BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Belli al cinema, Russell Crowe sfida Luca Argentero

Venerdì 8 aprile arriva nei nostri cinema The next three days. La commedia italiana punta su "C'è chi dice no" mentre dalla Bulgaria arriva "Goodbye mama"

Più informazioni su

The Next Three Days Venerdì 8 aprile arriva nei nostri cinema The next three days, l’ultimo film di Russell Crowe.
John Brennan (Crowe) conduce un’esistenza tranquilla, fino a quando nella sua vita irrompe un fulmine a ciel sereno: la moglie viene arrestata e condannata per omicidio. La donna si proclama innocente ed il marito si impegna affinché la sua estraneità ai fatti venga provata. A tre anni dalla sentenza, John persevera disperatamente nella sua battaglia, cercando nel frattempo di sopravvivere come può, grazie al lavoro da insegnante che gli permette di crescere il figlio Luke. Respinto l’ultimo appello, la moglie tenta il suicidio in carcere: John decide allora che l’unico modo di salvarla è farla evadere.
C'è chi dice no, locandina filmIl prossimo venerdì uscirà nelle sale un titolo italiano: C’è chi dice no. Tre compagni di scuola si ritrovano dopo vent’anni e scoprono di avere un destino comune: tutti sono stati surclassati nel lavoro da veri e propri raccomandati. Max (Luca Argentero) è un giornalista che per sbarcare il lunario deve scrivere su riviste sconosciute, sorpassato nella trafila verso l’assunzione dalla figlia di un celebre scrittore. Irma (Paola Cortellesi) è invece un medico di gran talento che si vede soffiare il posto in ospedale dalla fidanzata del primario. Infine Samuele (Paolo Ruffini) è un promettente futuro avvocato, assistente di un professore universitario, che gli preferirà il genero fannullone…
Potremo vedere al cinema anche un film bulgaro che racconta il dramma della vecchiaia, Goodbye mama. La diciannovenne Teodora accoglie l’appello della sorella, che l’aveva pregata di far visita alla nonna malata di Alzheimer e ricoverata in una casa di riposo pubblica. Dinanzi al trattamento riservato agli ospiti, la ragazza comincia a sospettare qualcosa, finché da una ricerca in internet scopre che la nonna si trova in una delle strutture che registrano il più elevato tasso di mortalità del Paese. Teodora decidi quindi di agire e salvare i poveri anziani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.