BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il programma del Baff per mercoledì

Gli appuntamenti nelle varie sale, i dibattiti, gli incontri con autori di libri. Questo e molto altro a Busto Arsizio

Più informazioni su

Il Baff riparte mercoledi, in mattinata (ore 9:00), con due film della rassegna “Made in Italy Scuole”: al Cinema Aurora di Busto, alla presenza del regista Giuseppe Papasso, è previsto "Un giorno della vita" (2010, 87’), storia delicata e malinconica di un’infanzia di provincia divisa tra sogni (cinefili) e dura realtà; il Cinema Lux ospita invece la proiezione di "20 sigarette" (2010, 94’), con in sala il regista Aureliano Amadei, che nel film racconta, in modo autobiografico, la passione per il cinema, intrecciatasi drammaticamente e fatalmente all’attentato terroristico di Nassiriya. L’opera, intensa e attuale, verrà riproposta nel pomeriggio ai detenuti della Casa Circondariale di Busto Arsizio, grazie all’interessamento dell’IPC Verri, che in carcere ha attivato una sezione speciale.

Due interessanti iniziative animano lo Spazio Festival. Alle 16:00 (sezione “Cinema e Territorio”) verranno presentati i corti realizzati dagli studenti, in collaborazione con l’Istituto Antonioni, un progetto educativo e artistico che ha coinvolto gli Istituti Superiori di Busto: i licei Artistico, Classico, Scientifico e la Ragioneria. Alle 18:00, l’ultimo appuntamento con “Baff in Libreria” vede l’intervento di Marcello Sorgi, giornalista e scrittore, che parlerà dei suoi ultimi libri, L’uomo in frac – Storia eccentrica di un principe siciliano dal fascismo alla dolce vita e Edda Ciano e il Comunista – L’inconfessabile passione della figlia del duce (2011 e 2009, ed. Rizzoli), ritratti inediti di due controversi personaggi storici del secolo scorso, il principe Raimondo Lanza di Trabia e Edda Ciano, figlia di Mussolini. Introduce l’incontro Raffaele Aiani.

Alle 18:30 si segnala, presso la Sala Tramogge dei Molini Marzoli, la presentazione di un cortometraggio particolarmente significativo a livello sociale: Un supereroe in affido (girato lo scorso marzo, a Busto e dintorni, dal direttore dell’Istituto Antonioni Andrea W. Castellanza) è infatti promosso dall’Assessorato alla famiglia, diretto da Mario Crespi, e si inserisce nel progetto “Una Famiglia per crescere”. La collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni permette di mostrare a un pubblico ampio cos’è l’affido familiare e cosa significa accogliere un minore, per un determinato periodo di tempo, nella propria casa, quando la sua famiglia d’origine sta attraversando un momento di difficoltà.

Alle 21:00 continuano le proiezioni dei film in concorso: al Cinema Manzoni, con il regista Massimo Natale e l’attrice Silvia Delfino, è la volta di "L’estate di Martino" (2010, 85’), film che narra dell’insolita amicizia tra un adolescente introverso e un capitano della Nato, nella Puglia del 1980.
Il secondo film della serata, in programma alla sala Ratti di Legnano, è "Passannante" (2011, 82’), pellicola quanto mai attuale, all’indomani del 150° dell’Unità d’Italia, nel riproporre una vicenda storica poco nota (la ribellione, pagata a caro prezzo, di un giovane meridionale contro il malgoverno del Paese al tempo dei Savoia) ma che invita a riflettere ancora oggi. In sala il regista, Sergio Colabona e il protagonista Fabio Troiano.

Sempre alle 21:00, presso l’Associazione culturale Il Melograno (via Novara 25, Castellanza), l’appuntamento, a ingresso gratuito, con un interessante caso filmico: si tratta di Sul nome B.a.c.h. Contrappunti con L’arte della fuga (2009-2010, 120’), di Francesco Leprino (idea, sceneggiatura e regia), che parteciperà con Alessandro Solbiati (compositore) all’evento. Un film che ricostruisce con originalità la vita del famoso compositore, partendo proprio dalla sua ultima e misteriosa opera, L’arte della fuga appunto, in un ricco intreccio polifonico, tra musica e narrazione: un progetto che divulga, attraverso il mezzo cinematografico, l’opera ed il pensiero di un grande maestro della musica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.