BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La Giunta revochi l’ordinanza anti prostituzione”

L???opposizione chiede alla giunta Tentorio l???abolizione dell???ordinanza anti prostituzione perch?? ???incostituzionale???, cos?? come stabilito dalla Corte Costituzionale.

Più informazioni su

L’opposizione chiede alla giunta Tentorio l’abolizione dell’ordinanza anti prostituzione perché “incostituzionale”, così come stabilito dalla Corte Costituzionale con la sentenza di settimana scorsa. La Consulta ha imposto un netto stop alle ordinanze emanate con il decreto sicurezza entrato in vigore nel 2008.

Interroghiamo il Sindaco e l’Assessore alla Sicurezza per sapere – si legge nell’interrogazione -: se si intenda provvedere all’immediata revoca, per difetto dei requisiti di contingibilità ed urgenza, delle ordinanze sindacali menzionate in premessa. Se non ritengano preferibile ricorrere, d’ora in poi, anziché ad ordinanze aventi carattere generale, a provvedimenti sanzionatori specifici volti a reprimere accertate situazioni di illegalità, come suggerito anche dalla stessa Prefettura di Bergamo nel corso dell’istruttoria adottata nello scorso mese di novembre per limitare gli orari di apertura degli esercizi commerciali posti in Via Quarenghi”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ciw

    A quando un’ordinanza anti evasione fiscale?

  2. Scritto da bergamo

    ci stiamo già dimenticando.
    Ricordate quando la destra accusò il PD di essere bacchettone perchè censurava i comportamenti di Berlusconi? Come al solito, ipocrita. Perchè la sinistra non criticava il comportamento del cittadino Berlusconi, ma del PM Berlusconi.
    Ma tirem innanz.
    Adesso la destra, per raggranellare voti tra i veri bigotti, lancia l’editto anti prostituzione, senza però chiedersi quanto applicabile sia in pratica e per legge.
    Adesso fa marcia indietro, sono dilettanti|

  3. Scritto da pm

    Ah, ma allora ce ne sono ancora per strada?
    Pensavo si fossero ormai tutte trasferite in un certo paesino della Brianza…

  4. Scritto da dario

    E’ corretta la richiesta, la prostituzuione in se’ non e’ un reato ( o peccato per la Chiesa), lo sono invece lo sfruttamento, l’ induzione e l’ adescamento. Nulla puo’ vietare a nessuno di vendere il proprio corpo, e’ solo moralismo spiccio

  5. Scritto da paolo

    ma la sinistra sa solo chiedere di togliere qualcosa?

  6. Scritto da 75

    No si tratta di moralismo spiccio, si tratta di rispetto altrui e se proprio la vogliamo dire tutta anche di giustizia..una che si prostituisce non paga le tasse….perchè?!?!? Se faccio sesso appartandomi in un campo, in un parcheggio, o in un via laterale non treppo frequentata si chiama atto osceno in luogo pubblico…..ma si sa i maschietti (opposizione compresa) ragionano con la testa che non poggia sul collo bensì risiede negli slip..e sono puntualmente in fila per un giretto sulla giostra

  7. Scritto da bergamotto

    L’ ordinanza è ridicola e va a colpire le prime vittime , le prostitute,
    ragazze tenute in schiavitù, che a seguito delle multe prenderanno ancora più botte e dovranno subire ulteriori umiliazioni.
    Sono stanco di una politica che non affronta i problemi, che non cerca giorno per giorno di risolvere le cose e migliorare la vita di tutti, ma si limita a provvedimenti di facciata da gridare sui giornali per assecondare gli umori e l’ emotività immediata.

  8. Scritto da ureidacan

    Non c’era bisogno di aspettare questa sentenza della Corte Costituzionale.La Corte si era già espresso due volte. Un ordinanza (cioè un provvidimento amministrativo ) non può modificare una norma di legge (lo dice la costituzione). Cioè un’ordinanza di un sindaco non può modificare il codice di pubblica sicurezza. Infatti la legge Maroni dovrebbe riguardare solo casi di grande eccezionalità ed urgenza. E quella di Tentorio-Invernizzi non lo è! Gli avvocati del Comune sono bravi e lo sapranno.

  9. Scritto da bergamo

    bisogna dirlo: questa giunta fa solo cose spot, per rastrellare voti, ma di fatto, di fatto vero, fa solo lo stadio per Percassi. Ecco l’alleanza PDL Lega.
    Perchè dico niente di fatto?
    Ricordate le grida sugli ambulanti in centro città? Sono ancora lì. E i parcheggiatori all’ospedale? Sono ancora lì.
    L’editto su via Quarenghi? Morto e sepolto. Sulle prostitute? Pure.

  10. Scritto da Elena

    Mancano così tanto queste Signorine alla sinistra bergamasca? Chiaro che si, un bel segno di civiltà, istruzione e quant’altro che andremo ad insegnare ai nostri figli…….

  11. Scritto da barba

    Certo che hanno argomenti molto validi quelli dell’opposizione bergamasca: il numero di alberi del parco alla Trucca, le signorine sulle strade… che fanno mandano Paganoni in bici a contare anche quelle?

  12. Scritto da Franco

    In effetti, l’Ordinanza antiprostituzione di Bergamo è contingibile solo nel tempo, ma non nello spazio e nella fattispecie disciplinata quando causa disagio e soprattutto non è urgente, poiché non è stata resa immediatamente esecutiva.

  13. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

    Caspita, Bergamo dev’essere davvero il migliore dei mondi possibili se l’amministrazione non ha altri problemi più pressanti di cui occuparsi, anche considerando che questo genere di ordinanze è palesemente contrario a qualsiasi norma costituzionale e di libertà individuale (cosa evidenziata anche dalla percentuale altissima di annullamenti e risarcimenti che i comuni devono poi sborsare).
    Amici destrorsi paladini della giustizia, chiamatelo con il suo nome, POPULISMO, ecco cos’è…

  14. Scritto da Cicce Fraina

    Un’ordinanza di questo tipo è solo la certificazione che la legge non è uguale per tutti.. Se ad Arcore il Vostro padrone ha diritto di fare ciò che vuole e altrove , per le stesse cose ma commesse da cittadini comuni, ci sono multe e sequestri di auto, allora è da mettere in discussione la nostra forma di democrazia.Vale per tutti i citrulli (e le citrulle) che approfittano di ogni occasione per forzare lo scontro fra governo e opposizione quando si tratta, invece, di valori comuni a tutti.

  15. Scritto da il polemico

    personalmente trovo pure io assurda una ordinanza del genere,come trovo assurdo il comportamento dell’opposizione,prima critica la giunta per il dilagare della prostituzione,poi critica la giunta perchè cerca di tamponare il fenomeno…..ok,ordinanza assurda,ma che almeno l’opposizione ci dica cosa farebbe lei,almeno mettesse sul piatto una idea..ma solo criticare sa fare?a casa mia faccio quello che voglio,in strada dove tutti possono vedere,non si può….o pure in mia casa non sono padrone?