BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, una vittoria che vale doppio

Nel recupero della sesta giornata d'andata i gialloverdi la spuntano 27-24 sul più quotato Cernusco.

Più informazioni su

Dopo un’oscurità durata sei partite consecutive, il Rugby Dalmine torna a “veder le stelle”, sconfiggendo con umiltà e gran cuore il più quotato Cernusco, nel recupero della sesta giornata d’andata (il match fu rinviato lo scorso 21 novembre per impraticabilità del campo). Alla fine, dopo ottanta minuti tiratissimi, i gialloverdi la spuntano per 27-24.
Il primo tempo è di marca locale e, di fatti, termina sul 12-7 per il Cernusco. Nella ripresa, dopo l’ennesima meta avversaria, i dalminesi alzano la testa e reagiscono. La mischia inizia la propria partita di sacrificio, governata dall’esperienza dei ritrovati Cortellini (una meta per lui), Grossi e Dell’Aquila. Contemporaneamente parte lo show personale di Arnoldi che, tra calci e una meta, porterà a casa ben 17 punti. La svolta, però, arriva all’ultimo minuto quando Santini poggia l’ovale oltre la linea della felicità, regalando ai suoi compagni un successo insperato.
Al triplice fischio dell’arbitro, le emozioni possono esplodere. L’ambiente, provato da una serie di risultati negativi, ritrova fiducia e ottimismo. La vittoria vale doppio: non solo perché ottenuta sotto temperature più idonee oggi ai reattori di Fukushima che a una domenica primaverile, ma anche poiché causa il sorpasso in graduatoria sul Velate, fermo a 13 punti e prossimo avversario domenica 10 aprile.
I commenti del post partita sono pressochè unisoni. Luciano Cilenti, allenatore del XV bergamasco, non traspare emozione: “Faccio i complimenti a questi ragazzi incredibili che hanno mostrato di essere squadra. È stata la vittoria del gruppo.”. Guglielmo Berlendis, presidente gialloverde, segue a ruota il tecnico: “La partita è stata combattuta ed equilibrata, ma ha vinto chi ci ha creduto di più. Sono soddisfatto.”.
Dal campo si fanno sentire le voci di Arnoldi e Sciacchitano. Il primo, man of the match, sostiene di “aver finalmente trovato il campo giusto.”. Poi, sulla millimetrica precisione dei suoi calci: “Gli allenamenti finalmente pagano.”. Sciacchitano, invece, allarga l’orizzonte del suo discorso: “La mischia ha fatto una gran partita, di sacrificio. Alla fine abbiamo vinto perché abbiamo mostrato il nostro cuore.”. Un elogio entusiasta, infine, da parte del dirigente Moreno Tomassini: “Oggi si può dire che il Rugby Dalmine ha offerto una gran prestazione.”.

(da rugbydalmine.it)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.