BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Chi di Lega ferisce…

Da Famiglia cristiana: La Lega dei ticinesi vince le elezioni cantonali. Primo punto del programma: cacciare un po' di frontalieri italiani. Cio?? un po' di leghisti lombardi.

Più informazioni su

Vi proponiamo un articolo tratto da Famiglia Cristiana e firmato da Marin Faliero sulla vittoria della Lega in Canton Ticino. Primo punto del programma: cacciare un po’ di frontalieri italiani. Cioè un po’ di leghisti lombardi.

Visto che in Italia quasi nessuno la pubblica, parrebbe trattarsi di una notizia da poco, un fatterello estero che può interessare solo qualche straniero. Ma non è così, anzi è vero il contrario. In quella terra di confine che è il Canton Ticino, dove la gente parla italiano con inflessioni lombarde come a Como e Milano, si è votato per il rinnovo delle cariche regionali, Governo e Parlamento. Per la prima volta, a spese dei liberali, ha vinto la Lega. Niente da stupirsi, si dirà. Che nel Paese delle autonomie locali prevalga un partito localista è cosa del tutto normale. Difatti. Solo che c’è un dettaglio per cui, oltre agli svizzeri, sono toccati da vicino molti italiani.
Chiunque frequenti le alte vallate lombarde conosce il fenomeno dei frontalieri. Sono quei nostri connazionali che passano la frontiera al mattino a rientrano la sera, oppure si trattengono fino al week-end. Fior di lavoratori, apprezzatissimi sul posto, non clandestini ma dotati di ogni possibile autorizzazione, non ignoranti ma acculturati, gente che ha in comune con gli imprenditori elvetici la lingua, le abitudini, l’educazione. Bene, anzi male. E’ grazie a una campagna contro questi lavoratori che la Lega dei Ticinesi ha costruito il proprio successo. Attualmente i frontalieri lombardi sono 42 mila. Nei manifesti sui muri di Lugano si legge: “Prima i ticinesi. 35.000 frontalieri bastano”.
Hanno un suono ben noto, queste parole. Appunto un suono leghista. Quante volte da noi si è detto che gli immigrati portano via il lavoro agli italiani (un genere di lavoro, anche questo lo sappiamo, che gli italiani non vogliono più fare). Adesso tocca agli svizzeri: via settemila posti, tanto per cominciare. Un pesante taglio, da consolidare nel tempo. E qui il dramma per tante famiglie sconfina nel grottesco, visto che una robusta quota dei frontalieri vota proprio Lega: non quella ticinese ma quella di Bossi.
A questo portano gli egoismi locali. Da noi si rifiutano gli immigrati africani, che per mille motivi sentiamo distanti dalla nostra mentalità. Nel Canton Ticino si rifiutano gli immigrati lombardi, per costumi e dialetto indistinguibili dai ticinesi. Orrendo contrappasso. Pare che Bossi abbia telefonato per congratularsi con i capi ticinesi. A nome di chi? Certo, non dei frontalieri leghisti.

Marin Faliero

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Toc Toc

    Vedo che i soliti commenti leghisti questa volta si fanno attendere.

  2. Scritto da barba

    Il risultato delle elezioni ticinesi era riportato su tutti i giornali e non è stato trascurato. Anzi, in Svizzera è stato piuttosto relegato a fondo pagina. Lo osservava un autorevole quotidiano ticinese.
    Gli egoismi locali sono europei non italiani. L’Italia accoglie gli immigrati che vogliono entrare in Europa, l’Europa non li vuole e li respinge, Francia in testa.
    Almeno non scrivere falsità!!!

  3. Scritto da pericle

    c’è sempre uno più a SUD del tuo cortile: i marocchini sono “terroni” per i Padani, i Padani lo sono per i Ticinesi, i Ticinesi sono i terroni dei Cantoni Tedeschi, che a loro volta sono a SUD dei paesi Scandinavi ,,, poi la Terra è tonda e si può andare avanti all’infinito…

    Secoli di cultura Greca e Illuminista buttati nella spazzatura !!!

  4. Scritto da Diego A.

    io so’ un frontaliero e so’ lombaddo i ciento pe ciento !

  5. Scritto da pierangelo

    Come è possibile che un nostro ministro dica “fora di ball” i tunisini e gli altri immigrati e nello stesso tempo si iscandalizza se anche un altro ministro europeo ripete lo stesso “fora di ball”? Assumono lo stesso atteggiamento e non va bene? Che coerenza è? Ci prendiamo in giro?

  6. Scritto da Sara

    Sono Ticinese e ho votato la Lega dei Ticinesi. Non diciamo Stop ai frontalieri che hanno fatto e stanno facendo per la ns. economia; ma abbiamo anche tanti – troppi – disoccupati e mi sembra giusto prima sistemare ‘casa nostra’ soprattutto nel settore terziario !

