BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si discute del futuro del liceo classico

Obiettivo: dimostrare che in un momento di confusione sociale e morale, gli studi classici consegnano ai ragazzi strumenti per divenire lavoratori competenti e versatili

Più informazioni su

Nuovo appuntamento con il ciclo “I convegni del Sarpi”. E’ infatti previsto per sabato 16 aprile, a partire dalle 8.30, l’incontro dal titolo “Il futuro del classico”, ospitato al Teatro Sociale di Bergamo Alta.
Scopo del convegno è quello di dimostrare che “in un momento di grande confusione sociale e morale, gli studi classici consegnino ai ragazzi strumenti per divenire lavoratori competenti e versatili”, come sottolineato da Orietta Beretta, preside del liceo Sarpi.
Parteciperanno all’evento tre relatori di fama internazionale: i professori Franco Montanari, ordinario di letteratura greca all’Università di Genova, Mauro Moretti, ordinario di storia contemporanea all’Università per stranieri di Siena, e Andrea Balbo, ricercatore di lingua e letteratura latina dell’Università di Torino.
Saranno inoltre presenti, tra gli altri, il rettore dell’Università di Bergamo Stefano Paleari e il presidente di BergamoScienza Andrea Moltrasio.
“Da oltre 200 anni questa scuola è un punto di riferimento culturale per Bergamo, grazie alle molteplici iniziative che ne caratterizzano il lavoro quotidiano anche fuori dalle mura scolastiche” ha affermato Beretta. “Non a caso il Sarpi ha rappresentato da sempre il punto di riferimento per la costruzione della classe dirigente e dell’imprenditoria bergamasca. Riteniamo quindi importante – ha concluso la preside – che le istituzioni siano vicine alle nostre iniziative per conoscere il valore dei nostri ragazzi ed investire insieme a noi affinché questo patrimonio rimanga sul territorio”.
Il programma completo della giornata è consultabile all’indirizzo http://www.liceosarpi.bg.it/images/GENITORI/convegno.pdf.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marilisa Zappella

    Una scuola convinta della qualità della propria offerta formativa e delle competenze che riesce a costruire con i suoi studenti si interroga sul futuro. Interessante l’apertura al fronte scientifico che può prospettare un connubio culturale molto stimolante.
    Complimenti per l’iniziativa… e per averla raccontata anche per strade inconsuete