BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Castelli: dissi no a trattativa con la mafia

Alcuni boss mafiosi nel 2003-2004 tentarono di avviare una trattativa con lo Stato, ma l'allora ministro della Giustizia Roberto Castelli si oppose: lo ha rivelato lui stesso.

Più informazioni su

Alcuni boss mafiosi nel 2003-2004 tentarono di avviare una trattativa con lo Stato, ma l’allora ministro della Giustizia Roberto Castelli si oppose.
Lo ha rivelato lo stesso ministro Castelli durante una conferenza stampa organizzata insieme al capogruppo Pdl al Senato Maurizio Gasparri per chiedere "chiarezza" sulla presunta trattativa tra Stato e mafia all’inizio degli anni Novanta.
"Dei tentativi di avviare una trattativa furono fatti anche ai nostri tempi, ci furono boss di prima grandezza che offrirono la propria dissociazione dalla mafia, quindi la loro resa, a patto che avessero determinate contropartite. Io ho ritenuto che con la mafia non si dovesse trattare in nessuna maniera".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo

    Mi piacerebbe sapere chi erano i rappresentanti della mafia al tavolo della trattativa. Forse un condannato per concorso esterno in associazione mafiosa? Ma con la ‘ndrangheta invece non c’è mai stata alcuna trattativa?

  2. Scritto da oraziococlite

    x2 Perchè non lo chiedi a Scalfaro ,Ciampi ,Conso e Violante?

  3. Scritto da ste

    Ma è lo stesso Castelli che mandò “a ciapà i ratt” lo scrittore Saviano quando affermò che l’ndragheta aveva preso contatti con i leghisti?