  7. Scritto da Beppe

    @7 Barba, prima di affermare certe cose, documentati meglio……

  8. Scritto da Italiani piagnoni,,,,

    Un po’ di dati:
    Al 1º gennaio 2009 l’Italia era il quarto Paese europeo per numero assoluto di stranieri residenti, dopo Germania (7,2 milioni), Spagna (5,7 milioni) e Regno Unito (4 milioni). In termini percentuali, tuttavia, si collocava undicesima.
    http://epp.eurostat.ec.europa.eu/cache/ITY_PUBLIC/3-07092010-AP/EN/3-07092010-AP-EN.PDF
    Quindi prima di parlare, diamo un’occhiata a certi numeri……..

  9. Scritto da Rat

    @12 – Cara Sara , dall’appellativo con cui mi firmo e che voi usate per noi forse c’è anche qualcosa di più , no ?
    Non sono un frontaliere per cui a livello personale non me ne può importare di meno di quel rozzo signore a capo della vs lega, il linguaggio però nasconde ben altro.
    Chissà cosa ne dice il rat di gemonio.

  10. Scritto da dino

    I leghisti cacciati dai fratelli svizzeri ,pensa un pò !!

  11. Scritto da sara

    @15 Caro Rat, non era il presidente della Lega dei Ticinesi che aveva fatto i manifesti dei ‘Ratti’ bensi quello dell’UDC, Pierre Rusconi. OK, in maniera poco cortese ma ti assicuro che troppi datori di lavoro assumono frontalieri e non è giusto. Quante volte a me hanno risposto ‘prendo un frontaliere, lo pago di meno’. E no, ora deve intervenire la politica, ho diritto a lavorare nel mio paese e 48’000 frontalieri non sono caramelle …..

  12. Scritto da barba

    @13
    su cosa mi dovrei documentare?
    Gli articoli sulle elezioni in TI li ho letti su tutti i giornali.
    Gli immigrati sbarcano in Italia e quando vanno in Francia vengono cacciati
    Non è così?

  13. Scritto da GLI

    Gli svizzeri fanno benissimo….prendiamo esempio da loro che sono maestri di qualità della vita e quando qualche maghreba alza la voce,
    con un bel referendum lo rimettono al suo posto.Nn come noi purtroppo…

  14. Scritto da Beppe

    @20 Dicumentati sui numeri dell’immigrazione: Francia e Germainia accolgono ogni anno più immigrati di noi. La Germania ha ben 7,2 milioni di immigrati, il doppio dei nostri. La Spagna 1,5 volte in più rispetto a noi. La Francia ne ha più o meno come noi e ne accoglie ogni anno più di noi.

    A me sembra che siamo un po’ troppo piagnoni……..

  15. Scritto da passante

    Come spiega Sara ,sono proprio gli imprenditori che speculano sui frontalieri, come i nostri imprenditori,che facendo lavorare in nero gli extra non assumono regolarmente gli Italiani.Eppure sia nel CantonTicino che in Lombardia gli imprenditori sono vicini alla lega.Quando la crisi dei posti di lavoro si fa sentire chi ne fa le spese sono gli ultimi della scala sociale e i vantaggi vanno ai soliti ,al di qua come al di la delle Alpi

  16. Scritto da robi

    Io non ho mai visto alcun paese cacciare gente che lavora e che quindi contribuisce a rendere un paese migliore e con maggiori servizi e benefici per tutti i suoi abitanti, siccome gli svizzeri non sono fessi se ne guarderanno bene dal farlo e poi suvvia, sempre meglio qualche padano in più piuttosto che altri extra di culture lontane dalla loro. Che poi il problema alla fine è solamente fiscale e facilmente risolvibile con buona pace di tutti.

  17. Scritto da Terones

    Via i terroni lombardi . Schiamazzano, portano malattie e puzzano ?

  18. Scritto da mauro

    i frontalieri italiani, rigorosamente padani, sono soprannominati “topi” dai ticinesi

  19. Scritto da Fuzzimib

    C’è sempre qualcuno più terrone di te, c’è sempre qualcuno più polentone di te. Ma alle varie Leghe fa comodo non farlo sapere. L’ingiustizia non sarà mai geografica, ma sempre e solo sociale.

  20. Scritto da che mont...

    Che fenomeni,la Svizzera è stata costruita in gran parte da Italiani,e adesso… dai bossi sovvenziona e appoggia ancora i tuoi colleghi Ticinesi.

  21. Scritto da Ratt & Fogne

    Vi immaginate se i tunisini fossero sbarcati a marsiglia e i francesi avessero proposto a Bossi e Maroni di prenderne un pò ? Sarebbe accaduto il FINIMONDO . Le culture “leghiste” sono tutte uguali e questi sono i risultati . Alla faccia dei TOPI lombardi . RATT per la precisione, come ci chiamano i ticinesi . Ironia della sorte con un termine dialettale ….. lombardo visto che il loro dialetto è lombardo.