BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecco il libro bianco sul tg1 a guida Minzolini

Il Comitato di Redazione ha realizzato un libro bianco: elencati i servizi pi?? delicati e contestati, in ordine cronologico, da giugno 2009 a marzo 2011. Scarica il documento.

Il Comitato di Redazione del Tg1 ha realizzato un libro bianco in cui vengono elencate, una per una le scelte del direttore Augusto Minzolini, dall’insediamento nel 2009 fino a marzo 2011. In ordine cronologico il Cdr segnala tutte le omissioni, le decisioni assunte dal direttore, le difficoltà di rapporto tra la redazione e il direttore. Il libro bianco è stato trasmesso all’Unione nazionale Cronisti Italiani.

Clicca qui per aprire il documento in formato pdf

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

    Caro Giuseppe, ma ci sta prendendo in giro o è serio?
    Travaglio unico contraddittorio da Santoro? Ma sta delirando? Dove li mettiamo tutti i ministri e sottosegretari perennemente presenti? Fino a poco tempo fa c’era sempre presente anche Ghedini e nella peggiore delle ipotesi ci sono sempre stati Porro, Belpietro o Sallusti.
    Idem da Floris…
    Ma lei dove vive? In un universo parallelo dove come ospiti ci sono Berlinguer, Lenin e Fidel Castro?

  2. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

    @Luigi: le elezioni c’entrano con l’informazione come i cavoli a merenda.
    La politica deve mollare una volta per tutte l’informazione, la rai faccia i suoi programmi e se “vendono” (come fanno egregiamente i prodotti di Santoro, Floris e Fazio) continuano, altrimenti (come il siparietto penoso di Ferrara o il TG1) saltano, e se non salta il programma salta il direttore responsabile.
    L’idea del contraddittorio sempre e comunquq è una vaccata, deve essere valida solo per la tribuna elettorale.

  3. Scritto da tibi

    Minzolini su Repubblica, ottobre 1994 : il privato del politico deve essere pubblico

  4. Scritto da serpax

    Sono d’accordo con gli altri lettori: perchè non si parla del Tg3, di Santoro, di Fazio? Se Bgnews vuole essere corretto ci parli anche del resto. Sennò si fornisce un quadro parziale, anche se veritiero.

  5. Scritto da carlo

    vediamo. A Giuseppe rispondo quello che ho detto prima, se la prenda col Censis se dice che gli italiani guardano il TG1 e non RAI3.
    Ripeto poi che per B. provo solo pena e una punta di disprezzo. Posso o devo appendere una sua foto il salotto?
    Luigi, l’aver vinto le elezioni non esime dal rispettare il principio che la televisione pubblica, almeno le notizie deve darle vere. O chi vince le elezioni può anche chiedere al TG di mentire a suo favore — come fa questo governo?
    E Vespa?

  6. Scritto da Enrico

    La madre degli yes-men è sempre incinta. Di gente come Minzolini ce ne sarà sempre, purtroppo.

  7. Scritto da Ciro Treboni

    @17 Luigi Sulla sua concezione di democrazia avrei qualche dubbio.
    1) In democrazia i candidati dovrebbero avere la veste “candida” cioè essere almeno incensurati.
    2) I cittadini dovrebbero sapere tutto di tutti per poter scegliere
    3) Lo spazio espositivo dovrebbere essere UGUALE per tutti.
    Se uno racconta panzane , promette cose che non mantiene e ha stampa e televisioni che lo promuovono comunque perché paga allora la democrazia non c’é più, (vedi falsa terremotata pagata a Mediaset).

  8. Scritto da Fede

    Dio vede e provvede. Non ci resta che confidare in lui,è l’unico che possa trovare una “soluzione” a tutto questo.

  9. Scritto da carlo

    Secondo il Censis gli italiani le proprie informazioni le bevono dal TG1. Normale perciò che Berlusconi, che già controlla canale 5, decida che cosa far bere agli italiani nominando a direttore del TG1 una mezza calzetta, un quaquaraqua, un giornalista di mezza tacca il cui unico merito era elogiarlo a destra e a manca.

    Duole dirlo, ma della democrazia, a Berlusconi, non importa nulla. A lui importa solo il suo denaro e il potere che è necessario per accrescerlo.

  10. Scritto da claudio carminati

    signor CARLO, perchè mi copia?!
    A parte gli scherzi: che altro dire?

