BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un varesino nel coordinamento universitario regionale

Ce l'ha fatta Giuseppe D'Aquaro dell'Insubria. È stato il più votato nelle elezioni dei rappresentanti degli studenti degli atenei lombardi

Più informazioni su

giuseppe d'aquaroSi è svolta ieri mattina, nella sala di Rappresentanza dell’Università Statale di Milano, l’elezione dei tre studenti che rappresenteranno i colleghi lombardi nel Comitato di Coordinamento Universitario Regionale.

Il maggior numero di preferenze è stato ottenuto dal varesino Giuseppe D’Aquaro, rappresentante degli studenti dell’Insubria nel consiglio di amministrazione d’Ateneo e studente di Giurisprudenza nella sede di Varese.

Sostenuto dai Rappresentanti dell’Insubria e della Liuc compatti e da Azione Universitaria, Studenti per le libertà, D’Aquaro è stato il primo eletto in tale organo proveniente dall’Ateneo di Como e Varese.

«La mia elezione – dichiara Giuseppe D’Aquaro – dimostra che l’Ateneo dell’Insubria ha una componente studentesca vivace, che sa distinguersi per merito anche in ambiti esterni al locale. La mia azione politica sarà incentrata a potenziare i collegamenti tra le medio piccole realtà
Universitarie e a sviluppare la capacità recettiva delle strutture di alloggio studentesco nelle Provincie periferiche».

Determinante il sostegno al candidato varesino dei Rappresentanti Liuc: «Questa vittoria – aggiunge Giuseppe Anselmo, Consigliere Nazionale presso il CNSU e dirigente nazionale di SPL – dimostra come i piccoli atenei possano raggiungere importanti obiettivi. A Maggio il CNSU ed oggi il Coordinamento Universitario».

«È un vittoria per tutti gli studenti dell’Insubria» ha dichiarato infine il rappresentante degli studenti nel senato accademico Patrick Tayoun.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.