BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ponte San Pietro, tre consiglieri si auto-cacciano dal Pdl

I consiglieri comunali di Ponte San Pietro Marco Agazzi, Fabio Ratti e Giuseppe Rota si sono auto-sospesi ieri dal Popolo della Libert??, partito a cui erano iscritti

I consiglieri comunali di Ponte San Pietro Marco Agazzi, Fabio Ratti e Giuseppe Rota si sono auto-sospesi ieri dal Popolo della Libertà, partito a cui erano iscritti: "I tre consiglieri se ne vanno di loro spontanea volontà – dichiara il vice coordinatore provinciale del PDL Pietro Macconi – Certo, la loro decisione desta qualche perplessità, soprattutto in considerazione del fatto che li avevo incontrati poco tempo fa confermando loro l’utilizzo del simbolo del PDL e manifestando la disponibilità del coordinamento provinciale ad accettare il candidato sindaco da lo proposto, ovvero Giuseppe Rota".

Una perplessità che si rafforza dalla lettura della comunicazione di auto-sospensione indirizzata alla Segreteria provinciale: "I tre dichiarano di non escludere, in vista delle prossime consultazioni, “collaborazioni con componenti civiche esterne al partito, sulla base di una chiara condivisione del programma amministrativo” – rivela Macconi – Come per magia, oggi ce li ritroviamo (a quanto pare) in lizza con una lista civica, presentata in concorrenza a quella del PDL. Una lista che già si prefigura “arcobaleno”: avranno un bel daffare a spiegare agli elettori del centrodestra (da cui si son fatti votare) la loro scelta, che rischia di rosicare consenso al PDL e di favorire Sinistra e Lega".

"È davvero curioso – afferma in conclusione Macconi – Si son spaventati quando gli è stato proposto di presentarsi sotto il simbolo del PDL, affermando di voler far convergere i voti del partito in una lista civica con non si sa bene chi. Ora che il PDL si presenta col suo simbolo, loro si auto-sospendono e ricompaiono (guarda caso) proprio con una lista civica, sempre a braccetto con non si sa bene chi. In ogni caso, saranno gli elettori di Ponte San Pietro a giudicare a chi stanno reggendo il gioco Agazzi, Ratti e Rota".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da annibale

    Diciamo che la mossa dei tre consiglieri puzza molto di finiano! Invece di correre per il PdL fanno una lista con i comunisti…..
    Quando si parlerà di immigrazione e sicurezza rideremo!!!
    Avete solamente fatto un bel favore alla Lega, complimenti!!!

  2. Scritto da Isolotto

    Ex missini ed ex rifondaroli? A Ponte si può vedere anche questo. Auguri!

  3. Scritto da Gianni G.

    Quando non si vuole ammettere che qualcosa non è andato per il verso giusto, si tirano sembre in ballo misteriosi complotti
    Invece di cercare “a chi stanno reggendo il gioco Agazzi, Ratti e Rota”, si faccia un bell’esame di coscienza sul perchè di questa spaccatura che, visto quello che sta succedendo in altre comuni (leggi Treviglio) non è poi cosi rara nel PdL.

  4. Scritto da pdlino di bergamo

    Cari coordinatori del PDL…fate le valige e licenziatevi voi dal vostro incarico…

  5. Scritto da gigi

    e allora ? qualìè il problema ? non condividono, ? a casaaaaaa !!!