  11. Scritto da Giuseppe

    Fatene uno anche su Santoro. Voglio sapere quanti sono gli italiani che bevono da Ballarò.
    Poi fatelo su FAZIO, su FLORIS, su LERNER, e vediamo quanti sono gli altri italiani che bevono da queste fonti.
    Poi risentiamo Carlo che ne dice, a parte il suo ottuso risentimento verso Berlusconi.

  12. Scritto da alberto g.

    tg1 un tg vergognoso come il suo direttore al servizio di mr b.

  13. Scritto da cuìn

    3, cosa c’entra fazio? mica fa un telegiornale; ci sono degli ospiti a cui fa domande, tutto lì. ah già, viene indicato come nemico da berlusconi quindi lei se la beve e gli dà addosso.

  14. Scritto da sepp

    minzolingua?
    solo uno dei tantissimi servi di regime.
    siamo un paese del terzo mondo il cui simbolo più adeguato sarebbe non la testa turrita dell´Italia, ma una lingua: quella di Minzolingua.

  15. Scritto da vic

    Commenti: che pena.

  16. Scritto da carlo

    giuseppe, un minimo di contraddittorio su Fazio Floris e Santoro c’è. Sul TG1 no.
    Inoltre il Censis non dice che le notizie gli italiani se le bevono da Fazio e co, ma dal TG1.
    In quanto all’ottuso risentimento, forse senza volerlo, mi offende. Potrei provare invidia per qualcuno migliore di me, non per il nostro PM, per il quale provo invece pena.

  17. Scritto da Hanter

    L’amico Giuseppe forse non sa distinguere tra un telegiornale ed un programma di approfondimento politico come sono appunto Fazio, Santoro Lerner e perchè no, anche Paragone!!!! Fatto sta che Minzo è solo Vergognoso appunto perchè dirige un TG di Informazione e non di DIS-informazione. Comunque per completare la sua DIS-informazione ci pensa poi l’Elefantino Ferrara che segue. Presto avremo anche Sgarbi per concludere in bellezza. Cosa vuole ancora l’amoco Giuseppe!!!!!!!

  18. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

    Caro Giuseppe, lei parla parla di Santoro, Floris e Lerner ma mi pare più che evidente che non ha mai visto una sola puntata dei rispettivi programmi, altrimenti non capisco come possa paragonare programmi dove ci sono sempre esponenti di maggioranza e opposizione (quelli condotti dai suddetti) alla vergognosa e univoca linea di conduzione del TG1. Aggiungo che fin dalla notte dei tempi il TG1 ha sempre goduto di ottimi ascolti, Minzolini è il primo direttore che è riescito a ridurli.

  19. Scritto da gioanbala

    A quando un bel libro rosso su rai 3 o rai new!!!

  20. Scritto da bucci fr

    beh, ad ogni modo, il documento fa impressione.
    Per il pres d cons, e per il Tg 1.
    Se fosse uno scherzo ci sarebbero da fare complimenti.

  21. Scritto da Buck

    il giusto TG per un popolo anestetizzato.
    nel futuro sara’ anche peggio a meno che…….

    LIBERTA’ E’ PARTECIPAZIONE

  22. Scritto da fossimo

    dovrebbero strappare la tessera di giornalista se fossimo un paese serio……..se fossimo

  23. Scritto da Giuseppe

    @8 Carlo
    Santoro ha un contardditorio? Certo, Travaglio. Ma per piacere, smettila di prendere in giro anche se io non mi sento preso in giro, vista l’obbiettività dell’interlocutore e la sua superiorità dichiarata rispetto al nostro PM.

  24. Scritto da Giuseppe

    [9
    Dopo anni dei vari FAZIO, DANDINI, SANTORO, TRAVAGLIO, FLORIS, LERNER, ANNUNZIATA, BERLINGUER, MINEO, GABANELLI, AUGIAS che hanno imperversato e tuttora imperversano a senso unico nella informazione, uno Sgarbi e un Ferrara che si aggiungono a un Fede e a un Minzolini non guastano per riequilibrare un poco la situazione

  25. Scritto da Luigi

    Carlo
    La democrazia si esprime durante le elezioni: chi vince governa, la minoranza aspetta il suo turno. Difficile capirlo per chi è sempre perdente, non è vero?
    E provare a fare un esame di coscienza sul perchè ste benedette elezioni non si vincono? Per la stampa in mano a Berlusconi? Ma mi faccia il piacere, la stampa parla solo di bunga bunga . Ma il popolo è maturo, e non beve

  26. Scritto da par condicio

    Beh, ma gli omissis tel TG3, le scelte partigiane di Santoro e le leccate di Fazio dove le mettiamo? Su loro però non si trova qualcuno delle redazioni disposto a scrivere un libro bianco