    pecunia non olet

  35. Scritto da Basta Lega

    @30 – Che coraggio ! Governate da quasi 10 anni !!!! Il referendum cui ti riferisci era fuori dal mondo , era tutt’uno con la parte relativa al premierato che non stava nè in cielo nè in terra (ripassare please) . Vuoi ridurre i costi ? Dì ai tuoi amici della Lega di governo di mettere all’ordine del giorno la proposta del PD (Violante, mi pare) per ridurre drasticamente i parlamentari. Basta favole, voi governate , voi fate leggi, ma solo quelle che interessano a qualcuno. Penoso.

  36. Scritto da fabala'lòcc

    non merita nessun commento

  37. Scritto da luca lazzaretti

    Purtroppo,dico purtroppo,il pezzotta ha ragione.Chi ha denaro,ha anche potere,e chi non ha denaro,non ha mezzi per far conoscere le proprie idee.E’ una storia vecchia che non ha soluzione al momento.L’idea del Pezzotta è giusta,il problema è che i politici attuali danno un pessimo esempio di come si spendono i pubblici denari,ed è per questo che è difficile per il cittadino medio accettare proposte simili.Con grandissimo piacere del miliardario di turno..

  38. Scritto da Ezio

    Caro Pezzotta , capisco che se tu ti ritirassi inpensione ti sentiresti un pincopallino qualunque ,una persona qualunque,ma quando non si ha piu nulla da dire bisogna ritirarsi dalla sacena.
    cerca d’essere coerente molla ,pensa quanti hanno mollato e sono in pensione con 1000 euro