BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Porte aperte alla Fondazione Dalmine

Dal 9 al 12 aprile sarà possibile usufruire di visite guidate negli spazi della Fondazione che ha come suo intento la valorizzazione della memoria industriale

Nell’ambito della XIII Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Fondazione Dalmine (via Vittorio Veneto a Dalmine) presenta "Porte aperte alla Fondazione Dalmine", dal 9 al 12 aprile con orari di apertura dalle ore 10 alle 18.
Un percorso di visite guidate negli spazi della Fondazione per conoscere f
oto, documenti, libri e il dietro le quinte del lavoro di valorizzazione della memoria industriale. Un’occasione per visitare l’archivio, scoprire foto e storie del progetto faccia a faccia, e la storia della città industriale di Dalmine.
Storici e archivisti guidano alla scoperta dell’archivio di una grande industria nata oltre cento anni fa e mostrano il paziente lavoro di conservazione e valorizzazione di documenti che risalgono al 1906: oltre 65.000 fascicoli e registri; 30.000 immagini fotografiche; 5.000 disegni architettonici; 400 pellicole e video; 2.000 volumi della biblioteca tecnica-storica. Un archivio che racconta una storia di tecnologie, processi, lavoro, prodotti, mercati, e che dal 1999 è a disposizione degli studiosi, del mondo della ricerca universitaria, della scuola, ma anche di pubblico più vasto. Una attività di conservazione, restauro, digitalizzazione dei documenti illustrata ai visitatori nei suoi passaggi principali.
Lo spazio faccia a faccia propone ritratti e foto di gruppo, tratte dall’archivio, che raccontano storie di industria, lavoro, luoghi, eventi e persone legati alle vicende dell’impresa. Un allestimento che presenta i contenuti del progetto nato nel 2006 e tuttora itinerante nella provincia di Bergamo: postazioni e spazi interattivi, reali e virtuali, per raccogliere la memoria dell’impresa, del lavoro, del territorio in forma di interviste e immagini dagli archivi personali dei testimoni. Un patrimonio di memoria in progress offerto a studiosi, istituzioni culturali, scuole, per comprendere le trasformazioni del lavoro in una grande industria.
Il percorso Dalmine dall’impresa alla città presenta documenti, disegni, foto e video che accompagnano il visitatore alla scoperta della storia di una città industriale, nata oltre un secolo fa.
A partire dal 1906, l’impresa realizzò infatti attorno alla fabbrica quartieri per operai e impiegati, edifici pubblici, servizi e spazi ricreativi, sociali, sportivi, scuole e asili. Una città che dagli anni ’20, grazie all’intervento dell’architetto Giovanni Greppi, crebbe in parallelo all’industria, assumendone lo stesso nome.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.