BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A tavola contro la mafia

Il libro ???La spesa a pizzo zero??? di Francesca Forno, docente e ricercatrice all???Universit?? di Bergamo, spiega come si pu?? contribuire alla lotta contro la mafia attraverso la spesa critica

La lotta contro la mafia può assumere molte forme, permettendo così anche ad ognuno di noi, nel suo piccolo, di dare un contributo semplice, ma significativo a questa importante causa. Uno di questi modi è un atto quotidiano come fare la spesa e viene illustrato nel libro “La spesa a pizzo zero”, pubblicato da Altraeconomia e scritto da Francesca Forno, ricercatrice di sociologia presso l’Università degli Studi di Bergamo, nonché docente di sociologia generale e sociologia dei consumi, con alle spalle numerosi progetti di ricerca e libri sul consumo critico ed attualmente co-direttrice della rivista “Partecipazione e Conflitto”.
Cosa ci insegna questo libro? Attraverso scelte di consumo oculate e critiche, è possibile dare sostegno alle persone ed alle associazioni che si mettono in gioco in prima linea contro la mafia. Esistono infatti numerosi prodotti provenienti da cooperative agricole che riutilizzano beni e terreni confiscati ai gruppi criminali e commercianti che li distribuiscono rifiutando di pagare il pizzo. Un’agricoltura ed un commercio basati sulla legalità, sul rispetto dell’ambiente –si tratta di prodotti biologici – e sulla solidarietà. Per citare alcuni nomi di questi gruppi impegnati in queste iniziative antimafia, stiamo parlando di Addiopizzo e Libera Terra, progetto promosso da iniziative dell’associazione Libera, che è stata recentemente a Bergamo per la Carovana Antimafie. Ma partecipano a questa lotta anche i Gas, ovvero i gruppi di acquisto solidale, diffusi soprattutto al Centro-Nord, ma si spera un’espansione anche verso il meridione.
Il libro di Francesca Forno valorizza così le scelte di consumo critico come strumento di lotta alla mafia, sicuro, anonimo, semplice e poco costoso. Il volume è anche arricchito da un testo di Umberto Santino – storico dell’antimafia – da un’intervista a don Luigi Ciotti –fondatore di Libera – e dal dvd “Storie di resistenza quotidiana di Paolo Maselli e Daniela Gambino: un documentario sulle storie di persone che ogni giorno cercano di fermare il fenomeno della criminalità con iniziative in prima persona, propositive e pacifiche.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.